Pearl Jam | 08/08/2018 Safeco Field, Seattle, WA – USA

Il primo concerto dei Pearl Jam a Seattle dopo cinque anni di assenza dalla loro città.

Soundcheck: All Those Yesterdays, Let Me Sleep, Arms Aloft (Joe Strummer & The Mescaleros), Sirens, Help! (Beatles), Help, Help, Throw Your Hatred Down (Neil Young), Faithful, Setting Forth (Eddie Vedder), I Won’t Back Down (Tom Petty), Sleeping By Myself, I Am A Patriot (Steve Van Zandt), Again Today (Brandi Carlile), Wishlist, Mankind

Setlist: [Walk On Music: Aye Davanita], Long Road, Release, Low Light, Small Town, Corduroy, Go, Do The Evolution, Throw Your Hatred Down (Neil Young), Mind Your Manners, Lightning Bolt, Given To Fly, All Those Yesterdays, Even Flow, Help! (Beatles) Help, Help, Black, Setting Forth (Eddie Vedder), I Am A Patriot (Steve Van Zandt), Porch

Encore: We’re Going To Be Friends (The White Stripes), Nothing As It Seems, Let Me Sleep, Breath, Again Today (Brandi Carlile, w/ Brandi Carlile), State of Love and Trust, Rearviewmirror

Encore 2: Wasted Reprise, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Comfortably Numb (Pink Floyd), Alive, I’ve Got A Feeling (Beatles), Rockin’ in the Free World (Neil Young), Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

Prima di Corduroy, Eddie ha dato il benvenuto a tutti i fan, provenienti da ogni parte del mondo. Throw Your Hatred Down è stata dedicata a Drew, una persona che Ed aveva conosciuto al Bridge School Benefit.

Durante il main set, Ed ha ricordato i primi giorni dei Pearl Jam e i primi concerti suonati a Seattle dalla band, poi ha parlato dei senzatetto della città, a cui sono stati destinati gran parte degli incassi dei due dei concerti.

Nel primo encore, Ed ha parlato dell’importanza degli insegnanti prima di suonare la premiere della cover dei White Stripes, We’re Going To Be Friends. Durante la cover le due figlie di Eddie hanno fatto salire sul palco le loro due insegnanti preferite.

Again Today è stata suonata con l’autrice del pezzo, Brandi Carlile.

Lo show è terminato dopo tre ore sulle note della classica Yellow Ledbetter.

Poster: Ames Bros, Brad Klausen, Kevin Shuss, Emek e Faile Art

Small my table, sits just three. Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.