Pearl Jam: Live 2012

2012 TOUR :: PART 1 

Partecipazioni
05.03.2012 KEXP Radio, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready con Star Anna)
Setlist (solo le canzoni con Mike McCready): Keep On
29.03.2012 Luxe Lounge, Escazu’, Costa Rica (Show degli Shadow con Mike McCready)

Setlist con vari membri degli Shadow e dei Loaded: Wild Horses (Rolling Stones), You Can’t Put Your Arms Around A Memory (Johnny Thunders), Patience (Guns N’Roses), Too Far To Gone (Mike McCready), Sweet Virginia (Rolling Stones, w/ Kim Virant on vocals), River Of Deceit (Mad Season), Bang A Gong (T-Rex), I Started A Joke (Bee Gees), Never Take The Place Of Your Man (Prince), Knocking On Heaven’s Door (Bob Dylan), Dead Flowers (Rolling Stones)
Shadow Setlist: No Secrets (Angel City), Get Out, City Lights, Downed (Cheap Trick), Like A Hurricane(Neil Young, w/ Kim Virant on vocals)

Tour di due date degli Shadow, side project di Mike McCready, come supporter dei Loaded di Duff McKagan (Guns N’Roses, Velvet Rovolver, The Fastbacks). Queste due date si segnalano per essere i primi concerti della band al di fuori degli USA. Grazie, per le setlist, a Rick Friel (https://twitter.com/#!/rickfriel).

30.03.2012 Luxe Lounge, Escazu’, Costa Rica (Show degli Shadow con Mike McCready)
Setlist: Shadow, Get Out, No Secrets (Angel City), Don’t Count The Tears, Blind Lead The Blind, Going To The End, Gates Closed On Me, Marseilles (Angel City), Just A Thought, Downed (Cheap Trick)
21.04.2012 Sonic Boom Records, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)

Setlist (solo le canzoni con Mike McCready): Just Breathe (Pearl Jam), Dead Flower (Rolling Stones), Keep On

Per il Record Store Day, durante il set di Star Anna, e’ salito sul palco Mike McCready per suonare “Just Breathe” dei Pearl Jam (insieme a Dierkes Bentley), “Dead Flowers” dei Rolling Stones e “Keep On” singolo pubblicato recentemente in download su pearljam.com e in 7” proprio per il Record Store Day.

21.04.2012 Easy Street Records, Seattle, WA (Show dei Brad di Stone Gossard)

Setlist: The Only Way, Diamond Blues, Waters Deep, Reason To Be, Don’t Cry (Neil Young), Last Bastion

Primo show dei Brad per presentare il nuovo disco “United We Stand”, in uscita il 24 Aprile 2012.

21.04.2012 Hungry Ear Records, Kailua Village, Hawaii (Show dei Po + The 4Fathers con Boom)

Setlist (non confermata): Kingdome Come, Do Ya, Hawaii ’78 (Israel Kamakawiwo’ole)

Show del side project dell’organista dei Pearl Jam, Kenneth “Boom” Gaspar, con i suoi Po + The 4Fathers per celebrare il Record Store Day.

27.04.2012 Showbox at The Market, Seattle, WA (Show dei Brad di Stone Gossard)
Setlist: Waters Deep, Last Bastion, Diamond Blues, Tea Bag, The Only Way, Price Of Love, A Reason To Be In My Skin, Lift, Sweet Al George, Miles Of Rope, Make The Pain Go Away, Wrappen Around My Memories, 20th Centruy, Nadine, Every Whisper, Secret Girl, Don’t Cry (Neil Young – Shawn Smith Solo)
Encore: Screen, Buttercup, The Day Brings
30.04.2012 KEXP Radio, Seattle, WA (Show dei Brad di Stone Gossard)
Setlist: Waters Deep, Last Bastion, The Only Way, A Reason To Be In My Skin
02.05.2012 Jimmy Kimmel Live!, Los Angeles (Show dei Brad di Stone Gossard)

Setlist: Diamond Blues

Il video dell’esibizione dei Brad e’ visionabile a questo link.

03.05.2012 Troubadour, Los Angeles (Show dei Brad di Stone Gossard)

Setlist: Waters Deep, Last Bastion, Diamond Blues, Tea Bag, The Only Way, Price Of Love, A Reason To Be In My Skin, Lift, Sweet Al George, Miles Of Rope, Make The Pain Go Away, Wrappen Around My Memories, 20th Centruy, Nadine, Every Whisper, Secret Girl, Don’t Cry (Neil Young – Shawn Smith Solo)
Encore: Purple Rain (Prince), Crown Of Thorns (Mother Love Bone), Screen, Buttercup, The Day Brings

Presenti tra il pubblico Dave Krusen e Matt Chamberlain, rispettivamente il primo e secondo batterista dei Pearl Jam.

04.05.2012 Cafe Du Nord, San Francisco (Show dei Brad di Stone Gossard)
Setlist: Waters Deep, Last Bastion, Diamond Blues, Tea Bag, The Only Way, Price Of Love, A Reason To Be In My Skin, Lift, Sweet Al George, Miles Of Rope, Make The Pain Go Away, Wrappen Around My Memories, 20th Centruy, Nadine, Every Whisper, Secret Girl
Encore: Crown Of Thorns (Mother Love Bone), Screen, Buttercup, The Day Brings
04.05.2012 NEP Studio 33, 503 West 33rd Street, New York (Apparizione di Mike McCready)

Mike McCready e’ apparto al programma That Metal Show parlando delle sue influenze Heavy Metal e di quanto il metal abbia ispirato band come Soundgarden e Alice In Chains. Presente alla trasmissione il chitarrista degli UFO.

04.05.2012 Safeco Field, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)
Mike McCready ha suonato il National Anthem prima delle partita Marines contro i Twins come benefit all’associazione Chron’s And Colitis Foundation of America.

La stessa sera Eddie Vedder insieme a Mike McCready e Jerry Cantrell e Sean Kinney degli Alice In Chains sono stati visti nel backstage del concerto che i Van Halen hanno tenuto a Tacoma, WA (foto).

12.05.2012 Paramount Theatre, Seattle, WA (Show dei Brad di Stone Gossard)
Setlist: Waters Deep, Last Bastion, Diamond Blues, Tea Bag, The Only Way, Price Of Love, A Reason To Be In My Skin, Lift, Sweet Al George, Miles Of Rope, Make The Pain Go Away, Wrappen Around My Memories, 20th Centruy, Nadine, Every Whisper, Secret Girl
Encore: Crown Of Thorns (Mother Love Bone), Screen, Buttercup, The Day Brings
14.05.2012 Willie Nelson’s Roadhouse (Apparizione “telefonica” di Ed Vedder)
Durante il porgramma radiofonico di Willie Nelson Eddie Vedder ha telefonato in diretta al programma radiofonico, chiamato Willie’s Roadhouse, per complimentarsi con Willie e Lukas Nelson per la loro versione di Just Breathe e per ricordare Levon Helm deceduto alcune settimane fa. Vedder ha anche rivelato che il pezzo di Tom Waits “Come On Up To The House”, coverizzato dallo stesso Nelson nel suo nuovo disco, e’ una delle sue canzoni preferite di sempre. Dopo la telefonata, Willie e il figlio Lukas hanno suonato in diretta la cover della dolce ballad dei Pearl Jam presente su Bacskpacer. L’audio e’ disponibile al seguente link.
14.05.2012 The Observatory, Santa Ana (Show dei Flight To Mars con Mike McCready)

Setlist: Let It Roll, Mother Mary, Only You Can Rock Me, Doctor, Doctor, Cherry, Too Hot To Handle, Love To Love, Natural Thing, Out In The Streets, Lights Out, I’m A Loser, Shoot, Shoot, Rock Bottom, Black Diamond (Kiss), Goodnight (Cheap Trick)

Tutte le canzoni proposte sono della band UFO tranne quelle dove indicato.

15.05.2012 The Casbah, San Diego (Show dei Flight To Mars con Mike McCready)

Setlist: Let It Roll, Mother Mary, Only You Can Rock Me, Doctor, Doctor, Cherry, Too Hot To Handle, Love To Love, Natural Thing, Out In The Streets, Lights Out, I’m A Loser, Shoot, Shoot, Rock Bottom, Black Diamond (Kiss, w/ Ace Frehley), Goodnight (Cheap Trick)

Durante il set dei Flight To Mars e’ salito sul palco Ace Frehley dei Kiss per suonare “Black Diamond” (video).

16.05.2012 Hard Rock Cafe, Las Vegas (Show dei Flight To Mars con Mike McCready)

Setlist: Let It Roll, Mother Mary, Only You Can Rock Me, Doctor, Doctor, Cherry, Too Hot To Handle, Love To Love, Natural Thing, Out In The Streets, Lights Out, I’m A Loser, Shoot, Shoot, Rock Bottom, Black Diamond (Kiss), Goodnight (Cheap Trick)

Tutte le canzoni proposte sono della band UFO tranne quelle dove indicato.

17.05.2012 The Troubadour, Los Angeles (Show dei Flight To Mars con Mike McCready)

Setlist: Let It Roll, Mother Mary, Only You Can Rock Me, Doctor, Doctor, Cherry, Too Hot To Handle, Love To Love, Natural Thing, Out In The Streets, Lights Out, I’m A Loser, These Kids, Shoot, Shoot, Rock Bottom, I Wanna Be Your Dog (Stooges, w/ Duff McKagan)

Tutte le canzoni proposte sono della band UFO tranne quelle dove indicato. Durante “I Wanna Be Your Dog” e’ salito sul palco l’ex Guns N’Roses Duff McKagan. Durante lo show ha suonato la chitarra, in un paio di pezzi, Star Anna.

19.05.2012 The Indipendent, San Francisco (Apparizione di Mike McCready)

Setlist: Three Marlenas (Wallflowers), One Headlight (Wallflowers), Wishlist (Pearl Jam), 6th Ave Heartache (Wallflowers), Peace Love and Understanding (Elvis Costello)

Mike McCready ha suonato uno show in acustico, insieme a Jakob Dylan (Wallflowers) e Jack Irons (Red Hot Chili Peppers, ora nei Wallflowers e un tempo, tra il 1994 e il 1998, alla batteria nei Pearl Jam), a favore dell’associazione CCFA (foto della band). La setlist e’ incompleta.

20.05.2012 Stanely’s Kitchen Bar, Chicago, (Apparizione di Eddie Vedder)

Setlist: Alive (Pearl Jam), Baba O’Riley (The Who), The Weight (The Band)

Ed Vedder e’ apparso a sorpresa in un bar di Chicago chiamato Stanley’s per un party privato dell’associazione a scopo benefico di Chris Chelios. Il singer dei Pearl Jam ha cantato su varie covers tra le quali “The Weight” di The Band (video).

20.05.2012 The Indipendent, San Francisco (Show dei Flight To Mars con Mike McCready)

Setlist: Let It Roll, Mother Mary, Only You Can Rock Me, Doctor, Doctor, Cherry, Too Hot To Handle, Love To Love, Natural Thing, Out In The Streets, Lights Out, I’m A Loser, Shoot, Shoot, Rock Bottom, Black Diamond (Kiss), Goodnight (Cheap Trick)

21.05.2012 World Cafe, Philadelphia (Show dei Brad di Stone Gossard)
Setlist: Waters Deep, Last Bastion, Diamond Blues, Tea Bag, The Only Way, Price Of Love, A Reason To Be In My Skin, Lift, Sweet Al George, Miles Of Rope, Make The Pain Go Away, Wrappen Around My Memories, 20th Centruy, Nadine, Every Whisper, Secret Girl
Encore: Crown Of Thorns (Mother Love Bone)/Purple Rain (Prince), Screen, Buttercup, The Day Brings
22.05.2012 Red Palace, Washington DC (Show dei Brad di Stone Gossard)
Setlist: Waters Deep, Last Bastion, Diamond Blues, Tea Bag, The Only Way, Price Of Love, A Reason To Be In My Skin, Lift, Sweet Al George, Miles Of Rope, Make The Pain Go Away, Wrappen Around My Memories, 20th Centruy, Nadine, Every Whisper, Secret Girl
Encore: Crown Of Thorns (Mother Love Bone)/Purple Rain (Prince), Screen, Buttercup, The Day Brings
22.05.2012 Hawthorne Theatre, Portland (Show dei Flight To Mars con Mike McCready)
Setlist: Let It Roll, Mother Mary, Only You Can Rock Me, Doctor, Doctor, Cherry, Too Hot To Handle, Love To Love, Natural Thing, Out In The Streets, Lights Out, I’m A Loser, Shoot, Shoot, Rock Bottom, Black Diamond (Kiss), Goodnight (Cheap Trick)
23.05.2012 Gramercy Theatre, New York (Show dei Brad di Stone Gossard)
Setlist: Waters Deep, Last Bastion, Diamond Blues, Tea Bag, The Only Way, Price Of Love, A Reason To Be In My Skin, Lift, Sweet Al George, Miles Of Rope, Make The Pain Go Away, Wrappen Around My Memories, 20th Centruy, Nadine, Every Whisper, Secret Girl
Encore: Crown Of Thorns (Mother Love Bone)/Purple Rain (Prince), Screen, Buttercup, The Day Brings
23.05.2012 Showbox at The Market, Seattle, WA (Show dei Flight To Mars con Mike McCready)

Chris Friel Orchestra Setlist: Bang A Gong (T.Rex), Living After Midnight (Judas Priest), Never Take The Place Of Your Man (Prince), Maybe I’m Amazed (Paul McCartney), Good Rocking Tonight (Roy Brown), Unsatisfied (Replacements), Blitzkrieg Bop (Ramones), Sympathy For The Devil (Rolling Stones), The Weight (The Band), Little Wing (Jimi Hendrix), River of Deceit (Mad Season), I Wanna Be Your Dog (Stooges)

Flight To Mars Setlist: Let It Roll, Mother Mary, Only You Can Rock Me, Doctor, Doctor, Cherry, Too Hot To Handle, Love To Love, Natural Thing, Out In The Streets, Lights Out, I’m A Loser, Shoot, Shoot, Rock Bottom, Black Diamond (Kiss), Goodnight (Cheap Trick)

Prima dello show dei Flight To Mars c’è stata l’esibizione della Chris Friel Orchestra composta da Chris e Rick Friel, Tim DiJulio, Jeff Rouse, Justin Davies e Jeff Fielder. Verso la fine del loro set e’ salito sul palco Barret Martin (Screaming Trees, Mad Season) che, insieme a Rick Friel al basso (Shadow), Jeff Rouse alla voce e Mike McCready alla chitarra, ha suonato “River Of Deceit” dei Mad Season (video). Grazie, per le setlist, a Rick Friel (https://twitter.com/#!/rickfriel).

24.05.2012 Late Night, NBS Studios, New York , NY (Apparizione di Stone Gossard)

Insieme ai Roots, la local band del popolare programma televisivo “Late Night With Jimmy Fallon”, sono apparsi anche Stone Gossard e Shawn Smith che hanno suonato alcuni “estratti” di canzoni dei Brad tratte dal loro ultimo disco in studio. Il video dell’esibizione e’ disponibile a questo link.

09.06.2012 Club Ludo, Chihuly Boathouse, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)

Setlist: No Expectations (Rolling Stones)

Mike McCready è apparso a questa serata di beneficenza suonando con la Seattle Symphony Orchestra. Il chitarrista dei Pearl Jam, accompagnato da Ludovic Morlot ha suonato diverse cover dei Rolling Stones ed alcuni suoi pezzi solisti. La setlist è incompleta. Articolo sulla serata, qui.

Maggio/Luglio 2012 Soundgarden Euro Tour (Con Matt Cameron alla batteria)
Per tutte le setlist dei concerti che Matt Cameron ha suonato insieme ai Soundgarden in Europa tra maggio e Luglio (da notare – primo tour in Europea dei riformati Soundgarden dal 1996 con una tappa a Milano, il 4 Giugno 2012, in compagnia di The Afghan Whigs, The Gaslight Anthem, Refused e Triggerfinger) v’invitiamo a visitare il seguente link. Qui la recensione dello show a Milano di Pearl Jam OnLine. Di seguito la setlist:

Searching With My Good Eye Closed, Spoonman, Gun, Hunted Down, Live to Rise, Loud Love, Ugly Truth, Fell on Black Days, Blow Up the Outside World, My Wave, The Day I Tried to Live, Outshined, Rusty Cage, Burden in My Hand, Superunknown, Black Hole Sun, 4th of July

Encore: Jesus Christ Pose, Slaves & Bulldozers

2012 TOUR :: PART 2 

PEARL JAM EUROPEAN TOUR

20.06.2012 MEN Arena, Manchester, U.K.
Supporters: X
Setlist: Release, Do The Evolution, Corduroy, The Fixer, Given To Fly, Small Town, Pilate, Even Flow, Unthought Known, 1/2 Full, Insignificance, Why Can’t I Touch It? (Buzzcocks)/ Immortality, Nothingman, Got Some, Why Go?
Encore 1: Just Breathe, Black, State Of Love And Trust, Arms Aloft (Joe Strummer & The Mescaleros), Porch
Encore 2: Better Man, Come Back, Jeremy, Alive, Rockin’ In The Free World (Neil Young, w/ John Doe)

Primo show in Europa per i Pearl Jam nel loro tour 2012. La band si è presentata in ottima forma. Introducendo “Small Town” Ed Vedder ha ringraziato i presenti e salutato la folla accorsa alla MEN Arena di Manchester. Prima di “Immortality” è stato suonato uno snippet di “Why Can’t I Touch It?”, canzone dei Buzzcocks, leggendaria punk band originaria di Manchester (ascoltala qui). “Io mangio sano quando sono in tour”, ha scherzato Vedder dal palco, “Tutti gli e gli scienziati dicono di bere, ogni giorno, una bottiglia di vino… o era un bicchiere?”. “Just Breathe” è stata dedicata a due coppie di sposi: Liz e Tim – rimasti a casa – e Liz e Simon della crew. Dopo aver suonato “Arms Aloft”, Vedder ha parlato di quanto fosse grande Joe Strummer (il defunto cantante dei Clash) e ha ricordato il crollo del palco dei Radiohead a Toronto avvenuto un paio di giorni prima, aggiungendo che i Pearl Jam sono vicini alla band di Oxford e alle loro famiglie. Il concerto si è chiuso sulle note di “Rockin’ In The Free World” di Neil Young con John Doe degli X ai cori e al tamburino. Curiosità: “Pilate” era stata eseguita per l’ultima volta in Europa esattamente dodici anni fa, all’Arena di Verona. “Marker In The Sand” era presente nella setlist originale ma non è stata suonata.

Poster: 1 / Setlist: 1 / Photo: pearljam.com
21.06.2012 MEN Arena, Manchester, U.K.
Supporters: X
Setlist: Go, Animal, Hail Hail, I Am Mine, Wishlist, Even Flow, Lukin, Not 4 U, Down, Amongst The Waves, Daughter/W.M.A., Deep, Present Tense, Once, Save You BetterMan/Save It 4 Later (The English Beat)
Encore 1: Inside Job, Off He Goes, Just Breathe, Hitchhicker, Rearviewmirror
Encore 2: Wasted Reprise/Life Wasted, Alive, Sonic Reducer (Dead Boys), Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

Secondo show per i Pearl Jam a Manchester. Setlist piena di pezzi poco suonati negli ultimi tempi, (“Deep” non veniva suonata in Europa dal 1993!), fantastico il primo encore con “Inside Job” seguita da “Off He Goes” e “Just Breathe” e debutto live per “Hitchhicker” (ascoltala qui), outtake di “Binaural” e pubblicata su “Lost Dogs”. Durante il concerto Vedder ha detto che Manchester gli ricordava Seattle, visto che aveva piovuto tutto il giorno. Ha poi introdotto Mike McCready dicendo “Lui è il miglior amico che ognuno vorrebbe avere”. Introducendo “Deep”, invece, ha detto: “Vedere persone che si comportano male ti spinge a non essere come loro”. “Just Breathe” è stata nuovamente dedicata a Liz e Tim; Ed ha spiegato di aver conosciuto la coppia due anni fa poco prima dello show dei Pearl Jam a Hyde Park. Alla fine dello show Vedder ha ringraziato il pubblico e i supporter, i leggendari X, insieme da 35 anni. Presenti nella setlist, ma non suonate, “Of The Girl” e “Garden”. Curiosità: alcuni poster alternativi della serata (foto) sono stati inseriti – a sorpresa – nei tubi in vendita.

Poster: 1 / Setlist: 1 / Photo: pearljam.com
23.06.2012 Isle Of Wight Festival, Isle Of Wight, U.K.

X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Unthought Known, Last Exit, Hail, Hail, The Fixer, Rain (Beatles), Small Town, Supersonic, Given To Fly, Untiled, MFC, Even Flow, Setting Forth (Vedder), Corduroy, Arms Aloft (Joe Strummer & The Merscaleros), Jeremy, Why Go?
Encore 1: Got Some, Daughter/Blitzkrieg Bop (Ramones), Just Breathe, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Porch
Encore 2: Blood, Alive, Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

Prima apparizione dei Pearl Jam allo storico festival all’Isola di Wight. Avendo piovuto tutto il giorno, la band ha proposto una cover di “Rain” dei Beatles (audio). Prima di “Corduroy” Vedder ha ricordato quanto sarebbe piaciuto a Joe Strummer, il defunto leader dei Clash, suonare lì. Presentando “Just Breathe” si è detto onorato della cover del pezzo ad opera di Willie Nelson, poi ha eseguito un breve frammento della canzone in stile country aggiungendo: “Lui la canta meglio di me.” Nel secondo encore Vedder (che indossava una maglia con il testo di “Born To Run” – foto) ha salutato Bruce Springsteen (presente nella line up del giorno dopo). La band ha salutato il pubblico sulle note di “Alive” (video) seguita da “Yellow Ledbetter” (video).

Poster: 1 / Photo: pearljam.com
24.06.2012 Heineken Music Hall, Amsterdam, Netherlands (Apparizione di Ed Vedder)
Tom Petty Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): The Waiting (Tom Petty), American Girl (Tom Petty)

Eddie Vedder è apparso, a sorpresa, durante lo show che Tom Petty stava tenendo insieme ai suoi Heartbreakers all’Heineken Music Hall di Amsterdam. Il cantante dei Pearl Jam ha cantato su “The Waiting” e sulla finale “American Girl”.

Photo: 12
26.06.2012 Ziggo Dome, Amsterdam, Netherlands
Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Interstellar Overdrive (Pink Floyd)/Corduroy, Why Go, Given To Fly, Brain Of J., Amongst The Waves, Small Town, In Hiding, Even Flow, World Wide Suicide, Lukin, Rats, Not For You, Better Things (The Kinks), Nothingman, The Fixer (w/ Ray Cameron), Do The Evolution
Encore 1: Last Kiss (Wayne Cochran), Just Breathe, Comatose, Unthought Known, Porch
Encore 2: Smile, Green Disease, Love Reign O’er Me (The Who), Black, Rockin’ In The Free World (Neil Young, w/ John Doe, Ray Cameron and Jerry Harrison), Indifference

Poco prima della premiere live di “Better Things”, Vedder ha scherzato sul fatto che la prima volta che i Pearl Jam suonarono in Olanda erano solo dei ragazzi, mentre ora tutti loro erano genitori di ragazzi: “Sono tutti qui con noi stasera e questa la voglio dedicare a loro”. “The Fixer” è stata suonata con Ray Cameron, il figlio di Matt, alle percussioni. Nel primo encore Ed ha scherzato “questo è il miglior pubblico del tour, per ora” e ha suonato qualche secondo della cover dei Talking Heads “Pulled Up” prima di suonare, insieme alla band, “Just Breathe”. “Rockin’ In The Free World” ha visto la partecipazione di John Doe degli X, Ray Cameron e Jerry Harrison dei Talking Heads. Presenti nella setlist – ma non suonate – le seguenti canzoni: “Long Road”, “Immortality”, “Of The Girl”, “Public Image”, “Of The Earth”, “Jeremy”, “Alive” e “Baba O’Riley”.

Poster: 1 / Setlist: 1 / Photo: pearljam.com
27.06.2012 Ziggo Dome, Amsterdam, Netherlands
Supporters: X
Setlist: Wash, Last Exit , Animal, State Of Love and Trust, Severed Hand, Corduroy, I Got Shit, Daughter/W.M.A., Nothing As It Seems, Got Some, Dissident, Once, Glorified G., Deep, The Fixer (w/ Ray Cameron), Bugs, Better Man/Save It 4 Later (The English Beat)
Encore 1: Release, Hail Hail, Alone, Footsteps, Rearviewmirror
Encore 2: Crown Of Thorns (Mother Love Bone), Sonic Reducer (Dead Boys), Alive, Baba O’Riley (The Who), Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

Setlist atipica per i Pearl Jam, compilata con l’aiuto di Brian, uno dei primi membri storici del Ten Club, invitato dalla band – grazie ad un contest su pearljam.com – ai due show olandesi. Vedder, dopo “State Of Love And Trust”, si è detto sicuro che qualcuno la sera prima avesse vomitato allo Ziggo Dome – inaugurato proprio con i due concerti della band – facendo entrare il palazzetto direttamente nelle venue rock ‘n’roll. Poco prima di “Nothing As It Seems” Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers ha aiutato Stone Gossard a mettere a posto i suoi effetti della chitarra. “Daughter” è stata dedicata a Lily, la prima figlia di Chris Cornell (Soundgarden, Temple Of The Dog, Audioslave) che compiva 12 anni. Nel main set ha trovato spazio anche “Bugs”, suonata per la seconda volta dopo lo show a Philadelphia del 31 Ottobre 2009, proposta qui da Vedder con la sola chitarra elettrica (video). “Questa non è una canzone che solitamente suoniamo a questo punto della scaletta”, ha detto Eddie introducendo “Release” che ha aperto il primo encore (video). A seguire, canzoni poco eseguite come “Alone”, “Footsteps” e la cover dei Mother Love Bone “Crown Of Thorns”. Vedder ha ringraziato tutti i presenti per la grande energia dimostrata. Curiosità: “Fatal”, “Other Side”, “Breathe”, “In My Tree” e “Hitchhiker” erano presenti nella setlist ma non sono state suonate.

Poster: 1 / Photo: pearljam.com
29.06.2012 Werchter Festival, Werchter, Belgium
Setlist: Do The Evolution, Got Some, Interstellar Overdrive (Pink Floyd)/Corduroy, Small Town, Given To Fly, World Wide Suicide, Comatose, Even Flow, Olé, The Fixer, Spin The Black Circle, Daughter/Another Brick In The Wall Part II (Pink Floyd), Just Breath, Why Go, Jeremy, BetterMan/Save It For Later (The English Beat)
Encore: Unthought Known, Public Image (P.I.L.), Alive, Rockin’ In The Free World (Neil Young, w/ Jerry Harrison), Yellow Ledbetter

Apparizione dei Pearl Jam al festival Werchter in Belgio. “Spin The Black Circle” è stata dedicata a Jack White (White Stripes), presente nella line up lo stesso giorno dei PJ. “Ha una grande etichetta discografica”, ha detto Vedder dal palco, “si chiama Third Man Records e pubblicano tanta grande musica in vinile”. Nel primo encore Vedder ha ringraziato tutte le bands presenti nel bill della giornata. Durante “Rockin’ In The Free World” è salito sul palco Jerry Harrison dei Talking Heads. Curiosità: presenti nella setlist ma non suonate “Push Me, Pull Me” e “Kick Out The Jams” degli MC5.

Poster: 1 / Photo: pearljam.com
30.06.2012 Main Square Festival, Arras, France
Setlist: Release, Go, Severed Hand, Do The Evolution, Better Man, Low Light, Amongst The Waves, Even Flow, Wishlist, Lukin, Corduroy, Nothing Man, Arms Aloft (Joe Strummer & The Mescaleros), Unthought Known, The Fixer, Rearviewmirror
Encore: Given To Fly, Breath, Just Breathe, Black, Jeremy, Alive, Yellow Ledbetter

Prima di “Severed Hand” Vedder ha ringraziato Florence And The Machine per aver fatto spuntare il sole con la loro musica. Introducendo “Arms Aloft” il cantante dei Pearl Jam ha parlato nuovamente di Joe Strummer e delle sue due band, i Clash e i Mescaleros, e di come tutti loro stiano ascoltando molto la sua musica in questi giorni. Alla fine dello show Vedder ha ringraziato tutte le band presenti nella line up della giornata. Il cantante indossava la t-shirt di “Born To Run” di Bruce Springsteen. Canzoni presenti nella setlist ma non suonate: “Johnny Guitar” “I Am Mine” e “Life Wasted”.

Poster: 1 / Photo: facebook.com
02.07.2012 02 Arena, Prague, Czech Republic
Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Sometimes, Animal, Given To Fly, Got Some, Small Town, God’s Dice, The Fixer, I Am Mine, Corduroy, Even Flow, Setting Forth (Vedder), Not For You, Push Me, Pull Me, Garden, 1/2 Full, Unthought Known, Wasted Reprise, Life Wasted, Why Go
Encore 1: Of The Girl, Just Breathe, Crazy Mary (Victoria Williams), Angie (Rolling Stones)/Once, Do The Evolution
Encore 2: World Wide Suicide, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Black, Alive, Baba O’Riley (The Who), Yellow Ledbetter

La band è apparsa molto carica e Vedder si è detto lusigato di poter suonare alla 02 Arena di Praga. “Unthought Known” è stata dedicata al cantante degli X, John Doe, mentre “Just Breathe” è stata dedicata ad una coppia di amici di Vedder. “Of The Girl” (video), che ha aperto il secondo encore, non veniva eseguita in Europa dal “Binaural Tour”. Canzoni presenti nella setlist ma non suonate: “Down” e “Blood”.

Poster: 1 / Photo: pearljam.com
04.07.2012 02 World, Berlin, Germany
Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Long Road, Why Go, Given To Fly, The Fixer, Faithful, Small Town, Got Some, Corduroy, In My Tree, Even Flow, Daughter/Blitzkrieg Bop (Ramones)/It’s Ok (Dead Moon), State Of Love And Trust, Immortality, Lukin, Unthought Known, I Believe In Miracles (Ramones), Rearviewmirror
Encore 1: The End, Just Breathe, Hard To Imagine, Once, Do The Evolution
Encore 2: Jeremy, Leash, Black, Alive, Rockin’ In The Free World (Neil Young, w/ Ray Cameron), Indifference

Ed Vedder ha ringraziato il pubblico per aver apprezzato gli X, i loro supporter. La setlist ha incluso diversi omaggi ai Ramones. Durante lo show è salita sul palco la madre di Mike McCready, Louise, che compiva gli anni. Il pubblico ha quindi intonato il consueto happy birthday (video). Da notare, nel main set, alcune canzoni raramente eseguite dalla band come “In My Tree” (video) e “Immortality”. Vedder ha ribadito quanto i Ramones siano stati importanti nella musica e ha ringraziato Flo e Kathy del Ramones Museum di Berlino. Il primo encore è stato magnifico: aperto con una versione acustica di “The End”, continuato sulle note di una “Just Breathe” mai così bella e seguita da una versione da pelle d’oca di “Hard To Imagine”. Curiosità: la sera prima del concerto, Vedder ha visitato il museo dei Ramones (foto), lasciando una bella dedica allo scomparso Johnny Ramone su un muro del locale (foto) e intrattenendosi a parlare con i fan (foto) tra una birra e l’altra (clicca qui per leggere la bella dedica di EV sul guestbook del locale). Grazie a Roberta R. e a Thais Ramone. Canzoni presenti nella setlist ma non suonate: “Release”, “Better Man”, “Crazy Mary” e “Baba O’Riley”.

Poster: 1 / Photo: facebook.com – @PearlJam.com / Recensione: barracudarocktour.it
05.07.2012 02 World, Berlin, Germany
Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X) [video] Setlist: Oceans, Breakerfall, Animal, Save You, In Hiding, Small Town, Instrumental Improv, Corduroy, Amongst The Waves, Even Flow, Eruption (Van Halen)/Runnin’ With The Devil (Van Halen), Sad, Not For You, Present Tense, Down, Do The Evolution, Come Back, Hail Hail, Go
Encore 1: Mother (Pink Floyd), Just Breathe, Nothingman, Better Man, Wasted Reprise, Life Wasted, Porch
Encore 2: Blood/War (Edwin Starr), Alive, Baba O’Riley (The Who), Yellow Ledbetter

Una delle migliori setlist del tour europeo 2012, piena di rarità come “Oceans” (video), “Breakerfall”, “Save You,” la bellissima “Sad” e la b-side del singolo “I Am Mine”, “Down”. La band è apparsa molto in forma e il pubblico particolarmente caldo (Vedder è dovuto intervenire due volte per sincerarsi che tutti stessero bene). Durante il main set la band, senza Vedder, ha eseguito una bella improvvisazione strumentale (forse la prova a porte aperte di un nuovo pezzo? Il video è qui). La cover dei Pink Floyd, “Mother” (video) ha debuttato per la prima volta in assoluto in Europa. “Come Back” è stata dedicata ai gestori del Ramones Museum, visitato nel pomeriggio anche da Matt Cameron (clicca qui per leggere la dedica del batterista nel guestbook del locale). All’inizio del secondo encore Vedder ha ricordato Mirella della mailing list Bugs, che durante la data ad Amsterdam si è rotta una caviglia, chiedendo quindi al pubblico di non farsi male durante lo show. “Baba O’Riley” (video) degli Who e la classica “Yellow Ledbetter” hanno chiuso nel migliore dei modi le due serate berlinesi. Canzoni presenti nella setlist ma non suonate: “Gonna See My Friend”, “Leatherman”, “Got Some”, “Unthought Known” e “Given To Fly” (curiosamente posta come ultima canzone dopo “Yellow Ledbetter”).

Poster: 1 / Photo: facebook.com – @PearlJam.com / Recensione: barracudarocktour.it
07.07.2012 Ericsson Globe Arena, Stockholm, Sweden
Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Small Town, Corduroy, Got Some, Why Go, Amongst The Waves, Wishlist, Given To Fly, Comatose, Even Flow, World Wide Suicide, Garden, Better Things (Ray Davies), Unthought Known, All Those Yesterdays, The Fixer, 1/2 Full, Jeremy
Encore 1: Off He Goes, Just Breathe, State Of Love And Trust, Do The Evolution, Love Reign O’er Me(Townshend), Porch
Encore 2: Once, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Crazy Mary (Victoria Williams), Black, Alive, Rockin’ In The Free World (Neil Young, with John Doe e Krissy), Yellow Ledbetter/Little Wing(Jimi Hendrix)

Prima di “Garden” Vedder ha ricordato quando nel 1992 i Pearl Jam suonarono in un piccolo locale di Stoccolma che probabilmente ora non c’è più. Poi ha fatto i complimenti a Stone Gossard per averla scritta. Rivolgendosi al pubblico che chiedeva a Stone Gossard di cantare, Vedder ha detto: “Credetemi, ci ho provato anche io, mettetevi in fila dopo di me”. “All Those Yesterdays” (video) è stata suonata per la prima volta in Europa. Il primo encore è stato aperto da una bellissima versione di “Off He Goes”. Nel secondo encore Vedder ha ringraziato il pubblico e gli X. “Sonic Reducer” era presente nella setlist originale della serata ma non è stata suonata.

Poster: 1 / Photo: facebook.com – @Pearljam.com
09.07.2012 Spektrum, Oslo, Norway
Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Mike McCready): The New World (X) [video] Setlist: Long Road, Animal, Hail Hail, Given To Fly, Interstellar Overdrive (Pink Floyd)/Corduroy, Small Town, Low Light, Severed Hand, Even Flow, Green Disease, Red Mosquito, Daughter/It’s Ok(Dead Moon), Immortality, Leatherman, The Fixer, Black, Why Go
Encore 1: Inside Job, Just Breathe, Breath, Mankind, Do The Evolution, Porch
Encore 2: Once, Smile, Mother (Pink Floyd), Alive, Rockin’ In The Free World (Neil Young, w/ John Doe & DJ Bonebrak and Krissy), Yellow Ledbetter

Concerto fantastico, band in forma con un Ed Vedder leggermente influenzato. Poco prima di “Small Town” EV ha ringraziato il pubblico per i lunghi anni di attesa e ha chiesto ai presenti di aiutarlo a cantare per via dei suoi problemi di voce. Scherzando, ha aggiunto “Probabilmente è stata colpa di un bacio dato ad un ragazzo svedese malato”. “Green Disease” è stata suonata per un fan russo. Nel main set sono stati suonati alcuni pezzi molto amati dai fan come “Red Mosquito”, “Low Light” e “Immortality”. “Leatherman”, che era stata suonata in Polonia nel 2007, è stata riproposta in Europa per la prima volta da quel concerto. Durante lo show EV ha nuovamente ringraziato il pubblico per aver atteso il loro ritorno per 12 anni. Il primo encore, aperto da una bellissima versione di “Inside Job”, è proseguito con “Just Breathe” dedicata ad un amico di Vedder scomparso di recente. Per la gioia dei presenti (che, come a Stoccolma, intonavano con insistenza ‘Let Stone sing!’) “Mankind” (video) è stata risuonata in Europa per la prima volta dal No Code Tour del 1996. “Rockin’ In The Free World” ha visto la presenza sul palco di John Doe e DJ Bonebrak degli X. “Crazy Mary” era presente nella setlist originale della serata ma non è stata suonata.

Poster: 1 / Photo: facebook.com – @PearlJam.com / Recensione: barracudarocktour.it
10.07.2012 Forum, Copenhagen, Denmark
Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con partecipazioni dei componenti dei Pearl Jam): The World’s A Mess, It’s In My Kiss (w/ Pearl Jam), New World (w/ Mike McCready), Devil Doll (w/ Eddie Vedder)
Setlist: Small Town, Last Exit, Do The Evolution, Love Boat Captain, Corduroy, Present Tense, Push Me Pull Me, Even Flow, Cropduster, Wishlist, Insignificance, Glorified G, Why Go, State Of Love And Trust, Porch
Encore 1: Footsteps, Just Breathe, Given To Fly, Unthought Known, The Fixer, Jeremy, Rearviewmirror
Encore 2: Smile, Habit, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Crazy Mary (Victoria Williams), Alive, Baba O’Riley (The Who), Yellow Ledbetter

Durante il set degli X (su “The World’s A Mess, It’s In My Kiss”) sono saliti sul palco tutti i componenti dei Pearl Jam: Stone e Matt ai cori, Ed Vedder all’ukulele, Mike e Jeff hanno ballato e cantato. “The New World” è stata suonata insieme a Mike McCready, mentre “Devil Doll” ha avuto Ed Vedder come special guest. Exene Cervenka, la cantante degli X, ha detto che è raro vedere una band che si comporta in questo modo e che è stato un onore per loro aprire questo tour europeo dei Pearl Jam. L’ultimo show di questo tour si è aperto sulle note di “Small Town”. Dopo due pezzi piuttosto tirati – “Last Exit” e “Do The Evolution” (è già stato detto quanto è bella la “nuova” versione del pezzo, con l’assolo di chitarra cantato dal pubblico? n.d.r) – la band ha suonato “Love Boat Captain” mai più suonata in Europa dai tempi dello show al Forum di Copenhagen del 2007. Presenti nel main set anche pezzi rari come “Push Me Pull Me”, “Glorified Gun” (video) e “Cropduster” (qui al suo debutto nel vecchio continente). “Wishlist” ha incorporato nel finale una bella improvvisazione. Vedder ha poi elogiato la Danimarca per essere il paese leader al mondo nella produzione di energia eolica, mentre gli Stati Uniti hanno aziende leader in altri settori come la Boeing (con sede a Seattle), che costruisce anche per scopi militari. Eddie ha concluso dicendo che è bello vedere una paese come la Danimarca che sta cercando di fare qualcosa di positivo e che gli Stati Uniti dovrebbero seguirne l’esempio. Durante il primo encore Ed ha ringraziato la crew dicendo che per loro è come una grande famiglia. A seguire, un’indimenticabile versione di “Footsteps” (video). “Smile” (video) è stata dedicata a Dennis Flemion dei Frogs (band con la quale i PJ sono spesso andati in tour negli anni Novanta), tragicamente scomparso il giorno stesso. Dopo “Habit”, Vedder ha parlato di come per i PJ sia stato un onore andare in tour con gli X, un sogno diventato realtà. Verso la fine dello show Eddie ha ringraziato il pubblico, specialmente le persone in prima fila che hanno seguito la band per tutto il tour, aggiungendo scherzosamente: “Scrivere canzoni è facile, è andare in tour che è difficile. Visto che la seconda cosa l’avete già fatta, non vi resta che formare una band”. Una grande versione di “Baba O’Riley” seguita da una bella “Yellow Ledbetter” hanno chiuso il sipario su questo tour europeo 2012. Curiosità: l’ideatore di “Spawn”, nonchè disegnatore di “Spiderman”, nonchè regista del video di “Do The Evolution”, Todd McFarlane – insieme a MAXX242 – ha creato il bellissimo poster della serata (clicca qui per vederlo).

Poster: 1 / Photo: facebook.com – @PearlJam.com / Recensione: barracudarocktour.it

EDDIE VEDDER EUROPEAN TOUR

25.07.2012 Carré Theater, Amsterdam, Netherlands
Soundcheck: Unthought Known, Hard Sun
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Broken Heart, Trouble (Cat Stevens), Sometimes, Far Behind, No Ceiling, Guaranteed, Rise, You’ve Got To Hide Your Love Away(Beatles), Light Today, Man Of The Hour, Thumbing My Way, I Am Mine, Brain Damage (Roger Waters), Dead Man, Unthought Known, Better Man (Lullaby Version), Good Woman (Cat Power), Parting Ways, Porch
Encore 1: Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), Arc
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard)Prima data di sempre in Europa per Eddie Vedder. La cornice è quella del Koninklijk (“reale”) Carrè, magnifico teatro da circa 1800 posti costruito nel 1887 dalla famiglia circense dei Carrè ad Amsterdam. Lo show è stato aperto da Glen Hansard, che in coda all’ultima canzone del suo set ha intonato una breve tag di “Smile” dei Pearl Jam. Alle 21:15 Vedder è salito sul palco, iniziando con un set di canzoni all’ukuele, “Can’t Keep”, “Without You” e “Broken Heart”. Dopo una magnifica versione di “Trouble” di Cat Stevens, Ed si è quindi rivolto per la prima volta al pubblico – dopo aver salutato brevemente in olandese – dicendo che gli sarebbe piaciuto molto studiare le lingue a scuola, ma che ai tempi non immaginava sarebbe mai uscito dagli Stati Uniti. Ha poi raccontato di quando, dopo aver preso un brutto voto a scuola, cercò di fare fessa la sua insegnante consegnandole il testo di “Love Reign O’er Me” degli Who. La “stronza” gli diede C -. Vedder ha poi alternato pezzi tratti dai suoi dischi solisti, “Into The Wild” e “Ukulele Songs”, a cover di artisti da lui amati e canzoni dei Pearl Jam. Prima di “You’ve Got To Hide Your Love Away” ha raccontato di quando Paul McCartney gli diede per sbaglio un pugno in faccia durante una conversazione. Quando il dolore svanì, Vedder era quasi dispiaciuto in quanto: “Hey, mi aveva dato un cazzotto Paul McCartney!”. “Man Of The Hour” è stata suonata per l’amico Dennis Flemion dei Frogs, recentemente scomparso. EV ha poi raccontato di come le ali di pipistrello dorate presenti sul palco fossero un dono proprio di Dennis di tanti anni prima. Prima di “Unthought Known” Vedder ha parlato delle libertà che ci sono in Olanda, scherzando su come sia difficile creare musica quando si è strafatti. Nel main set è stata eseguita, per la prima volta in assoluto, un’incredibile versione di “Good Woman” (audio) di Cat Power (da notare che nella versione originale del pezzo, EV appariva ai cori). I primi pezzi dell’encore sono stati suonati insieme a Glen Hansard – “Society”, “Sleepless Nights” e la commovente “Falling Slowly” – dopodichè Vedder ha proposto la sua cover di “Open All Night” di Bruce Springsteen e ha chiuso il primo encore con una versione da pelle d’oca di “Arc”. Lo show si è concluso sulle note di “Hard Sun”, con Ed che ha improvvisato un divertente crowd surfing sulle prime file.
Poster: 1 – Photos: facebook.com/PearlJamOnLine – Recensione: barracudarocktour.it
26.07.2012 Carré Theater, Amsterdam, Netherlands
Soundcheck: Driftin’, Parting Ways
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Walking The Cow (Daniel Johnston), Wishlist, You’re True, Goodbye, More Than You Know(Rose, Eliscu, Youmans), Soon Forget, Elderly Woman Behind The Counter In A Small Town, Driftin’, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Immortality, Just Breathe, Unthought Known, Better Days
Encore 1: BUGS, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Forever Young (Bob Dylan), The End, Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard and Mirella), Dream A Little Dream (Gus Kahn, Wilbur Schwandt, Fabian Andree)Secondo show del tour solista europeo di Vedder. Lo show si è aperto sulle note di “Walking The Cow” di Daniel Johnston. Dopo “More Than You Know” EV ha parlato della lunga storia del teatro Carré, e di come alcuni costruttori negli anni sessanta volessero demolirlo per farci un hotel (cosa che, per fortuna, non è avvenuta). Poi ha detto: “La prossima canzone parla proprio di loro” e ha suonato “Soon Forget”. Prima di “Small Town” Vedder ha parlato del suo tatuaggio e di come prima di diventare famoso volesse averne uno simile a quelli dei suoi amici Red Hot Chili Peppers. EV ha quindi sollevato la gamba dei jeans per mostrare con orgoglio il tattoo sul polpaccio, rivelando che fu fatto da Hanky Panky (noto tatuatore di Amsterdam) la prima volta che i Pearl Jam andarono in Europa. Glen Hansard ha raggiunto Vedder sul palco per suonare il basso su “Long Nights”. Nel main set, oltre ad una grandissima versione di “Immortality”, è stata eseguita anche “Better Days” – EV ha spiegato che tutti gli strumenti nel pezzo erano suonati da lui e che quindi si sarebbe limitato a cantarla con l’aiuto di una tape machine per la parte strumentale. Nel primo encore Ed ha invitato sul palco Mirella – la ragazza olandese che ha fondato la fanzine Bugs nei primi anni Novanta – spiegando che si era rotta una caviglia allo show dei Pearl Jam ad Amsterdam il mese prima. EV ha quindi suonato per lei una STRABILIANTE versione di “Bugs” con un organo presente a lato del palco (da notare che è la terza volta in assoluto che questo pezzo viene eseguito dal vivo, qui il video della performance). “Sleepless Nights” è stata suonata a cappella, in stile busker, senza l’ausilio di microfoni ma solamente con l’ukuele e le due voci di EV e Glen. “Forever Young” è stata dedicata a un paio di membri della crew. Alla fine dello show, prima di una “Hard Sun” suonata in compagnia di Glen Hansard alla chitarra e di Mirella al tamburello, Vedder ha ringraziato tutte le persone che lavorano al teatro Carré. Lo show si è concluso sulle note di “Dream A Little Dream”.
Poster: 1 – Photos: facebook.com/PearlJamOnLineRecensione: barracudarocktour.it
28.07.2012 02 Apollo, Manchester, United Kingdom
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Don’t Be Shy (Cat Stevens), I Am Mine, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Satellite, Sometimes, Picture In A Frame (Tom Waits), Untitled, Off He Goes, Far Behind, No Ceiling, Guaranteed, Rise, Long Road, Better Man (Lullaby Version), Unthought Known, Speed Of Sound, Lukin, Porch
Encore 1: Small Town, You’ve Got To Hide Your Love Away (Beatles), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Crazy Mary (Victoria Williams), The End, Arc
Encore 2: Rockin’ In The Free World (Neil Young), Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard)Dopo “Can’t Keep” EV ha scherzato col pubblico, dicendo di aver passato più tempo a Manchester negli ultimi due mesi che in tutti i vent’anni precedenti, ma di non essere ancora riuscito a vedere il sole. Prima di “Satellite” Eddie ha parlato dei West Memphis Three svelando che lo squillo di telefono che si sente alla fine di “Satellite” in “Ukulele Songs” è di Lorri, moglie di Damien Echols (uno dei WM3). “Picture In A Frame” è stata dedicata a una coppia di neosposi che era riuscita a trovare soltanto un biglietto per lo show a Manchester. Vedder, come regalo di nozze, ha regalato il biglietto mancante alla coppia, che è anche stata invitata sul palco. “Long Road” è stata dedicata a Dennis Flemion dei Frogs. “Speed Of Sound” è stata presentata come “il pezzo che ho scritto per Ron Wood. Potrei sbagliarla e a lui non fregherebbe, perchè tanto lui non si ricorda niente quando sbaglia”. Prima di “Society” EV ha ricordato Chris McCandless e ha ringraziato Glen Hansard per essere l’amico che è. Vedder ha inoltre aggiunto che per lui è un onore avere Glen in tour con lui. Lo show si è concluso sulle note di “Hard Sun”.
Poster: 1
30.07.2012 HMV Apollo Hammersmith, London, United Kingdom
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Walkin’ The Cow (Daniel Johnston), Trouble (Cat Stevens), Can’t Keep, Sleepin’ By Myself, Without You, More Than You Know (Rose, Eliscu, Youmans), Broken Heart, I Am Mine, Brian Damage (Roger Waters)/Dead Man, Small Town, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Good Woman (Cat Power), Better Man (Lullaby Version), You’ve Got To Hide Your Love Away (Beatles), Lukin, Porch
Encore 1: Unthought Known, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), The End, Arc
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard)Prima data londinese per Eddie Vedder. Il set ha nuovamente proposto un mix di canzoni tratte da “Into The Wild”, “Ukulele Songs”, tracce dei Pearl Jam e artisti amati da Ed come Cat Stevens, Daniel Johnston e Bruce Springsteen. Prima di “Trouble” Vedder, evidentemente infastidito, ha chiesto ai presenti di non utilizzare più i flash. La figlia minore di Ed, Harper, ha portato l’ukulele sul palco al papà prima di “Broken Heart”. Scherzando, lui ha commentato: “Le leggi sul lavoro minorile in Inghliterra devono essere parecchio permissive” e ha ringraziato la figlia. L’altra figlia di Ed, Olivia, ha portato una chitarra prima di “Better Man”. Sempre scherzando, Ed ha detto: “Se arriva un’altra bambina con una chitarra potrei andare in confusione, visto che ho solo due figlie”. Nel main set è stata riproposta la cover di Cat Power, “Good Woman”. Vedder ha parlato di quale grande onore fosse per lui suonare all’Apollo Hammersmith, viste le grandi band che si sono esibite lì nel passato. Commentando le tante bandiere che sventolavano tra il pubblico, ha scherzato: “È come alle Olimpiadi, solo che qui i posti sono tutti pieni”. Durante il primo encore, in cui ha suonato alcuni pezzi con l’amico e collega Glen Hansard, Ed Vedder ha raccontato come di consueto alcune storielle divertenti.
Poster: 1 (curiosità: si illumina al buio!)
31.07.2012 HMV Apollo Hammersmith, London, United Kingdom
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Sometimes, Picture In A Frame (Tom Waits), Just Breathe, Thumbing My Way, Can’t Keep, Without You, Satellite, You’re True, Driftin’, Unthought Known, No Ceiling, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Man Of The Hour, Masters Of War (Bob Dylan), Porch
Encore 1: I’m One (The Who), Parting Ways, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights(Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Throw Your Arms Around Me (Hunters & Collectors, w/ Neil Finn), Blue, Red and Grey (The Who, w/ Roger Daltrey), Naked Eye (The Who, w/ Roger Daltrey)
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Neil Finn, Elroy Finn, Myles Robinson, Glen Hansard and others), So You Want To Be A Rock And Roll Star (The Byrds, w/ Neil Finn, Elroy Finn, Glen Hansard, Miles Robinson), Dream A Little Dream (Gus Kahn, Wilbur Schwandt, Fabian Andree)Prima di “Just Breathe”, Vedder ha parlato della cover di questa canzone incisa da Willie Nelson e di come lo stile vocale di Willie gli torni in mente ogni volta che deve cantarla. Prima di “Satellite” ha menzionato i WM3 e ha raccontato di come la canzone parli della distanza fisica che c’era, ai tempi in cui fu scritta, tra lui e la sua fidanzata (poi moglie) e di quella, forzata, tra Damien Echols (uno dei WM3, al tempo in carcere) e la moglie Lorri. Durante lo show Ed ha parlato di un vecchio trio rap femminile californiano, le Yeastie Girls e ha recitato parte di un loro rap dai contenuti ‘forti’. Scherzando, si è poi detto pentito, in quanto le sue figlie erano allo show e avrebbe dovuto spiegare loro il significato del rap. Vedder ha poi parlato del caso delle Pussy Riot, band punk rock russa al momento in prigione (maggiori informazioni qui), e ha letto una petizione per chiederne la liberazione al primo ministro Putin. Dopo “Far Behind” Vedder ha raccontato di quando ha quasi accidentalmente ucciso i Kings Of Leon al tiro al piattello. Ha quindi aggiunto di non capire perchè il tiro a segno sia uno sport olimpico ma di non essere sorpreso che gli USA siano vincenti in questa disciplina. Prima di “Rise” ha detto che c’è una canzone dei PIL con lo stesso titolo e ha raccontato della volta in cui ha incontrato in aeroporto il loro cantante, John Lydon, e di quale onore fosse stato per lui. Ha quindi dedicato il pezzo al cantante dei Sex Pistols/PIL. La chitarra usata da EV per suonare “Man Of The Hour”, dedicata a Dennis Flemion dei Frogs (recentemente scomparso), è stata portata sul palco da sua figlia Olivia. Nel primo encore Ed ha sollevato una copia del disco “Quadrophenia” degli Who, uno dei sui album preferiti, e ha fatto notare che la foto all’interno era stata scattata proprio all’Hammersmith Apollo. Ha quindi suonato “I’m One” in omaggio alla band inglese. “Throw Your Arms Around Me” ha visto la partecipazione dell’amico e collega Neil Finn, mentre per “Blue, Red and Grey” (video) e “Naked Eye” è salito sul palco il frontman degli Who, Roger Daltrey. Il finale ha visto Vedder, Glen Hansard e Neil Finn insieme sul palco per “Hard Sun” e “So You Wanna Be A Rock N’Roll Star?” dei Byrds. Harper, la figlia minore di Ed, ha premuto il tasto per azionare la tape machine su “Hard Sun”. Lo show si è concluso sulle note di “Dream A Little Dream”.
Poster: 1
03.08.2012 Sudoeste Festival TMN, Zambujeira Do Mar, Portugal
Glen Hansard setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Drive All Night (Bruce Springsteen)
Setlist: Can’t Keep, Without You, Soon Forget, Elderly Woman Behind The Counter In A Small Town, I Am Mine, Brian Damage (Roger Waters), Sometimes, You’ve Got To Hide Your Love Away(Beatles), Just Breathe, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Better Man, Wishlist, Immortality, Lukin, Porch
Encore 1: Unthought Known, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), Arc
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard), Rockin’ In The Free World (Neil Young)Ultimo show del mini tour europeo 2012 di Eddie Vedder. Durante il set di Glen Hansard, Vedder è salito sul palco per duettare sulla bellissima “Drive All Night” di Bruce Springsteen (video). Il cantate dei Pearl Jam ha tenuto un set – iniziato alle 00:30 AM – che è stato accolto benissimo dai presenti e ha alternato canzoni dei Pearl Jam a quelle dei suoi dischi solisti. Si è trattato della prima partecipazione di Eddie Vedder, con un set solista, a un festival. Durante il secondo encore, Ed ha raccontato di aver fatto molto surf negli ultimi giorni. Grande chiusura del tour con “Hard Sun” e “Rockin’ In The Free World” suonate insieme a Glen Hansard.
Poster: 1
Partecipazioni
26.07.2012 Fest at The Farm, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)
Setlist: Long May You Run (Neil Young), Dead Flowers (Rolling Stones)

Apparizione di Mike McCready all’evento Fest at The Farm di Seatte. Il chitarrista dei Pearl Jam ha suonato alcune cover con altri musicisti della zona.

10.08.2012 The Mural, Seattle, WA (Apparizione dei Brad di Stone Gossard)
Setlist: The Only Way, Waters Deep, Last Bastion, Reason To Be In My Skin, Screen, Every Whisper, Don’t Cry No Tears (Neil Young), Criminal, Price Of Love, Sweet Al, The Day Brings
Encore: Jumpin’ Jack Flash (Rolling Stones), Buttercup Data americana dei Brad, side project del chitarrista dei Pearl Jam Stone Gossard insieme a Shawn Smith. Presenti nella line up della serata anche gli Young Evils.
17.08.2012 Slims Last Chance Saloon, Georgetown, Washington D.C. (Apparizione di Mike McCready)
Apparizione di Mike McCready con i Walking Papers, band formata da Barrett Martin (Mad Season, Screaming Trees) e Jeff Angell (Post Stardom Depression, The Missionary Position). Alla serata ha partecipato anche l’ex gunner Duff McKagan. Lo show e’ stato un benefit a favore dell’associazione The Heroes Project che supporta il reinserimento nella societa’ di veterani ed ex soldati. La setlist del concerto è sconosciuta.
20.08.2012 Private Party, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)
Setlist: Wild Horses (Rolling Stones)

Mike McCready è apparso insieme a Brandi & The Twins per suonare su “Wild Horses” dei Rolling Stones durante un party privato del politico Jay Inslee. Presente alla serata anche Stone Gossard.

PEARL JAM US DATES

02.09.2012 Philadelphia, Benjamin Franklin Parkway, Made In America Festival

Soundcheck: Unthought Known, The Fixer, Love Reign O’er Me (The Who), Unemployable
Setlist: Go, Corduroy, Save You, Given To Fly, Elderly Woman Behind The Counter In A Small Town, Unemployable, Even Flow, Got Some, Daughter/Blitzkrieg Bop (Ramones), Unthought Known, The Fixer, Nothing Man, Do The Evolution, Jeremy, Know Your Rights (The Clash), Rearviewmirror
Encore 1: Love Reign O’er Me (The Who), Spin The Black Circle, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Comatose, Black, Alive
Encore 2: W.M.A./99 Problems (Jay-Z, with Jay-Z), Rockin’ In The Free World (Neil Young)

Prima edizione del festival “Made In America” ideato e voluto dal celebre rapper americano Jay-Z. I Pearl Jam si sono esibiti il secondo giorno del festival. Entrati sul palco sulle note de “Il buono, il brutto, il cattivo” di Ennio Morricone (al posto della solita “Metamporphosis No.2″di Philip Glass), sono apparsi in gran forma. Matt Cameron indossava una shirt delle Pussy Riot. Prima di “Unemployable” Vedder ha parlato delle problematiche legate alla mancanza di lavoro negli USA. Vedder si è detto felice di condividere il palco con band come Run-D.M.C., Skrillex e X. Alla fine della tag di “Daughter”, “Blitzkrieg Bop” dei Ramones, ha salutato il cantante D’Angelo – presente nella line up della giornata – che durante il suo set aveva ringraziato Jay-Z “per avergli concesso l’onore di aprire lo show dei Pearl Jam”. Prima della cover di “Know Your Rights” dei Clash, Vedder ha chiesto al pubblico di andare a votare alla prossime elezioni. Prima di “Love Reign O’er Me” Boom è stato presentato così: “dall’ultimo stato aggiunto agli Stati Uniti d’Amierca, le Hawaii, Mr. Boom Gaspar!”. Dopo “Alive” Ed ha ringraziato Jay-Z per aver creato questo festival e si è scusato con le band che avevano suonato prima e che non aveva ringraziato (“incluso Drake, un grande cantante” ha aggiunto Vedder). Durante l’intro di “W.M.A.” Ed ha introdotto i componenti della band. I Pearl Jam sono stati raggiunti sul palco da Jay-Z e insieme al rapper americano hanno suonato una grande versione della sua “99 Problems” (video). Lo show si è concluso sulle note di “Rockin’ In The Free World” di Neil Young.

Il giorno dopo lo show dei Pearl Jam al Made In America Festival, Eddie Vedder è andato a trovare l’amico e collega Bruce Springsteen nel backstage del Citizens Bank Park, venue che ha ospitato lo show del Boss a Philadelphia. Il cantante dei Pearl Jam si è quindi goduto tutto lo show della E Street Band anche se non è salito sul palco.

Poster: 12 3 Setlist: 1 – Foto: pearljam.com
07.09.2012 Wrigley Field, Chicago (Apparizione di Ed Vedder allo show di Bruce Springsteen)
Setlist (solo le canzoni con Ed Vedder): Atlantic City, Tenth Avenue Freeze-out, Twist And Shout (Medley/Russell)

Ed Vedder è apparso allo show di Bruce Springsteen al Wrigley Field di Chicago. Il cantante dei Pearl Jam ha duettato con il Boss su “Atlantic City” (video) e si e’ aggiunto alla E Street Band e a Tom Morello per le conclusive “Tenth Avenue Freeze-Out” (video) e “Twist And Shout” (video). Gli mp3 dell’esibizione di Vedder con Springsteen sono disponibili a questo link, grazie a https://twitter.com/demetriosns!

Foto: 1 2
08.09.2012 Wrigley Field, Chicago (Apparizione di Ed Vedder allo show di Bruce Springsteen)
Setlist (solo le canzoni con Ed Vedder): My Hometown, Darkness On The Edge Of Town, American Land

Ed Vedder è apparso al secondo show di Bruce Springsteen al Wrigley Field di Chicago. Il cantante dei Pearl Jam ha duettato con il Boss su “My Hometown” (video), sulla storica “Darkness On The Edge Of Town” (video) e nella finale “American Land” (video) insieme alla E Street Band e a Tom Morello! Curioso notare il fatto che dieci anni fa, sempre a Chicago, Vedder si unì a Bruce Springsteen proprio per cantare “My Hometown” (audio) mentre nel 2004, a East Rutherford, i due suonarono – tra le altre – “Darkness On The Edge Of Town” (video). Gli mp3 dell’esibizione di Vedder con Springsteen sono disponibili a questo link, grazie a https://twitter.com/demetriosns!

Foto: 1 234
08.09.2012 The Triple Door, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)
Setlist (solo le canzoni con Mike McCready): Wild Horses (Rolling Stones)

Mike McCready è apparso allo show di Brandi Carlile al Triple Door di Seattle. Il chitarrista ha accompagnato la giovane cantautrice in una cover di “Wild Horses” dei Rolling Stones (video).

20.09.2012 Palma Ceia, Tampa, FL (Apparizione di Ed Vedder)
Setlist: Rise, Without You, Millworker (James Taylor), Rockin’ In The Free World (Neil Young)

Ed Vedder è apparso ad un fundraiser a favore della campagna elettorale di Barack Obama in vista delle imminenti elezioni presidenziali USA. L’evento, riservato a pochi e facoltosi invitati, ($20,000 il costo dell’invito) si è tenuto a Palma Ceia, un sobborgo di Tampa, presso la residenza privata di Don Miggs (cantautore) e di Lisa DeBartolo (figlia dell’ex proprietario della squadra di football dei San Francisco 49ers). Vedder, in completo nero (“Non penso di aver mai suonato così tante canzoni vestito così prima di stasera”) ha esordito con “Rise”, dopodichè ha presentato il suo ukelele ‘made in Hawaii’ (“Qui c’è il suo piccolo certificato di nascita,” ha scherzato Vedder, ironizzando sulle teorie cospirative contro Obama secondo cui non sarebbe nato davvero alle Hawaii e quindi per legge non potrebbe ricoprire il ruolo di Presidente degli Stati Uniti, video). Vedder ha anche colto l’occasione per criticare il candidato alla presidenziali USA sfidante di Obama, il repubblicano Mitt Romney, che nei giorni scorsi ha fatto scalpore con un video, rubato e messo in rete, in cui definiva il 47% degli Americani “parassiti”. Vedder ha raccontato la sua storia: “Io sono un esempio di uno che non è mai arrivato all’Università. Avevo un sogno, fare il musicista, ma sentivo che quel sogno aveva una data di scadenza.” Ha quindi raccontato di come da ragazzo, dopo aver lasciato la scuola, si sia iscritto ad un programma governativo di formazione per diventare guardia giurata e di come in seguito fu assunto per il turno di notte e divenne supervisore della sicurezza presso una compagnia petrolifera. “E’ stato grazie a quel lavoro che ho potuto permettermi chitarre e microfoni. Per me, tutto ha avuto inizio con quella possibilità di avere la giusta formazione per un lavoro decente. E’ molto irritante sentire un candidato presidente che scarica tanto facilmente una così enorme fascia della popolazione”. Vedder ha quindi presentato il Presidente Obama, che l’ha ringraziato per la sua “incredibile performance, ma soprattutto per quella storia.” Obama ha poi aggiunto: “Aver condiviso con noi questa storia, Eddie, dice tanto non solo di te ma anche di questo paese. Questa storia cattura meglio di ogni altra cosa il senso di questa campagna elettorale e il senso di questo paese.” Qui il video della presentazione di Barack Obama da parte di Ed Vedder.

Poster: 1 – Foto: 1
21.09.2012 Pensacola Beach, FL, DeLuna Festival
The Gaslight Anthem (solo le canzoni con Ed Vedder): State Of Love And Trust (Pearl Jam)
Soundcheck: Of The Earth, Know Your Rights (The Clash), Grievance, Just Breathe, Parachutes
Setlist: Oceans, Interstellar Overdrive (Pink Floyd)/Corduroy, Got Some, Once, Given To Fly, Amongst The Waves, Grievance, Even Flow, World Wide Suicide, The Fixer, Daughter/It’s Ok(Dead Moon), Of The Earth, Small Town, Parachutes, Unthought Known, Do The Evolution, Porch
Encore 1: Black, Comatose, Why Go, Rearviewmirror
Encore 2: Better Man/Save It For Later (The English Beat), Lukin, Alive, Baba O’Riley (The Who), Yellow Ledbetter/Star Spangled BannerPrima dello show dei Pearl Jam, Ed Vedder ha raggiunto on stage i Gaslight Anthem (foto) per cantare su “State Of Love And Trust” (video). Non c’è da stupirsi, la band del New Jersey ha spesso suonato questa cover (video) e Brian Fallon – il cantante della band – ha ribadito più volte che i Pearl Jam sono la sua band preferita (guarda qui il video messaggio di Brian Fallon dedicato a Pearl Jam OnLine).Il set dei Pearl Jam è iniziato sulle note di “Oceans” in omaggio alla location del DeLuna Festival, una spiaggia sull’oceano. Dopo “Even Flow” Ed ha ricordato che Mike McCready è originario della Florida. Da notare che nel main set è stata suonata, per la prima volta su suolo americano, “Of The Earth”. “Parachutes” è stata dedicata al compianto chitarrista dei Ramones, Johnny Ramone. Nel primo encore Vedder ha ringraziato bands come i Guided By Voices e i Ben Folds Five – presenti nella line up della giornata – per essersi riformate e per continuare a suonare grande musica.
Poster: 12 – Foto: pearljam.com
22.09.2012 Atlanta, GA, Midtown Festival
Setlist: Why Go, Save You, Animal, Small Town, Corduroy, Got Some, Amongst The Waves, Wishlist, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Do The Evolution, Even Flow, Know Your Rights (The Clash), Nothingman, Supersonic, Jeremy, Porch
Encore 1: Crazy Mary (Victoria Williams), Given To Fly, The Fixer, Rearviewmirror
Encore 2: Unthought Known, Black, Alive, Rockin’ In The Free World (Neil Young)Dopo “Animal” Ed Vedder si è congratulato con Florence And The Machine per la loro ottima performance. Prima di “Know Your Rights”, cover dei Clash, Vedder ha parlato dell’importanza del voto, mentre prima di “The Fixer” ha detto che tra il pubblico era presente anche il loro storico producer e amico Brendan O’Brien (originario di Atlanta, dove si teneva il festival). Durante l’encore 2 Vedder ha parlato della storia dei Pearl Jam, dei loro vent’anni (e più) passati insieme e di come tutti siano amici tra loro.
Poster: 1 – Foto: pearljam.com
30.09.2012 Missoula, MT, Adams Center
Supporters: Mudhoney
Soundcheck: Cropduster, Fortunate Son (Creedence Clearwater Revival), Ghost, Severed Hand
Setlist: Small Town, Corduroy, Do The Evolution, Got Some, Given To Fly, Amongst The Waves, Severed Hand, Unthought Known, Not For You, State Of Love And Trust, Jeremy, Ghost, Daughter/Blitzkrieg Bop (Ramones), Know Your Rights (The Clash), Comatose, Why Go
Encore: Last Kiss (Wayne Cochran), Off He Goes, Low Light, Man Of The Hour, Nothingman, Better Man/Save It For Later (The English Beat)
Encore 2: Wasted Reprise, Life Wasted, Fortunate Son (Creedence Clearwater Revival), Alive, Kick Out The Jams (MC5, with Mudhoney), Rockin’ In The Free World (Neil Young), IndifferenceBenefit show a favore del senatore democratico Jon Tester, nato come Jeff Ament a Big Sandy (piccola città del Montana). “Given To Fly” è stata dedicata a Tester. “Ghost”, inserita nel mainset, è stata suonata per la prima volta dai tempi dello show a Philadelphia del 27 ottobre 2009 (video).
Le prime quattro canzoni del primo, bellissimo, encore sono state suonate totalmente in acustico, con la band seduta su delle sedie (Vedder pare fosse malaticcio, da qui la decisione di rallentare il tiro dello show, video). Nel secondo bis è stata suonata “Fortunate Son”, scelta azzeccata per l’occasione cosi’ come “Know Your Rights” dei Clash proposta durante il set principale. “Kick Out The Jams” ha visto la patecipazione on stage di Mark Arm e Steve Turner dei Mudhoney.
Poster: 1 – Foto: pearljam.com
03.10.2012 Treasure Island, San Francisco, CA (Oracle OpenWorld Appreciation)
Supporters: X, Kings Of Leon
X setlist (solo le canzoni con Ed Vedder): Devil Doll (X)
Kings Of Leon setlist (solo le canzoni con Ed Vedder): The Bucket (Kings Of Leon)
Setlist: Do The Evolution, Animal, Corduroy, Small Town, Wishlist, Got Some, Unthought Known, Given To Fly, Even Flow, Just Breathe, Down, Green Disease, Black, Once, Come Back, Porch
Encore: Better Man, Alive, Baba O’Riley (The Who)Corporate show per i dipendenti della Oracle, un’azienda americana che attualmente commercializza la tecnologia di basi di dati (DBMS, Data Base Management System) più utilizzata al mondo. Durante il set degli X Vedder è apparso per cantare “Devil Doll” (video) mentre con i Kings Of Leon ha cantato “The Bucket” (video). Il set dei PJ è stato abbastanza standard, con molte hit (“Even Flow”, “Black”, “Once”) e qualche scelta azzeccata (“Down” e “Green Disease”). Il concerto si è concluso sulle note della cover degli Who, “Baba O’Riley”.
19.10.2012 California’s Children’s Discovery Museum benefiting Heal EB, San Jose, CA (Apparizione di Ed Vedder)
Big Daddy Sunshine Setlist (solo le canzoni con Ed Vedder): Come Together (Beatles), Runnin’ Down A Dream (Tom Petty), Rockin’ In The Free World (Neil Young)

Vedder è apparso, a sorpresa, durante il set della band locale Big Daddy Sunshine cantando su varie cover. L’occasione è stata data da un benefit a favore dell’associazione “A Night of Discovery & Healing for EB”. Maggiori informazioni e foto della serata si possono trovare sul sito twofeetthick.com

20.10.2010 Shoreline Amphitheater, Mountain View, CA, Bridge School Benefit (Apparizione di Ed Vedder)
Setlist: Last Kiss (Wayne Cochran), Small Town

Apparizione a sorpresa di Ed Vedder al Bridge School Benefit. Il cantante dei Pearl Jam si è presentato sul palco dicendo: “Non avrei mai pensato, svegliandomi questa mattina, di trovarmi qui… ad aprire un concerto dei Guns N’Roses con la mia chitarra acustica”. I Guns N’Roses erano infatti nella line up della giornata insieme a Neil Young, ai Flaming Lips e a Jack White. Vedder ha quindi suonato “Last Kiss” e “Small Town”. Alla fine dello show Vedder si è unito a tutti gli artisti presenti alla serata per fare i cori su “Rockin’ In The Free World” di Neil Young. Cliccando qui potrete vedere una divertente foto del cantante dei Pearl Jam con il comico Steve Martin. A questo link è invece presente il video integrale dei mini set di Vedder.

27.10.2010 Tractor Tavern, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)
Setlist: One Vision, Tie Your Mother Down, Under Pressure, Killer Queen, The Game, Stone Cold Crazy, Don’t Stop Me Now, Another One Bites the Dust, Hammer to Fall, I Want It All, Somebody to Love, Dragon Attack, Radio Ga Ga, Best Friend, Crazy Thing Called Love, Fat Bottom Girls, I Want to Break Free, Get Down Make Love, Spread Your Wings, Bohemian Rhapsody
Encore: Love of My Life, We Will Rock You, We Are the Champions, Sheer Heart AttackMike McCready è apparso durante lo show degli HalloQueen (con Rick e Chris Friel). Tutte le cover proposte sono pezzi originali dei Queen.

RNDM 2012 Usa Tour
I RNDM, band parallela di Jeff Ament insieme a Joseph Arthur e a Richard Stuverud, stanno tenendo un tour nel Nord America per promuovere l’uscita del loro disco “Acts”. Di seguito le date del tour (poster) con le relative setlist. Per maggiori informazioni su questo tour seguite JeffAmentsArmy.

31/11/2012 Missoula, MT, The Badlander and Palace
Setlist: Modern Times, Disappearing Ones, What You Can’t Control, Hollow Girl, Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, I Think Of Demons (Roky Erickson), When The Fire Comes, Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

2/11/2012 Brooklyn, NY, Music Hall of Williamsburg
Setlist: Modern Times, Disappearing Ones, Darkness, What You Can’t Control, Hollow Girl, King Of Cleveland (Joseph Arthur), Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur)
Encore: Cherries In The Snow, I Think Of Demons (Roky Erickson), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)
Foto esclusive per Pearl Jam OnLine di Pier Paolo Campo: link

3/11/2012 Washington, DC, Black Cat
Setlist: Modern Times, Disappearing Ones, Darkness, Hollow Girl, King Of Cleveland (New song), Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur)
Encore: Cherries In The Snow, I Think Of Demons (Roky Erickson), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Aint’ Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

4/11/2012 Philadelphia, PA, Union Transfer
Setlist: Modern Times, Disappearing Ones, What You Can’t Control, Darkness, Hollow Girl, King Of Cleveland (New song), Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur)
Encore: Cherries In The Snow, I Think Of Demons
(Roky Erickson), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

5/11/2012 Live on Late Night with Jimmy Fallon
Setlist: Modern Times (video), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash – video)

07/11/2012  Boston, MA, Newbury Comics Store – Acoustic Set 
Setlist: What You Can’t Control, New Tracks, Cherris In The Snow

07/11/2012 Boston, MA, Paradise Rock Club
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Disappearing Ones, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur)
Encore: Cherries In The Snow, Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

8/11/2012 New York City, NY, The Bowery Ballroom
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Disappearing Ones, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur)
Encore: Cherries In The Snow, Into You Like A Train
(The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

9/11/2012 Montreal, QC, Corona
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Disappearing Ones, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur)
Encore: Cherries In The Snow, Into You Like A Train
(The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

10/11/2012 Ottawa, ON, Algonquin Theater
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Disappearing Ones, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur)
Encore: Cherries In The Snow, Into You Like A Train
(The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

11/11/2012 Toronto, ON, Lee’s Palace
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Disappearing Ones, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), Look Out, Throw You To The Pack, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur)
Encore: Cherries In The Snow, Into You Like A Train
(The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

13/11/2012 Chicago, IL, Lincoln Hall
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist(Joseph Arthur), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon
(New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

14/11/2012 Milwaukee, WI, Turner Hall Ballroom
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist(Joseph Arthur), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon
(New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

15/11/2012 Minneapolis, MN, First Avenue & 7th St. Entry
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), Look Out, New Tracks, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur, w/ Kraig Johnson)
Encore: Cherries In The Snow, May Your Walls Never Fall (New song), I Think Of Demons (Roky Erickson), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

16/11/2012 Lawrence, KS, The Bottleneck
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon (New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

18/11/2012 Boulder, CO, The Fox
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon (New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

21/11/2012 Los Angeles, CA, Troubadour
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon
(New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

23/11/2012 San Francisco, CA, Great American Music Hall
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon
(New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

25/11/2012 Portland, OR, The Doug Fir Lounge
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon
(New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

26/11/2012 Vancouver, BC, Biltmore Cabaret
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon
(New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

27/11/2012 Seattle, WA, The Showbox at the Market
Setlist: What You Can’t Control, Modern Times, Darkness, Hollow Girl, The King Of Cleveland (New song), New Tracks, Look Out, Williamsburg, Walking Throught New York, Disappearing Ones, Throw You To The Pack, When The Fire Comes, Can’t Exist (Joseph Arthur, w/ Mike McCready), Cherries In The Snow
Encore: I Picture You On The Moon
(New song), May Your Walls Never Fall (New song), Into You Like A Train (The Psychedelic Furs), Ain’t Go No Mag 7 (Nina Simone/The Clash)

Soundgarden 2012 Tour
I riformati Soundgarden, con Matt Cameron dei Pearl Jam alla batteria, stanno tenendo alcuni concerti in piccoli club europei, canadesi e americani per promozionare l’uscita del loro nuovo disco in studio, il primo da diciassette anni a questa parte, intitolato “King Animal”.

6/11/2012 Live at Later with… Jools Holland, UK
Setlist: Been Away Too Long (video), Rusty Cage (video)

7/11/2012 Dortmund, Germany, FWZ
Pre-setlist: Incessant Mace, Rowing
Setlist: Spoonman, Let Me Drown, Outshined, Room A Thousand Years Wide, Flower, Blow Up The Outside World, Fell On Black Days, Eyelids Mouth, Non-State Actor, My Wave, The Day I Tried To Live, Been Away Too Long, Worse Dreams, Blood On The Valley Floor, A Thousand Days Before, Taree, Rowing
Encore: Slaves And Bulldozers

9/11/2012 London, UK, Shepherd’s Bush Empire
Setlist: Been Away Too Long, My Wave, Spoonman, Let Me Drown, Room A Thousand Years Wide, Flower, Haunted Down, Drawing Flies, Incessant Mace, Blow Up The Outside World, Feel On Black Days, Loud Love, Black Saturday, Eyelid’s Mouth, Taree, Rusty Cage, Outshined, Attrition, Rowing
Encore: Worse Dreams, The Day I Tried To Live, Black Hole Sun, Slaves & Bulldozers

12/11/2012 Ed Sullivan Theater, New York, NY, USA – Live on Letterman
Setlist: Been Away Too Long
Setlist [Web Broadcast]: Worse Dreams, By Crooked Steps, Incessant Mace, Beyond The Wheel, Taree, A Thousand Days Before, Eyelid’s Mouth, Non-State Actor, Fell On Black Days, Rowing
Bowery Ballroom, NYC [
Hurricane Sandy Benefit] setlist: Fell On Black Days, Black Saturday, Blow Up the Outside World, Halfway There, Black Hole Sun, Outshined
I Soundgarden, dopo aver tenuto un webcast per il programma Late on David Letterman hanno tenuto, sempre a New York, un mini set di una decina di pezzi in un benefit a favore delle persone colpite dall’uragano Sandy. Dopodichè Chris Cornell ha tenuto, in solista, un suo set completo.

13/11/2012 New York, NY, Irving Plaza
Setlist: Incessant Mace, Gun, Jesus Christ Pose, By Crooked Steps, Outshined , Room a Thousand Years Wide, Spoonman, Taree, Been Away Too Long, Worse Dreams, My Wave, Ugly Truth, Fell on Black Days, Hunted Down, Drawing Flies, Non-State Actor, Black Saturday, Blow Up the Outside World, Eyelid’s Mouth, Blood on the Valley Floor, Rowing
Encore 1: Slaves & Bulldozers
Encore 2: Rusty Cage

16/11/2012 Toronto, ON, Phoenix Theater
Setlist: Flower, Outshined, Spoonman, Let Me Drown, Hands All Over, Attrition, Taree, Loud Love, Drawing Flies, Hunted Down, Ugly Truth, Non-State Actor, Eyelid’s Mouth, Blow Up The Outside World, Been Away Too Long, My Wave, The Day I Tried To Live, Burden In My Hand, A Thousand Days Before, By Crooked Steps, Rusty Cage, Rowing
Encore: Black Hole Sun, Incessant Mace

26/11/2012 Live at Jimmy Kimmel Live on ABC
Setlist: By Crooked Steps, Been Away Too Long, Rowing, Rusty Cage, Beyond The Wheel

27/11/2012 Los Angeles, CA, Fonda Theatre
Setlist: Jesus Christ Pose, Flower, Outshined, Spoonman, Attrition, Gun, Crooked Steps, Taree, Non-State Actor, Get On The Snake, Blow Up The Outside World, Eyelid’s Mouth, Ugly Truth, Feel On Black Days, Been Away Too Long, Worse Dreams, My Wave, Burden In My Hand, A Thousand Days Before, Rusty Cage, Bones Of Birds, Rowing
Encore: Incessant Mace, Blood On The Valley Floor, Black Hole Sun, Slaves And Bulldozers

EDDIE VEDDER 2012 USA TOUR

31.10.2012 Las Vegas, NV, The Pearl [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, You’re True, Sometimes, Small Town, Just Breathe, Far Behind, No Ceiling, Guaranteed, Rise, My City Of Ruins (Bruce Springsteen, w/ Kenneth ‘Boom’ Gasper), Masters Of War (Bob Dylan), Lukin, Porch
Encore 1: Hide Your Love Away (Beatles), Unthought Known, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Forever Young (Bob Dylan), The End, Arc
Encore 2: Can’t Help Falling In Love (George Weiss, w/ Roland ‘Elvis’ August), Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard)

Vedder ha ringraziato i presenti per aver aspettato a lungo questo show (l’intero tour solista si doveva in origine tenere nei primi mesi del 2012, ma a causa di un infortunio di Vedder è stato posticipato a fine anno). Essendo la notte di Halloween, Ed ha chiesto di illuminare il pubblico per vedere i travestimenti. Avendo avvistato una coppia travestita da Axl e Slash dei Guns N’Roses, ha ironizzato: “Axl, ti ho visto l’altro giorno al Bridge School. Hey, non avevi uno show stanotte? Ah giusto, tu arriverai solo a mezzanotte”. Vedder ha dedicato la cover di Springsteen “My City Of Ruins” – suonata con Boom dei Pearl Jam – alle persone colpite dal recente uragano che si è abbattuto sulla East Coast degli Stati Uniti. All’inizo del secondo encore, Ed ha parlato della storia d’amore nata tra Liz [Burns, storico membro della crew dei Pearl Jam] e l’amico e tecnico della chitarra di Glen Hansard, Simon. Ed si è detto dispiaciuto per non essere stato al loro matrimono, che si è tenuto alla cappella “Viva Las Vegas”, ma di averlo visto in streaming sul suo computer. Ha poi invitato Liz e Simon sul palco e li ha presentati al pubblico, dopodichè ha invitato anche l’impersonificatore di Elvis che li ha sposati (Roland August della cappella “Viva Las Vegas”) ad uscire sul palco e a rinnovare i voti di matrimonio della coppia. Il finto Elvis ha tenuto un piccolo discorso e ha ‘risposato’ Liz e Simon Good. Ed e il finto Elvis hanno infine suonato insieme “Can’t Help Falling In Love” dedicandola alla coppia.

Poster: 1 / Card: 1
01.11.2012 Las Vegas, NV, The Pearl [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Small Town, Brain Damage (Pink Floyd), Trouble (Cat Stevens), Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Goodbye, Light Today, I Am Mine, Drfitin’, Just Breathe, Setting Forth, Guaranteed, Long Nights, Rise, Good Woman (Cat Power), Better Man (w/ Kenneth ‘Boom’ Gaspar), Unthought Known, Porch
Encore 1: Wishlist, I Am Patriot (Steve Van Zandt), Society (Jerry Hannah, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglova, w/ Glen Hansard), Tonight You Belong To Me (Rose, David, w/ Natalie Maines), Golden State (John Doe, w/ Natalie Maines), Black (w/ Kenneth ‘Boom’ Gaspar)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Kenneth ‘Boom’ Gasper, Glen Hansard & Natalie Maines)

Ed ha parlato dei costumi di Halloween della sera precedente, ricordando ancora la coppia vestita da Axl & Slash e ironizzando su come fosse stato bello vederli andare d’accordo. Ha poi fatto apprezzamenti sul teatro, dicendo che qualcuno stava sicuramente morendo dal ridere all’idea di vederlo suonare al Pearl Theater. Durante il main set ha parlato dei West Memphis Three rivelando che Jason Baldwin (uno dei tre ragazzi del caso) era in platea. Ha quindi chiesto a Jason di alzarsi in piedi e gli ha dedicato “I Am Mine”. Presentando “Just Breathe” ha spiegato che parla di sua moglie e del suo sostegno nel crescere le famiglia e ha elogiato la cover della canzone da parte di Willie Nelson. Ed ha confessato di averla ascoltata cosí tante volte da non riuscire quasi piú a cantarla senza pensare alla versione di Willie (“È la sua canzone ora e sono grato che l’abbia fatta”, ha detto dopo averne improvvisato una parte nello stile vocale di Nelson). Dopo “Betterman” ha ringraziato Boom, ricordando come lui sia ormai parte integrante della band (“Ci ha cambiati come band. Lui è il nostro ‘big man,’ come Clarence [Clemons]”). All’inizio del primo encore, Ed ha parlato di una causa a cui si è interessato recentemente per aiutare le persone affette da epidermolisi bollosa, chiedendo al pubblico di fare delle donazioni. Qualcuno ha dato un biglietto da $100 a Eddie e, mentre lui continuava a parlare, qualcun altro gli ha offerto $5000 per suonare “Black”. Ed ha risposto di non essere in grado di suonarla ma di restare nei paraggi perchè avrebbe trovato un modo (“Black” è poi stata effettivamente suonata alla fine del primo encore, con Boom all’organo). A questo punto altre persone tra il pubblico hanno iniziato a gridare di voler fare delle donazioni. Ed, visibilmente toccato ed emozionato, ha detto che sua moglie e le persone che gestiscono la charity sarebbero state felici e che non aveva mai avuto una reazione simile dal pubblico. Sempre nel primo encore, Ed ha presentato Natalie Maines, ringraziandola per il suo supporto nella causa dei West Memphis Three e cantando con lei su due pezzi. Prima di “Hard Sun” Ed ha nuovamente ringraziato il pubblico per le offerte, dicendo di essere fiducioso dal momento che qualcuno gli aveva dato $5000 in contanti per suonare “Black”. $5000 in contanti, a LAS VEGAS!
P.s. Il main set di questo concerto è stato trasmesso il 6 novembre 2012 sulla radio Sirius dei Pearl Jam.

Poster: 1 / Card: 1
04.11.2012 Phoenix, AZ, Comerica Theater [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Small Town, Brain Damage (Pink Floyd), Sometimes, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, You’re True, Light Today, Millworker (James Taylor), Just Breathe, Far Behind, Guaranteed, Long Nights (w/ Glen Hansard), Rise, Better Man, Masters Of War (Bob Dylan), Unthought Know, Porch
Encore 1: Wishlist, Society (Jerry Hannah, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglova, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), Arc
Encore 2: Rockin’ In The Free World (Neil Young, w/ Glen Hansard), Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard)

Nel main set, Ed ha raccontato di come l’ukulele sia uno strumento ‘felice’ per natura e di come lui vi si sia avvicinato in uno dei momenti più tristi della sua vita da adulto. All’inizio infatti era intenzionato a distruggere il ‘suono felice’ dell’ukulele, utilizzandolo per comporre le canzoni più tristi che poteva. Ha poi fatto presente che la canzone successiva (“Without You”) non fa parte delle canzoni tristi, ma di quelle felici (“Ne ho ridata una all’ukulele, visto che avevo incontrato una ragazza meravigliosa”). Dopo “Light Today” ha raccontato la genesi della canzone: durante una bellissima notte di luna piena, mentre la famiglia e gli amici dormivano, ha preso il suo registratore portatile e ha camminato fino alla spiaggia per registrare il suono delle onde che si sentono nella canzone. Ha detto: “Ascoltando la registrazione originale, si possono sentire queste grandi onde e io che per tornare verso casa prendo un sentiero diverso, pieno di rovi, così verso la fine si sente me che dico ‘fuck, ow, fuck fuck ow fuck’ mentre cammino verso casa.” Per introdurre la parte del set dedicato alle canzoni di “Into The Wild”, Ed ha parlato della sua esperienza di rafting con Sean Penn dopo le riprese del film e ha invitato Brian Dierker (che appare nel film) a raggiungerlo sul palco per un piccolo ‘campfire’.

Poster: 1 / Card: 1
04.11.2012 New Orleands, Champions Square (Apparizione di Mike McCready)
The Revivalists setlist (solo le canzoni con Mike McCready): Whipping Post (Allman Brothers Band)

Apparizione di Mike McCready insieme ai Revivalists. Il video dell’esibizione è disponibile a questo link.

06.11.2012 Albuquerque, NM Kiva Auditorium [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: I Am A Patriot (Steve Van Zandt), Sometimes, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You/Inly Women Bleed (Alice Cooper), Light Today, I Am Mine, Man Of The Hour, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Long Nights (w/ Glen Hansard), Rise, Small Town, Immortality, Lukin, Porch
Encore: Soon Forget, Better Man, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Byrant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglova, w/ Glen Hansard)
Encore 2: Rockin’ In The Free World (Neil Young, w/ Glen Hansard), Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard)

Nell’outro di “Without You” Vedder ha brevemenete taggato “Only Women Bleed” di Alice Cooper. Ovviamente Vedder ha parlato a lungo delle elezioni presidenziali americane che si stavano svolgendo proprio in quelle ore. “Sapete, abbiamo fatto un po’ di campagna elettorale per uno dei due candidati e non voglio alienarmi chi ha votato per l’altro, ma dobbiamo essere onesti in pubblico e se qualcuno di voi non sapeva da che parte io stessi prima di comprare il biglietto, beh non è colpa mia. Abbiamo avuto un messaggio dal quartier generale di Obama che ci ha appena confermato che è ufficiale, quindi festeggiamo!” ha detto Vedder ad un certo punto, alzando in alto la chitarra in segno di giubilo. Presente in platea Emile Hirsch (l’attore che interpreta Chris McCandless nel film “Into The Wild”), che è stato invitato a sedere sul palco per alcune canzoni. Dopo aver dedicato “Soon Forget” a Mitt Romney (“Questa è per l’altro candidato, quello bianco e ricco che ha perso”) nel primo encore Vedder ha chiesto al pubblico di ‘votare’ quale canzone avrebbero voluto ascoltare. Il pubblico ha iniziato a richiedere pezzi come “Footsteps” e “Jeremy” e alla fine Ed ha accolto la richiesta di suonare “Better Man” dedicandola a Barack Obama. Nel secondo encore, ha ribadito di nuovo quanto fosse bello poter celebrare insieme la rielezione di Obama, ma che aveva trovato solo due bottiglie di champagne e quindi il pubblico le avrebbe dovute condividere.

Poster: 1 / Card: 1
07.11.2012 El Paso, TX, Plaza Theater [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Waving Palms, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Broken Heart, More Than You Know (Rose, Eliscu, Youmans), Wishlist, Small Town, I Believe In Miracles (Ramones), Far Behind, Setting Forth, Guaranteed, Rise, Just Breathe, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Needle & The Damage Done (Neil Young), Off He Goes, Loud Uke (New song), Unthought Known, Porch
Encore 1: I Am A Patriot (Steve Van Zandt), Immortality, Tonight You Belong To Me (Rose, David, w/ Melissa Ibarra), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglova, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), The End, Arc
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard)

Nel main set è stata proposta una nuova canzone suonata con l’ukulele ed intitolata “Loud Uke”.

Poster: 1 / Card: 1
09.11.2012 Austin, TX, Bass Concert Hall [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Walking The Cow (Daniel Johnston), Brain Damage (Pink Floyd), Sometimes, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Small Town, Good Woman (Cat Power), Drfitin’, Girl From The North Country (Bob Dylan), Man Of The Hour, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Long Nights(w/ Glen Hansard), Lukin, Unthought Known, Rise, Parting Ways (w/ Jake Clemons), Porch
Encore 1: I Am A Patriot (Steve Van Zandt), Just Breathe, Long Road, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglova, w/ Glen Hansard), Drive All Night (Bruce Springsteen, w/ Jake Clemons and Glen Hansard), Arc
Encore 2: Yellow Ledbetter (w/ Gareth Wynn), Hard Sun (Indio, w/ Jake Clemons and Glen Hansard)

Nel primo encore Jake Clemons (attuale sassofonista della E Street Band di Bruce Springsteen e nipote del compianto Clarence) ha raggiunto sul palco Vedder e Hansard per suonare “Drive All Night” del Boss.

Poster: 1 / Card: 1
11.11.2012 Austin, TX Bass Concert Hall [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Tuolumne, Small Town, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, You’re True, Light Today, Trouble (Cat Stevens), Wishlist, Hide Your Love Away (Beatles), Far Behind, Setting Forth, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Better Man, Loud Uke (New song), Fourth Of July (Dave Alvin/X), Porch
Encore 1: Masters Of War (Bob Dylan), Just Breathe, The Longing Goes Away (The Frogs, w/ Jimmy Flemion), Starboy (The Frogs, w/ Jimmy Flemion), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglova, w/ Glen Hansard)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard and Jimmy Flemion), Picture In A Frame (Tom Waits)

Nel main set è stata riproposta la nuova “Loud Uke”. Nel primo encore Vedder è stato raggiunto sul palco da Jimmy Flemion. I due hanno suonato un mini set di cover dei Frogs (video), la band nella quale militava anche il fratello di Jimmy, Dennis Flemion (scoparso pochi mesi fa e amico personale di Ed). Vedder ha ricordato che originariamente questo show si sarebbe dovuto tenere in Maggio ma che è stato posticipato per un infortunio che gli è capitato. Ha aggiunto che l’altro grande problema è che questo concerto cadeva nel giorno del compleanno di sua moglie, costringendolo di fatto a perderselo. Eddie ha quindi chiuso lo show dedicando “Picture In A Frame” di Tom Waits a sua moglie Jill.

Poster: 1 / Card: 1
12.11.2012 Houston, TX, Jones Hall [Eddie Vedder]

Supporter: Glen Hansard
Setlist: Brain Damage (Pink Floyd), Sometimes, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Goodbye, Without You, Soon Forget, I Am Mine, Good Woman (Cat Power), Millworker (James Taylor), Setting Forth, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Picture In A Frame (Tom Waits), Everyday (Buddy Holly), Small Town, Porch
Encore 1: Just Breathe, Immortality, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Love Boat Captain, The End
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard and Moji)

Presentando la cover di “Good Woman” di Cat Power, Ed ha detto: “La prossima canzone è davvero bella ed intensa. È di Chan Marshall, conosciuta anche come Cat Power. Parla di quello che sarebbe successo se la donna di ‘Better Man’ avesse fatto la cosa giusta”. Durante il main set qualcuno tra il pubblico ha gridato “Dov’è il tuo vino, Ed?”. Ed ha risposto, “sai, ho smesso di bere e di fumare… ho preso questa decisione oggi pomeriggio alle 4, quindi vedremo come va…”, poi ha aggiunto che anche se sembra facile, in realtà è difficile concentrarsi e ricordarsi tutte le canzoni e si sentirebbe malissimo se le persone che hanno pagato per venire ai concerti si ritrovassero un Eddie ubriaco ed esausto.

Poster: 1 / Card: 1
13.11.2012 Houston, TX, Jones Hall [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Waving Palms, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, More Than You Know (Rose, Eliscu, Youmans), Light Today, Loud Uke (New song), Thumbing My Way, Hide Your Love Away(Beatles), Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Better Man, Off He Goes, Parting Ways, Porch
Encore 1: Just Breathe, Small Town, I Won’t Back Down (Tom Petty), Tonight You Belong To Me(Rose, David, w/ Mojisola Sehidat Abiola), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights(Bryant, Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Forever Young(Bob Dylan), Better Days, Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard & Mojisola Sehidat Abiola), Dream A Little Dream (Kahn, Schwandt, Andree)

Ed ha parlato dell’infortunio che a inizio anno lo ha costretto a posticipare i suoi show solisti e ha ringraziato il publico per essere lì. Ha detto che l’altro grande problema relativo allo slittamento del tour è stato telefonare a Glen Hansard per informarlo della cosa. Ed ha imitato la risposta di Glen con un incerto accento Irlandese: “Mi ha detto, ‘Non preoccuparti. Dimmi solo quando hai bisogno di me e, cazzo, ci sarò’, quindi Glen non è solo un grande musicista ma anche un grande amico”. Poi Ed si è scostato dal microfono dicendo “terribile, terribile” riferendosi al suo accento irlandese e ha promesso a Glen di attenersi alla sua imitazione di Bruce (Springsteen). Per “Tonight You Belong To Me” Vedder ha invitato sul palco Mojisola Sehidat Abiola, la donna che già la sera prima aveva duettato con Glen Hansard durante il suo set. Presentandola, Vedder ha detto: “Non faccio questa canzone a meno che non ci sia una donna a cantarla con me. Potrei farla con Glen ma diventerebbe una situazione alla ‘Brokeback Mountain’ così voglio invitare la mia nuova amica, Moji”.

Poster: 1 / Card: 1
15.11.2012 Dallas, TX, Music Hall at Fair Park [Eddie Vedder]

Supporter: Glen Hansard
Setlist: Walking The Cow (Daniel Johnston), Brain Damage (Pink Floyd), Sometimes, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Needle And The Damage Done (Neil Young), Don’t Be Shy (Cat Stevens), Small Town, Far Behind, No Ceiling, Setting Forth, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Drifint’, Betterman, Immortality, Lukin, Porch
Encore 1: I Believe In Miracles (Ramones), I Am A Patriot, Just Breathe, Unthought Known, Tonight You Belong To Me (Rose, David, w/ Courtney Ateyeh), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Crazy Mary (Victoria Williams), The End, Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard and Courtney Ateyeh)

“Needle And The Damage Done”, cover di Neil Young, è stata dedicata a Andy Wood dei Mother Love Bone. Un ragazzo del pubblico, poco dopo “Setting Forth”, ha urlato “Suona Oceans!”. Vedder ha detto: “Vedete cosa succede quando la gente beve? Si mettono a urlare! Date a quel ragazzo una canna”. Ed ha invitato l’amica di un amico presente allo show a duettare con lui su “Tonight You Belong To Me”, ironizzando nuovamente sul fatto che non la può cantare con Glen perchè “la gente si farebbe strane idee. Glen è un grande cantante ma io mi preoccupo di cosa potrebbero pensare mia moglie e la fidanzata di Glen. La fidanzata di Glen si chiama Heddy. Se l’avessi conosciuta per primo sarebbe potuta diventare Heddy Vedder…”

Poster: 1 / Card: 1
16.11.2012 San Antonio, TX, Lila Cockrell Theater [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Goodbye, You’re True, I Am Mine, Sunset Drive (New Song), Dead Man, Wishilist, Gone, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nigths (w/ Glen Hansard), Her Majesty (Beatles), Hide Your Love Away (Beatles), Man Of The Hour, Small Town, Lukin, Porch
Encore 1: Just Breathe, Untitled Pump Organ Song (New song), I’m One (The Who), Last Kiss (Wayne Cochran), Unthought Known, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Parting Ways
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard), Dream a Little Dream (Khan, Schwandt, Andree)
Ed ha parlato del traffico intenso per raggiungere San Antonio da Dallas e di come abbia temuto di avere un momento alla  ‘Axl Rose’ e di arrivare in ritardo allo show. Durante il main set Vedder ha proposto una nuova canzone, intitolata “Sunset Drive”, ispirata al suo viaggio tra Dallas e San Antonio e al bellissimo tramonto che ha potuto ammirare. Il coro è ispirato ad un sms ricevuto durante il tragitto, mandato da Glen Hansard. Presentando “Gone”, Ed ha parlato di come avere dei figli abbia cambiato il suo modo di scrivere canzoni. Volendo passare più tempo possibile con le sue figlie, ora scrive le canzoni più velocemente. Ha detto che questa è stata scritta quando sua moglie e sua figlia erano uscite a pranzo per un’ora. Lui ha finito la canzone in 51 minuti e ha passato i restanti 9 minuti a chiedersi quando sarebbero tornate perchè gli mancavano. Nel primo encore è stata proposta “Untitled Pump Organ Song”, un nuovo pezzo già eseguito durante il tour solista del 2011.
Poster: 1
18.11.2012 Tulsa, OK Brady Theater [Eddie Vedder]

Supporter: Glen Hansard
Setlist: Small Town, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Soon Forget, Around The Bend, Hide Your Love Away (Beatles), Driftin’, Wishlist, Better Man, Millworker (James Taylor), Far Behind, No Ceiling, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Immortality, Lukin, Porch
Encore 1: Just Breathe, Untitled Pump Organ Song (New Song), Education, 4th Of July (Dave Alvin/X), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Can’t Help Falling In Love (Creatore, Peretti, Weiss, w/ Glen Hansard), This Land Is Your Land (Woodie Guthrie, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irgloá, w/ Glen Hansard), Loud Uke (New Song), I Won’t Back Down (Tom Petty), So You Wanna Be A Rock And Roll Star (The Byrds), The End
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard)

Vedder ha detto che “Soon Forget” gli ricordava un vecchio pezzo dei Porno For Pyros, “Cursed Male”. “Immortality” è stata dedicata a Ray Charles. Prima di “Lukin”, qualcuno dal pubblico si è proposto per salire a cantare “Hunger Strike”. Ed ha detto, “Oh, quindi vuoi cantare la parte di Chris Cornell? Mi piace quando gli spettatori raccontano le barzellette”. Nel primo encore sono state suonate, come in alcuni show precedenti, due canzoni nuove: “Untitled Pump Organ Song”, suonata all’organo, e “Loud Uke” (dal suono molto Pearl Jam, chissà che non venga rilavorata in studio e compaia nel nuovo disco della band…). E’ anche stata proposta – per la prima volta durante un show solista di Ed Vedder – “Education” (out take di “Binaural”, pubblicata su “Lost Dogs”). Verso la fine del primo encor,e Vedder e Glen hanno proposto il classico di Woody Guthrie “This Land Is Your Land” per voce e ukulele . La cover dei Byrds, “So You Wanna Be A Rock And Roll Star”, è stata dedicata a Wyne Coyne dei Flaming Lips, presente in platea e natio dell’Oklahoma.

Poster: 1
18.11.2012 Seattle, WA, EMP Museum [Apparizione di Mike McCready]
Setlist: Little Wing (Jimi Hendrix, w/ Walking Papers), Star Spangled Banner (Traditional), Machine Gun (Jimi Hendrix), Voodoo Child (Jimi Hendrix)

Mike McCready ha partecipato insieme ad altri artisti alla festa di apertura di un museo dedicato a Jimi Hendrix.

19.11.2012 Tulsa, OK, Brady Theater [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Brain Damage (Pink Floyd), Sometimes, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, More Than You Know (Rose, Eliscu, Youmans), I Am Mine, Hide Your Love Away (Beatles), Just Breathe, Man Of The Hour, Far Behind, Setting Forth, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Picture in a Frame (Tom Waits), Small Town, Lukin, Porch
Encore 1: Millworker (James Taylor), The Kids Are Alright (The Who), Unthought Known, Society(Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), This Land Is Your Land(Woody Guthrie, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Forever Young (Bob Dylan), Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard), Dream a Little Dream (Kahn, Schwandt, Andree)

Vedder ha raccontato di come sia stato difficile spiegare il significato del testo di “Guaranteed” a sua figlia quando era piccola. Il verso “don’t come closer or I’ll have to go” era troppo complesso da spiegare, così lui le ha detto che erano le parole che il personaggio Chris diceva all’orso nel film. In seguito sua figlia era timorosa di andare a trovarlo allo studio di registrazione perchè aveva paura che ci fosse anche l’orso. All’inizio del primo encore, Ed ha detto, riferendosi agli spettatori che continuavano a richiedere canzoni: “Una volta ho fatto il cameriere ma ora non prendo più ordini. A meno che non provengano da Stone Gossard, in quel caso dico, ‘sissignore’… a volte….”

Poster: 1
21.11.2012 Memphis, TN, Orpheum Theater [Eddie Vedder]

Supporter: Glen Hansard
Setlist: Brain Damage (Pink Floyd), Trouble (Cat Stevens), Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Light Today, Hide Your Love Away (Beatles), Small Town, Speed Of Sound, Far Behind, No Ceiling, Setting Forth, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Good Woman (Cat Power), Betterman, Loud Uke (New Song), Lukin, Porch
Encore 1: I’m One (The Who), Just Breathe, Immortality, Unthought Known, Untitled Pump Organ Song (New Song), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Byrant, w/ Glen Hansard), Can’t Help Falling In Love With You (Creatore, Peretti, Weiss, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Arc
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard), Dream a Little Dream (Kahn, Schwandt, Andree)

Ed ha lodato Robert Pollard e i Guided By Voices, parlando di quanto siano stati importanti per lui quando componeva le canzoni per “Into the Wild” e di come l’abbiano influenzato a scrivere canzoni più corte. “I Guided By Voices sono una grande band, che dovrebbe essere anche più grande. Robert è qui stasera, è venuto apposta da Dayton. Grazie Robert.” Durante l’encore gli ha dedicato “I’m One” degli Who. Vedder ha detto di aver passato uno dei giorni più felici della sua vita proprio lì a Memphis. “E’ stato il giorno della liberazione dei West Memphis Three. E’ stato anche il giorno che mi ha fatto capire che può esserci speranza ma che devi lottare duramente per essa.” In platea c’era Jessie Misskelley, uno dei tre WM3.

Poster: 1
24.11.2012 Jacksonville, FL, Moran Theater [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Small Town, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Loud Uke (New Song), Soon Forget, Light Today, Brain Damage (Pink Floyd), Sometimes, Girl From The Country (Bob Dylan), I Am Mine, Better Man, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Immortality, Porch
Encore 1: Driftin’, Untitled Pump Organ Song (New Song), Speed Of Sound, Let My Love Open The Door (Pete Townshend), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Byrant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Just Breathe, Unthought Known, Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard), Tomorrow Night (Traditional)

Premiere per il traditional “Tomorrow Night” eseguito alla fine del secondo encore. Ed ha raccontato di aver letto un’intervista in cui Bruce Springsteen raccontava che per un periodo era solito scegliere una persona in prima fila e cantare guardandola negli occhi per tutta la durata dello show. Ed ha detto: “Ci ho provato un paio di volte, ma quando guardavo la persona, quella dopo poco distoglieva lo sguardo. Io continuavo a guardarla, così quando anche lei tornava a guardarmi e vedeva che continuavo a cantare fissandola, distoglieva di nuovo lo sguaro… lo posso capire. Anch’io l’avrei considerato strano.” Quando qualcuno ha gridato “Red Mosquito” Ed ha risposto: “Sì, questa è buona. Non la suonerò mai ma è una buona richiesta. Ma devi avere Mike McCready per questa.”

Poster: 1
25.11.2012 Jacksonville, FL, Moran Theater [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Hide Your Love Away (Beatles), Don’t Be Shy (Cat Stevens), Small Town, Can’t Keep, Sleeping By Myself, You’re True, Thumbing My Way, Good Woman (Cat Power), Wishlist, Man of the Hour, Far Behind, Setting Forth, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Lukin, Porch
Encore 1: I Am A Patriot (Steve Van Zandt), I’m One (The Who), Just Breathe, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), This Land Is Your Land (Woody Guthrie, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), Parting Ways, The End, Arc
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard), Dream a Little Dream (Kahn, Schwandt, Andree)

Ed ha spiegato l’origine di “Arc”. Anche se non ne ha mai parlato molto prima, ha spiegato come la canzone sia stata creata con 9 tracce vocali ripetute in loop, una per ognuna delle nove vittime di Roskilde. Ha detto di considerarla come una preghiera: “Non ci sono parole perchè non ci sono parole per descrivere come ci sentivamo dopo quello che era accaduto.”

Poster: 1
27.11.2012 Orlando, FL Bob Carr Performing Arts Center [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Small Town, I Am Mine, Can’t Keep, Sleeping by Myself, Without You, Light Today, Hide Your Love Away (Beatles), Wishlist, Good Woman (Cat Power), Better Man, Far Behind, No Ceiling, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Immortality, Porch
Encore 1: Last Kiss (Wayne Cochran), Just Breathe, Untitled Pump Organ Song (New Song), Unthought Known, Black (w/ Bronson Arroyo), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Crazy Mary(Victoria Williams), All Along The Watchtower (Bob Dylan), Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard and Bronson Arroyo), Dream a Little Dream (Kahn, Schwandt, Andree)

Presentando la cover dei Beatles “You’ve Got To Hide Your Love Away” Ed ha parlato di quando a 18 anni dovette tornare a vivere a Chicago perchè non aveva nè soldi nè lavoro. All’epoca girava in bus e nei bar si sedeva ai tavoli dove c’erano le tazze di caffè lasciate mezze vuote dai clienti e lui le finiva solo per farsele riempire di nuovo. Passava anche molto tempo in libreria a guardare libri musicali per imparare gli accordi delle canzoni. Una di queste canzoni era proprio quella che in seguito Sean Penn gli avrebbe chiesto di fare per la colonna sonora di “I Am Sam”. Dopo “Good Woman” la figlia più piccola di Ed ha portato la chitarra per la canzone successiva. Ed ha commentato: “Ecco una ‘good woman’.” Un amico di Ed, Bronson Arroyo, ha suonato la chitarra su “Black”. Ed ha ricordato che se Jimi Hendrix fosse vivo, oggi avrebbe 70 anni. “Probabilmente vivrebbe accanto a me [Hendrix era di Seattle]. Io e Jimi usciremmo insieme, fumeremmo dell’erba. Con Mike McCready dall’altro lato della strada. Cazzo, non avrei nemmeno bisogno dell’erba, loro due che suonano insieme sarebbe abbastanza.”

Poster: 1
28.11.2012 Orlando, FL, Bob Carr Performing Arts Center [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Brain Damage (Pink Floyd), Sometimes, Long Road, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Hey Fahkah, More Than You Know, Needle And The Damage Done (Neil Young), Unthought Known, Man of the Hour, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Driftin’, Small Town, Parting Ways, Lukin, Porch
Encore 1: Picture in a Frame (Tom Waits), Just Breathe, Off He Goes, Loud Uke (New Song), Society(Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), This Land Is Your Land(Woody Guthrie, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard)

Parlando di “Hey Fahkah”, Ed ha detto che tra le canzoni di “Ukulele Songs” questa era una di quelle che una delle sue bambine voleva sentire più di tutte. La cover di “Needle And The Damage Done” di Neil Young è stata dedicata ad Andy Wood: “Sapete, l’eroina mi ha cambiato la vita. Non sarei nella band in cui sono se non fosse stato per quella droga ingannevole. Ha tagliato le gambe ai Mother Love Bone e ha messo fine alla vita del loro cantante Andy Wood. Penso tanto a lui. Voglio suonare questa canzone per Andy.” Prima di “Setting Forth” Vedder ha fatto gli auguri a Matt Cameron, batterista dei Pearl Jam e dei riformati Soundgarden, che proprio oggi compiva 50 anni. Prima di “Picture in a Frame” ha detto: “Una delle cose più belle che puoi ottenere dalla vita è fare un lavoro che faresti anche gratis. L’altra cosa è trovare il partner perfetto per te. E’ difficile perchè le persone cambiano e crescono ma è magnifico poter crescere insieme.”

Poster: 1
30.11.2012 Ft. Lauderdale, FL, Broward Center for the Performing Arts [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Throw Your Arms Around Me
(Hunter & Collectors), Sometimes, Long Road, Small Town, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Light Today, I Am Mine, Better Man, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Immortality, Porch
Encore 1: Loud Uke, Hide Your Love Away (Beatles), Reason To Believe (Bruce Springsteen), Just Breathe, Good Woman (Cat Power), Tonight You Belong To Me (Rose/David, w/ Cat Power), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Unthought Known, Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard and Cat Power), Tomorrow Night (Traditional)

“Can’t Keep” è stata presentata come “la mia prima thrash metal ukulele song.” Premiere per la cover di Bruce Springsteen, “Reason To Believe”, mai suonata prima da Vedder. Prima di “Good Woman” Ed ha spiegato come questa canzone sia importante per lui perchè lo ha aiutato a superare un momento difficile della sua vita. Sentire che qualcun altro poteva superare qualcosa di così difficile gli ha dato speranza, dal momento che se qualcun altro poteva farcela, forse ce la poteva fare anche lui. Dopo la canzone ha ricordato di aver inciso “Good Woman” con Chan quando lei stava registrando il suo disco “You Are Free” a Seattle e che lei ha ricambiato il favore prestando la sua voce su “Tonight You Belong To Me” che è finita anni dopo in “Ukulele Songs”. Ed ha detto che lui e Chan non si erano più rivisti da allora, anche se sono rimasti amici: “Sono davvero felice che lei sia qui stasera e per favore trattatela con rispetto – la grande Chan Marshall.” Chan/Cat Power è salita sul palco e ha duettato per la prima volta dal vivo con Vedder su “Tonight You Belong To Me”. Per “Hard Sun” Chan è ritornata sul palco insieme a Glen Hansard. Il concerto si è chiuso sulle note di “Tomorrow Night”, traditional folk americano.

Poster: 1
01.12.2012 Ft. Lauderdale, FL, Broward Center for the Performing Arts [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Small Town, Girl From The North Country (Bob Dylan), Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Blue, Red and Grey (Pete Townshend), Wishlist, Thumbing My Way, Unthought Known, Speed Of Sound, Far Behind, No Ceiling, Guaranteed, Long Nights (w/ Glen Hansard), Dead Man, The Ship Song (Nick Cave), Lukin, Porch
Encore 1: Just Breathe, Untitled Pump Organ Song (New Song), V. White (Improv), Parting Ways, The End, Good Woman (Cat Power, w/ Cat Power), Tonight You Belong To Me (Rose/David, w/ Cat Power), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), This Land Is Your Land (Woody Guthrie, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Arc
Encore 2: Hard Sun (w/ Glen Hansard and Cat Power), Dream a Little Dream (Gus Kahn, Wilbur Schwandt, Fabian Andree)

Presentando la cover di “Blue, Red and Grey” degli Who, Ed ha detto: “Questa è degli Who. Quando la suonarono, ai miei occhi legittimarono l’ukuleke come strumento musicale. Quando ho cominciato a suonarlo è stata la prima canzone che ho imparato e la prima canzone che ho scritto all’ukulele le somiglia moltissimo [“Soon Forget”]. Non ho mai dato soldi a Pete [Townshend] ma siamo ancora amici. In realtà Pete è molto presente nel mio testamento.” Divertente il siparietto su “V. White”. Vedder ha anche ripescato “The Ship Song” di Nick Cave, che non era mai stata proposta in questo tour. Come la sera prima, Ed ha invitato sul palco Chan Marshall, descrivendola come una delle sue cantanti e cantautrici preferite. Dopo una versione da pelle d’oca di “Good Woman” (Ed voce e chitarra acustica, Chan cori e chitarra acustica), Ed ha detto: “Ho suonato parecchie volte questa canzone durante questo tour ma è solo da ieri sera che ho l’occasione di farlo con la persona con cui l’ho registrata.” Poi, come la sera prima, è stata la volta del duetto su “Tonight You Belong To Me.” Con Glen Hansard sul palco, Ed ha parlato del fatto che il suo tour solista sta per finire e che lo aspettano grandi onde da surfare e il disco dei Pearl Jam da finire. Ed ha poi chiesto a Glen se aveva finito di scrivergli le canzoni (implicando scherzosamente che Ed si stia facendo scrivere le canzoni per l’album nuovo dei Pearl Jam da Glen).

Poster: 1 – Foto (Ed Vedder & Cat Power): 1234
03.12.2012 Clearwater, FL Ruth Eckerd Hall [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Don’t Be Shy (Cat Stevens), Small Town, Can’t Keep, Sleeping By Myself, Without You, Light Today, I’m One, Hurt (Nine Inch Nails), Dead Man, Just Breathe, Hide Your Love Away (Beatles), Setting Forth, No Ceiling, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Immortality, Lukin, Porch
Encore 1: Unthought Known, Loud Uke (New Song), I Wont’ Back Down (Tom Petty), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), This Land Is Your Land (Woody Guthrie, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), The End, Arc
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard), Tomorrow Night (Traditional)

Dopo la cover di “Hurt” Ed ha detto: “Questa è una canzone che non suono tutte le sere per rispetto del suo autore, Trent Reznor. Vivo a Seattle, dove anni fa sembrava esserci un’epidemia di gente che moriva a causa dell’eroina. Penso molto a tutte quelle persone che conoscevo e che sono morte di overdose, vorrei fossero ancora qua.” Ed ha ringraziato Sean Penn, presente in platea, per avergli chiesto di partecipare alla colonna sonora di “I Am Sam” e a quella di “Into The Wild”. “Quando ho iniziato ad andare in tour, Sean mi chiedeva di suonare ‘Long Nights.’ Io gli rispondevo che avevo bisogno di qualcuno che suonasse il basso e all’inizio non avevo nessuno che lo facesse. Così, questa è la prima volta che la vede, perchè lui è qui stasera. E’ non lo nomino per questo, perchè non è questo il motivo per cui lui è qui stasera. Sean è di passaggio, sta andando a Haiti dove lavora per aiutare le persone che vivono là. Potete aiutarlo visitando il sito http://jphro.org Voglio suonare questa canzone per Sean che è un vero eroe e che sta lavorando duramente per portare aiuto.” Durante il primo encore, ha ringraziato il pubblico: “Questo è uno dei pochi tour che finisco sentendomi davvero in forma. Mi sto divertendo così tanto che vorrei fosse più lungo. Ma sapete, ho del lavoro da finire… dobbiamo finire il prossimo disco dei Pearl Jam. Una delle ragioni per cui non vorrei che il tour finisse è che mi mancherà moltissimo suonare insieme a Glen. E’ stato tutto fantastico e mi mancherà davvero.”

Poster: 1
04.12.2012 Clearwater, FL Ruth Eckerd Hall [Eddie Vedder]
Supporter: Glen Hansard
Glen Hansard setlist (solo le canzoni con Ed Vedder): Astral Weeks (Van Morrison)/Smile (Pearl Jam)
Setlist: Trouble (Cat Stevens), Brain Damage (Pink Floyd), Sometimes, Can’t Keep, Without You, Man of the Hour, I Am Mine, Needle And The Damage Done (Neil Young), Better Man, Millworker (James Taylor), Long Nights (w/ Glen Hansard), Acoustic Improv (Improv), Far Behind, Guaranteed, Good Woman (Cat Power), Parting Ways, Lukin, Porch
Encore 1: Santa Cruz, Wishlist, Untitled Pump Organ Song (New Song), Just Breathe, Corduroy, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly(Hansard, Irglov, w/ Glen Hansard), Rockin’ In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Glen Hansard), Dream A Little Dream (Gus Kahn, Wilbur Schwandt, Fabian Andree)

“Benvenuti all’ultimo show del tour,” ha esordito Vedder ringraziando il pubblico per essere venuti a vedere lui e Glen. Dopo “Can’t Keep” ha detto che non ci sono piani per altri ukulele shows e che i prossimi show saranno con la band, cosa che farà di certo felice il pubblico ma “a me mancherà suonare queste canzoni.” Presentando “I Am Mine” Ed ha citato Roger Waters, che in un’intervista ha detto “La tragedia è un dono che ci fa entrare in empatia con gli altri.” Ha poi parlato di Roskilde e di come gli piacerebbe entrare in empatia senza dover rivivere la tragedia. “Questa canzone parla di come potenziarsi attraverso la tragedia.” “Guaranteed” è stata dedicata alla sua storica monitor engineer Karrie Keyes. “Ha ricevuto più sguardi cattivi da me di quelli che non abbiano mai avuto i miei genitori. Circa 18 anni fa ha partorito due gemelle. Mi piace pensare che il mio atteggiamento l’abbia aiutata a prepararsi al compito di crescere le ragazze. Voglio invitarla sul palco così potete vedere che aspetto ha una donna meravigliosa che lavora per una rock band. Quindi ragazze, se volete lavorare in una rock band, si puà fare. La prossima canzone è per Karrie e le sue ragazze.” A qualcuno del pubblico che gridava “Jeremy”, Vedder ha detto: “Oh sì, Jeremy, sarebbe davvero fantastico suonarla. Sì, tutta da solo. Sai, provare a suonare quella canzone senza la band è come fare un frullato avendo solo della sabbia.” A metà del primo encore il cantante dei Pearl Jam ha proposto, per la prima volta in assoluto in un suo concerto solista, “Corduroy” in versione acustica. Presentando Glen Hansard per “Society”, ha detto: “Non ho mai visto qualcuno cantare così bene ed in modo così consistente anche da ubriaco. Aspetto sempre questa parte del set perchè so che almeno tre canzoni saranno grandiose. Non voglio presentavi Glen per l’ultima volta perchè forse un giorno potremmo tornare a suonare insieme in qualche modo. Glen è un fantastico cantante e cantuautore e ci ricorda come ci servano sempre nuove canzoni per andare avanti. Come una medicina. Quindi diamo il benveuto al Dottor Glen Hansard.”

Poster: 1
07.12.2012 New York, NBS Studios ~ Late Night with Jimmy Fallon [Mike McCready]
Mike McCready ha suonato la chitarra nei diversi stacchi del programma insieme ai Roots (video).
07.12.2012 Seattle, WA, The Triple Door [Show dei Brad]
Benefit show dei Brad a favore di Children’s Hospital. Nel corso della serata si sono esibiti anche gli Young Evils e la Chris Friel Orchestra con Rick Friel. La setlist dei Brad non è disponibile.
12.12.2012 New York, NYC, Madison Square Garden – Sandy Benefit [Eddie Vedder]
Setlist: Comfortably Numb (Pink Floyd, w/ Roger Waters)

Ed Vedder è apparso al benefit “12 12 12 The Concert for Sandy Relief” insieme ad artisti come Bruce Springsteen, Rolling Stones, The Who e Paul McCartney (accompagnato da Dave Grohl, Krist Novoselich e Pat Smear). Il cantante dei Pearl Jam ha riletto, insieme a Roger Waters, una splendida versione di “Comfortably Numb” dei Pink Floyd. A questa pagina è disponibile il video dell’esibizione.