Pearl Jam | 21/3/2018 Maracanã Stadium, Rio de Janeiro, Brasil

Opening Act: Royal Blood 

Setlist: (Walk On Music: Metamorphosis Two – Phillip Glass) Release, Low Light, Small Town, Go, All Night, Animal, Given To Fly, In Hiding, Jeremy, Corduroy, Even Flow, Immortality, Wishlisht/Olè, Mind Your Manners, Lightning Bolt, Garden, Can’t Deny Me (w/ Chad Smith), Porch

Encore: Sleeping By Myself, Inside Job, Daughter/Blitzkrieg Bop (Ramones)/W.M.A., Do The Evolution, Black, Leavin’ Here (Holland/Dozier), Blood, Better Man/I Wanna Be Your Boyfriend (Ramones)/Save If For Later (The English Beat), Alive (w/ Josh Klinghoffer), Rockin’ in the Free World (Neil Young, w/ Josh Klinghoffer & Chad Smith), Yellow Ledbetter

Poco dopo l’inizio del concerto, Eddie si è sincerato che il pubblico stesse bene. Matt ha indossato tutta la sera la stessa t-shirt raffigurante Chris Cornell che indossava a Santiago del Cile. Wishlist è stata dedicata ai Red Hot Chili Peppers, con Vedder che ha aggiunto che la band di Los Angeles ha tante magnifiche canzoni “come Behind the Sun“. Durante Can’t Deny Me è salito sul palco Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers per suonare il cowbell. Durante il break strumentale di Porch, Vedder ha indossato una maschera da clown di Donald Trump. Prima di Leavin’ Here Ed ha fatto un discorso in portoghese sull’empowerment femminile nelle arti e nella società. Blood è stata dedicata agli opener del concerto, gli inglesi Royal Blood. Alive è stata suonata insieme a Josh Klinghoffer dei Red Hot Chili Peppers, mentre su Rockin’ in the Free World sono stati raggiunti onstage anche da Chad Smith, che ha preso il posto di Matt alla batteria alla fine del pezzo.

Nota: Il precedente show dei Pearl Jam, previsto per il 18 marzo al Lollapalooza Argentina, è stato annullato a causa delle avverse condizioni climatiche.

Poster: Ravi Zupa

Small my table, sits just three. Nasce nel 1980 a Reggio Emilia. Crea pearljamonline.it nel 2001 e scrive la prima edizione di “Pearl Jam Evolution” nel 2009 insieme alla moglie Daria. Collabora con barracudastyle.com, hvsr.net e rockol.it, ha collaborato con Rolling Stone e Il Fatto Quotidiano. Continua imperterrito a tentare di trovare “belle melodie che dicono cose terribili”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.