Lettere di Mike, Stone & Jeff, Ten Club Newsletter
Ottobre 2003

<< Back to Interviste | Home
 


Ten Club Newsletter | Ottobre 2003

Mike McCready

Salve Signore e Signori!
Siete pronti per il rock and roll? Beh sì, lo eravate. Grazie per il vostro generoso supporto durante il tour di Riot Act. Sento che è stato fino ad ora quello con la MIGLIORE risposta!!!! Penso che abbiamo suonato meravigliosamente e che Ed non abbia mai cantato meglio... e che dire di Boom? Quello sì che sa suonare!!! In questo momento sono in viaggio, appena tornato da un tour FANTASTICO. Per tutti quelli affetti da Crohn e colite ulcerosa: so che cosa state passando. Una cosa che mi ha aiutato, oltre alle medicine e agli esercizi, è stata entrare in contatto con la CCFA (Crohn and Colitis Foundation of America - www.ccfa.org) Questa organizzazione mi ha aiutato ad aggiornarmi sugli ultimi trattamenti e, cosa più importante, a conoscere le esperienze di altre persone. Fate tutto ciò che potete per saperne di più su queste malattie. I malati meritano una risposta. Adesso basta con le prediche. Grazie ancora per essere venuti ai concerti. E' stato meraviglioso e non vediamo l'ora di registrare e andare di nuovo in tour. Nel frattempo, oltre alle attività per la CCFA, mi sto dedicando a un altro CD dei Rockfords che uscirà presto. Suoniamo a Bumbershoot il 29 agosto e speriamo di vedervi lì. Buona notte, devo andare. A presto, Mike (che oltre al casco da football e alla pelliccia, indossa solo mutande da uomo piccolissime)
.

 

Stone Gossard

Viva Mexico...
A Jeff, Mike, Matt, Boom ed Ed-
Com'è andato il viaggio di ritorno?
Non ho parlato con voi che per un momento da quando il tour è finito. Ancora sto riprendendo fiato. Mi mancate tutti e spero che stiate tutti bene. Brad mi ha chiesto di scrivere qualcosa sul tour per la nuova newsletter. La prima cosa che mi è venuta in mente siete stati voi. Non riesco a dire quanto la musica mi abbia toccato nelle ultime tre leg. Non mi sono mai sentito così in sintonia e gratificato dalle nostre canzoni. Grazie. Spero che abbiate tutti potuto rilassarvi con i vostri cari e i vostri familiari. Oggi ho fatto una gita in barca sul lago e mi sono sentito così vivo e fortunato. C'erano piccoli salmoni che mangiavano lungo il ponte. I raggi del sole al tramonto riflettevano tutti i loro movimenti. Immagino che tutti si sentano felici già per il fatto di essere a casa. E' fantastico poter cucinare di nuovo.
Sono ancora nel pieno della ristrutturazione e le cose si fanno più interessanti. Sono andato al centro di Environmental Home [arredamento ecologico] e ho trovato un sacco di materiale da costruzione alternativo veramente incredibile. C'erano mattonelle in vetro opaco verde costruite con parabrezza riciclati (per il pavimento), tegole 2 x 6 in sequoia rigenerata, recuperata da vecchi contenitori di cetrioli (tetto), water con doppio scarico (poca acqua per la pipì, un pò di più per la pupù). Il mio boiler senza serbatoio non è ancora perfetto, ma può andare (riscalda l’acqua nella tubatura senza immagazzinarla). La prossima settimana incontrerò un consulente della 20 20 engineering che mi spiegherà come potrò fare per raccogliere l’acqua piovana che cade sul mio tetto in contenitori e usarla per innaffiare il giardino d’estate o per lo scarico dei gabinetti. Più mi informo sui materiali da costruzione ecologici, più ne sono entusiasta. Ho incontrato un signore, Bill Reed, di una società chiamata Natural Logic (società di consulenza di San Francisco) che mi ha descritto la nuova filosofia dell’edilizia ecologica denominata design rigenerativo. Mi ha parlato di edifici e siti teorici che potrebbero far parte effettivamente dell’ambiente locale con effetti positivi. Ciò significa toilette ricilabili, raccolta dell’acqua e gestione delle acque di deflusso, utilizzo di più raccolti locali (una fragola di 5 calorie richiede più di 300 calorie di energia combustibile per arrivare alla coop nel Vermont) ed energia per l’edificio autonoma (solare, eolica ecc.) Beh, mi sembra chiaro da cosa sono assorbito in questi giorni.
Ho ripreso in mano la chitarra qualche volta e abbozzato un paio di note. Brad farà delle registrazioni presto e ciò mi rende molto felice. Matt? Non sta per uscire il nuovo disco dei Wellwaters? Beh, è divertente poter suonare di nuovo con tranquillità… Jeff, ci incontreremo fra qualche settimana per la nostra gira in zattera e McCready, anche con te presto, non è vero? Vi voglio bene tutti e non vedo l’ora di ricominciare da capo.
A tutti quelli che hanno preso parte al tour, i fan e gli incredibili tecnici. Grazie di cuore. Ogni sera abbiamo sentito l’emozione straordinaria e tutto l’amore che ci avete dato. L’energia prodotta insieme è stata bella e di grande ispirazione. Penso che siamo tutti consapevoli di quanto siamo fortunati ad avere un tale gruppo meraviglioso di persone che partecipano alla nostra vita e alla nostra musica. Non è una cosa che sottovalutiamo. Grazie per essere così attenti al nostro viaggio e per ascoltarci con orecchie così aperte.
Ai gruppi di supporto Sleater-Kinney, Idlewild e i fantastici Buzzcocks, Sparta… è stato bellissimo con ognuno di voi. Spero che siate impegnati in un nuovo disco, o un nuovo bambino o nuovo qualcos’altro… Stone

Jeff Ament

Salve!
Che viaggio strano e meraviglioso è stato… è difficile credere che siano passati 20 anni da quando ho incontrato Stone al Metropolis, Matt qualche tempo dopo, Mike, Kelly, George, Ed, Brett e gli altri. Più di 12 anni… penso che ci voglia tanto tempo per sviluppare veramente questa fratellanza (e anche qualche sorellanza), questa chimica. Tutto ha dato vita al tour più divertente e musicale che abbiamo mai fatto. Tanti momenti indimenticabili, anche le controversie sono state belle. Steve Earle, Johnny Marr, Sleater-Kinney e il Karaoke. Ci sei mancato, Joe [Strummer]. Idlewild, Buzzcocks, why can’t I touch it? Pattinare, guardare l'ananas, il frullatore, Olson, +mag, visitare ncpfilms.com, Cheetah Chrome, The healers. Grazie Australia, Giappone, Canada, Messico e i nostri amici americani. Ci vediamo da qualche parte lungo la strada. Jeff

 

BACK