2012 TOUR :: PART 2 ::
Tra parentesi vengono segnalati gli autori delle covers proposte e gli eventuali ospiti presenti nelle songs. Il copyright delle foto è indicato quando disponibile.
>> Continua da 2012 Tour Part 1
PEARL JAM 2012 EUROPEAN TOUR
20.06.2012 MEN Arena, Manchester, U.K.

Supporters: X
Setlist: Release, Do The Evolution, Corduroy, The Fixer, Given To Fly, Small Town, Pilate, Even Flow, Unthought Known, 1/2 Full, Insignificance, Why Can't I Touch It? (Buzzcocks)/ Immortality, Nothingman, Got Some, Why Go?
Encore 1: Just Breathe, Black, State Of Love And Trust, Arms Aloft (Joe Strummer & The Mescaleros), Porch
Encore 2: Better Man, Come Back, Jeremy, Alive, Rockin' In The Free World (Neil Young, w/ John Doe)

Primo show in Europa per i Pearl Jam nel loro tour 2012. La band si è presentata in ottima forma. Introducendo "Small Town" Ed Vedder ha ringraziato i presenti e salutato la folla accorsa alla MEN Arena di Manchester. Prima di "Immortality" è stato suonato uno snippet di "Why Can't I Touch It?", canzone dei Buzzcocks, leggendaria punk band originaria di Manchester (ascoltala qui). "Io mangio sano quando sono in tour", ha scherzato Vedder dal palco, "Tutti gli e gli scienziati dicono di bere, ogni giorno, una bottiglia di vino... o era un bicchiere?". "Just Breathe" è stata dedicata a due coppie di sposi: Liz e Tim - rimasti a casa - e Liz e Simon della crew. Dopo aver suonato "Arms Aloft", Vedder ha parlato di quanto fosse grande Joe Strummer (il defunto cantante dei Clash) e ha ricordato il crollo del palco dei Radiohead a Toronto avvenuto un paio di giorni prima, aggiungendo che i Pearl Jam sono vicini alla band di Oxford e alle loro famiglie. Il concerto si è chiuso sulle note di "Rockin' In The Free World" di Neil Young con John Doe degli X ai cori e al tamburino. Curiosità: "Pilate" era stata eseguita per l'ultima volta in Europa esattamente dodici anni fa, all'Arena di Verona. "Marker In The Sand" era presente nella setlist originale ma non è stata suonata.

Poster: 1 / Setlist: 1 / Photo: pearljam.com
21.06.2012 MEN Arena, Manchester, U.K.

Supporters: X
Setlist: Go, Animal, Hail Hail, I Am Mine, Wishlist, Even Flow, Lukin, Not 4 U, Down, Amongst The Waves, Daughter/W.M.A., Deep, Present Tense, Once, Save You BetterMan/Save It 4 Later (The English Beat)
Encore 1: Inside Job, Off He Goes, Just Breathe, Hitchhicker, Rearviewmirror
Encore 2: Wasted Reprise/Life Wasted, Alive, Sonic Reducer (Dead Boys), Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

Secondo show per i Pearl Jam a Manchester. Setlist piena di pezzi poco suonati negli ultimi tempi, ("Deep" non veniva suonata in Europa dal 1993!), fantastico il primo encore con "Inside Job" seguita da "Off He Goes" e "Just Breathe" e debutto live per "Hitchhicker" (ascoltala qui), outtake di "Binaural" e pubblicata su "Lost Dogs". Durante il concerto Vedder ha detto che Manchester gli ricordava Seattle, visto che aveva piovuto tutto il giorno. Ha poi introdotto Mike McCready dicendo "Lui è il miglior amico che ognuno vorrebbe avere". Introducendo "Deep", invece, ha detto: "Vedere persone che si comportano male ti spinge a non essere come loro". "Just Breathe" è stata nuovamente dedicata a Liz e Tim; Ed ha spiegato di aver conosciuto la coppia due anni fa poco prima dello show dei Pearl Jam a Hyde Park. Alla fine dello show Vedder ha ringraziato il pubblico e i supporter, i leggendari X, insieme da 35 anni. Presenti nella setlist, ma non suonate, "Of The Girl" e "Garden". Curiosità: alcuni poster alternativi della serata (foto) sono stati inseriti - a sorpresa - nei tubi in vendita.

Poster: 1 / Setlist: 1 / Photo: pearljam.com
23.06.2012 Isle Of Wight Festival, Isle Of Wight, U.K.

X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Unthought Known, Last Exit, Hail, Hail, The Fixer, Rain (Beatles), Small Town, Supersonic, Given To Fly, Untiled, MFC, Even Flow, Setting Forth (Vedder), Corduroy, Arms Aloft (Joe Strummer & The Merscaleros), Jeremy, Why Go?
Encore 1: Got Some, Daughter/Blitzkrieg Bop (Ramones), Just Breathe, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Porch
Encore 2: Blood, Alive, Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

Prima apparizione dei Pearl Jam allo storico festival all'Isola di Wight. Avendo piovuto tutto il giorno, la band ha proposto una cover di "Rain" dei Beatles (audio). Prima di "Corduroy" Vedder ha ricordato quanto sarebbe piaciuto a Joe Strummer, il defunto leader dei Clash, suonare lì. Presentando "Just Breathe" si è detto onorato della cover del pezzo ad opera di Willie Nelson, poi ha eseguito un breve frammento della canzone in stile country aggiungendo: "Lui la canta meglio di me." Nel secondo encore Vedder (che indossava una maglia con il testo di "Born To Run" - foto) ha salutato Bruce Springsteen (presente nella line up del giorno dopo). La band ha salutato il pubblico sulle note di "Alive" (video) seguita da "Yellow Ledbetter" (video).

Poster: 1 / Photo: pearljam.com
24.06.2012 Heineken Music Hall, Amsterdam, Netherlands (Apparizione di Ed Vedder)

Tom Petty Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): The Waiting (Tom Petty), American Girl (Tom Petty)

Eddie Vedder è apparso, a sorpresa, durante lo show che Tom Petty stava tenendo insieme ai suoi Heartbreakers all'Heineken Music Hall di Amsterdam. Il cantante dei Pearl Jam ha cantato su "The Waiting" e sulla finale "American Girl".

Photo: 1 - 2
26.06.2012 Ziggo Dome, Amsterdam, Netherlands

Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Interstellar Overdrive (Pink Floyd)/Corduroy, Why Go, Given To Fly, Brain Of J., Amongst The Waves, Small Town, In Hiding, Even Flow, World Wide Suicide, Lukin, Rats, Not For You, Better Things (The Kinks), Nothingman, The Fixer (w/ Ray Cameron), Do The Evolution
Encore 1: Last Kiss (Wayne Cochran), Just Breathe, Comatose, Unthought Known, Porch
Encore 2: Smile, Green Disease, Love Reign O'er Me (The Who), Black, Rockin' In The Free World (Neil Young, w/ John Doe, Ray Cameron and Jerry Harrison), Indifference

Poco prima della premiere live di "Better Things", Vedder ha scherzato sul fatto che la prima volta che i Pearl Jam suonarono in Olanda erano solo dei ragazzi, mentre ora tutti loro erano genitori di ragazzi: "Sono tutti qui con noi stasera e questa la voglio dedicare a loro". "The Fixer" è stata suonata con Ray Cameron, il figlio di Matt, alle percussioni. Nel primo encore Ed ha scherzato "questo è il miglior pubblico del tour, per ora" e ha suonato qualche secondo della cover dei Talking Heads "Pulled Up" prima di suonare, insieme alla band, "Just Breathe". "Rockin' In The Free World" ha visto la partecipazione di John Doe degli X, Ray Cameron e Jerry Harrison dei Talking Heads. Presenti nella setlist - ma non suonate - le seguenti canzoni: “Long Road”, "Immortality", "Of The Girl", "Public Image", "Of The Earth", "Jeremy", “Alive” e "Baba O'Riley".

Poster: 1 / Setlist: 1 / Photo: pearljam.com
27.06.2012 Ziggo Dome, Amsterdam, Netherlands

Supporters: X
Setlist: Wash, Last Exit , Animal, State Of Love and Trust, Severed Hand, Corduroy, I Got Shit, Daughter/W.M.A., Nothing As It Seems, Got Some, Dissident, Once, Glorified G., Deep, The Fixer (w/ Ray Cameron), Bugs, Better Man/Save It 4 Later (The English Beat)
Encore 1: Release, Hail Hail, Alone, Footsteps, Rearviewmirror
Encore 2: Crown Of Thorns (Mother Love Bone), Sonic Reducer (Dead Boys), Alive, Baba O'Riley (The Who), Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

Setlist atipica per i Pearl Jam, compilata con l'aiuto di Brian, uno dei primi membri storici del Ten Club, invitato dalla band - grazie ad un contest su pearljam.com - ai due show olandesi. Vedder, dopo "State Of Love And Trust", si è detto sicuro che qualcuno la sera prima avesse vomitato allo Ziggo Dome - inaugurato proprio con i due concerti della band - facendo entrare il palazzetto direttamente nelle venue rock 'n'roll. Poco prima di "Nothing As It Seems" Chad Smith dei Red Hot Chili Peppers ha aiutato Stone Gossard a mettere a posto i suoi effetti della chitarra. "Daughter" è stata dedicata a Lily, la prima figlia di Chris Cornell (Soundgarden, Temple Of The Dog, Audioslave) che compiva 12 anni. Nel main set ha trovato spazio anche "Bugs", suonata per la seconda volta dopo lo show a Philadelphia del 31 Ottobre 2009, proposta qui da Vedder con la sola chitarra elettrica (video). "Questa non è una canzone che solitamente suoniamo a questo punto della scaletta", ha detto Eddie introducendo "Release" che ha aperto il primo encore (video). A seguire, canzoni poco eseguite come "Alone", "Footsteps" e la cover dei Mother Love Bone "Crown Of Thorns". Vedder ha ringraziato tutti i presenti per la grande energia dimostrata. Curiosità: "Fatal", "Other Side", "Breathe", "In My Tree" e "Hitchhiker" erano presenti nella setlist ma non sono state suonate.

Poster: 1 / Photo: pearljam.com
29.06.2012 Werchter Festival, Werchter, Belgium

Setlist: Do The Evolution, Got Some, Interstellar Overdrive (Pink Floyd)/Corduroy, Small Town, Given To Fly, World Wide Suicide, Comatose, Even Flow, Olé, The Fixer, Spin The Black Circle, Daughter/Another Brick In The Wall Part II (Pink Floyd), Just Breath, Why Go, Jeremy, BetterMan/Save It For Later (The English Beat)
Encore: Unthought Known, Public Image (P.I.L.), Alive, Rockin' In The Free World (Neil Young, w/ Jerry Harrison), Yellow Ledbetter

Apparizione dei Pearl Jam al festival Werchter in Belgio. "Spin The Black Circle" è stata dedicata a Jack White (White Stripes), presente nella line up lo stesso giorno dei PJ. "Ha una grande etichetta discografica", ha detto Vedder dal palco, "si chiama Third Man Records e pubblicano tanta grande musica in vinile". Nel primo encore Vedder ha ringraziato tutte le bands presenti nel bill della giornata. Durante "Rockin' In The Free World" è salito sul palco Jerry Harrison dei Talking Heads. Curiosità: presenti nella setlist ma non suonate "Push Me, Pull Me" e "Kick Out The Jams" degli MC5.

Poster: 1 / Photo: pearljam.com
30.06.2012 Main Square Festival, Arras, France

Setlist: Release, Go, Severed Hand, Do The Evolution, Better Man, Low Light, Amongst The Waves, Even Flow, Wishlist, Lukin, Corduroy, Nothing Man, Arms Aloft (Joe Strummer & The Mescaleros), Unthought Known, The Fixer, Rearviewmirror
Encore: Given To Fly, Breath, Just Breathe, Black, Jeremy, Alive, Yellow Ledbetter

Prima di "Severed Hand" Vedder ha ringraziato Florence And The Machine per aver fatto spuntare il sole con la loro musica. Introducendo "Arms Aloft" il cantante dei Pearl Jam ha parlato nuovamente di Joe Strummer e delle sue due band, i Clash e i Mescaleros, e di come tutti loro stiano ascoltando molto la sua musica in questi giorni. Alla fine dello show Vedder ha ringraziato tutte le band presenti nella line up della giornata. Il cantante indossava la t-shirt di "Born To Run" di Bruce Springsteen. Canzoni presenti nella setlist ma non suonate: "Johnny Guitar" "I Am Mine" e "Life Wasted".

Poster: 1 / Photo: facebook.com
02.07.2012 02 Arena, Prague, Czech Republic

Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Sometimes, Animal, Given To Fly, Got Some, Small Town, God's Dice, The Fixer, I Am Mine, Corduroy, Even Flow, Setting Forth (Vedder), Not For You, Push Me, Pull Me, Garden, 1/2 Full, Unthought Known, Wasted Reprise, Life Wasted, Why Go
Encore 1: Of The Girl, Just Breathe, Crazy Mary (Victoria Williams), Angie (Rolling Stones)/Once, Do The Evolution
Encore 2: World Wide Suicide, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Black, Alive, Baba O'Riley (The Who), Yellow Ledbetter

La band è apparsa molto carica e Vedder si è detto lusigato di poter suonare alla 02 Arena di Praga. "Unthought Known" è stata dedicata al cantante degli X, John Doe, mentre "Just Breathe" è stata dedicata ad una coppia di amici di Vedder. "Of The Girl" (video), che ha aperto il secondo encore, non veniva eseguita in Europa dal "Binaural Tour". Canzoni presenti nella setlist ma non suonate: "Down" e "Blood".

Poster: 1 / Photo: pearljam.com
04.07.2012 02 World, Berlin, Germany

Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Long Road, Why Go, Given To Fly, The Fixer, Faithful, Small Town, Got Some, Corduroy, In My Tree, Even Flow, Daughter/Blitzkrieg Bop (Ramones)/It's Ok (Dead Moon), State Of Love And Trust, Immortality, Lukin, Unthought Known, I Believe In Miracles (Ramones), Rearviewmirror
Encore 1: The End, Just Breathe, Hard To Imagine, Once, Do The Evolution
Encore 2: Jeremy, Leash, Black, Alive, Rockin' In The Free World (Neil Young, w/ Ray Cameron), Indifference

Ed Vedder ha ringraziato il pubblico per aver apprezzato gli X, i loro supporter. La setlist ha incluso diversi omaggi ai Ramones. Durante lo show è salita sul palco la madre di Mike McCready, Louise, che compiva gli anni. Il pubblico ha quindi intonato il consueto happy birthday (video). Da notare, nel main set, alcune canzoni raramente eseguite dalla band come "In My Tree" (video) e "Immortality". Vedder ha ribadito quanto i Ramones siano stati importanti nella musica e ha ringraziato Flo e Kathy del Ramones Museum di Berlino. Il primo encore è stato magnifico: aperto con una versione acustica di "The End", continuato sulle note di una "Just Breathe" mai così bella e seguita da una versione da pelle d'oca di "Hard To Imagine". Curiosità: la sera prima del concerto, Vedder ha visitato il museo dei Ramones (foto), lasciando una bella dedica allo scomparso Johnny Ramone su un muro del locale (foto) e intrattenendosi a parlare con i fan (foto) tra una birra e l'altra (clicca qui per leggere la bella dedica di EV sul guestbook del locale). Grazie a Roberta R. e a Thais Ramone. Canzoni presenti nella setlist ma non suonate: "Release", "Better Man", "Crazy Mary" e "Baba O'Riley".

Poster: 1 / Photo: facebook.com - @PearlJam.com / Recensione: barracudarocktour.it
05.07.2012 02 World, Berlin, Germany

Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X) [video]
Setlist: Oceans, Breakerfall, Animal, Save You, In Hiding, Small Town, Instrumental Improv, Corduroy, Amongst The Waves, Even Flow, Eruption (Van Halen)/Runnin' With The Devil (Van Halen), Sad, Not For You, Present Tense, Down, Do The Evolution, Come Back, Hail Hail, Go
Encore 1: Mother (Pink Floyd), Just Breathe, Nothingman, Better Man, Wasted Reprise, Life Wasted, Porch
Encore 2: Blood/War (Edwin Starr), Alive, Baba O'Riley (The Who), Yellow Ledbetter

Una delle migliori setlist del tour europeo 2012, piena di rarità come "Oceans" (video), "Breakerfall", "Save You," la bellissima "Sad" e la b-side del singolo "I Am Mine", "Down". La band è apparsa molto in forma e il pubblico particolarmente caldo (Vedder è dovuto intervenire due volte per sincerarsi che tutti stessero bene). Durante il main set la band, senza Vedder, ha eseguito una bella improvvisazione strumentale (forse la prova a porte aperte di un nuovo pezzo? Il video è qui). La cover dei Pink Floyd, "Mother" (video) ha debuttato per la prima volta in assoluto in Europa. "Come Back" è stata dedicata ai gestori del Ramones Museum, visitato nel pomeriggio anche da Matt Cameron (clicca qui per leggere la dedica del batterista nel guestbook del locale). All'inizio del secondo encore Vedder ha ricordato Mirella della mailing list Bugs, che durante la data ad Amsterdam si è rotta una caviglia, chiedendo quindi al pubblico di non farsi male durante lo show. "Baba O'Riley" (video) degli Who e la classica "Yellow Ledbetter" hanno chiuso nel migliore dei modi le due serate berlinesi. Canzoni presenti nella setlist ma non suonate: "Gonna See My Friend", "Leatherman", "Got Some", "Unthought Known" e "Given To Fly" (curiosamente posta come ultima canzone dopo "Yellow Ledbetter").

Poster: 1 / Photo: facebook.com - @PearlJam.com / Recensione: barracudarocktour.it
07.07.2012 Ericsson Globe Arena, Stockholm, Sweden

Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Devil Doll (X)
Setlist: Small Town, Corduroy, Got Some, Why Go, Amongst The Waves, Wishlist, Given To Fly, Comatose, Even Flow, World Wide Suicide, Garden, Better Things (Ray Davies), Unthought Known, All Those Yesterdays, The Fixer, 1/2 Full, Jeremy
Encore 1: Off He Goes, Just Breathe, State Of Love And Trust, Do The Evolution, Love Reign O'er Me (Townshend), Porch
Encore 2: Once, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Crazy Mary (Victoria Williams), Black, Alive, Rockin' In The Free World (Neil Young, with John Doe e Krissy), Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

Prima di "Garden" Vedder ha ricordato quando nel 1992 i Pearl Jam suonarono in un piccolo locale di Stoccolma che probabilmente ora non c'è più. Poi ha fatto i complimenti a Stone Gossard per averla scritta. Rivolgendosi al pubblico che chiedeva a Stone Gossard di cantare, Vedder ha detto: "Credetemi, ci ho provato anche io, mettetevi in fila dopo di me". "All Those Yesterdays" (video) è stata suonata per la prima volta in Europa. Il primo encore è stato aperto da una bellissima versione di "Off He Goes". Nel secondo encore Vedder ha ringraziato il pubblico e gli X. "Sonic Reducer" era presente nella setlist originale della serata ma non è stata suonata.

Poster: 1 / Photo: facebook.com - @Pearljam.com
09.07.2012 Spektrum, Oslo, Norway

Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con Mike McCready): The New World (X) [video]
Setlist: Long Road, Animal, Hail Hail, Given To Fly, Interstellar Overdrive (Pink Floyd)/Corduroy, Small Town, Low Light, Severed Hand, Even Flow, Green Disease, Red Mosquito, Daughter/It's Ok (Dead Moon), Immortality, Leatherman, The Fixer, Black, Why Go
Encore 1: Inside Job, Just Breathe, Breath, Mankind, Do The Evolution, Porch
Encore 2: Once, Smile, Mother (Pink Floyd), Alive, Rockin' In The Free World (Neil Young, w/ John Doe & DJ Bonebrak and Krissy), Yellow Ledbetter

Concerto fantastico, band in forma con un Ed Vedder leggermente influenzato. Poco prima di "Small Town" EV ha ringraziato il pubblico per i lunghi anni di attesa e ha chiesto ai presenti di aiutarlo a cantare per via dei suoi problemi di voce. Scherzando, ha aggiunto "Probabilmente è stata colpa di un bacio dato ad un ragazzo svedese malato". "Green Disease" è stata suonata per un fan russo. Nel main set sono stati suonati alcuni pezzi molto amati dai fan come "Red Mosquito", "Low Light" e "Immortality". "Leatherman", che era stata suonata in Polonia nel 2007, è stata riproposta in Europa per la prima volta da quel concerto. Durante lo show EV ha nuovamente ringraziato il pubblico per aver atteso il loro ritorno per 12 anni. Il primo encore, aperto da una bellissima versione di "Inside Job", è proseguito con "Just Breathe" dedicata ad un amico di Vedder scomparso di recente. Per la gioia dei presenti (che, come a Stoccolma, intonavano con insistenza 'Let Stone sing!') "Mankind" (video) è stata risuonata in Europa per la prima volta dal No Code Tour del 1996. "Rockin' In The Free World" ha visto la presenza sul palco di John Doe e DJ Bonebrak degli X. "Crazy Mary" era presente nella setlist originale della serata ma non è stata suonata.

Poster: 1 / Photo: facebook.com - @PearlJam.com / Recensione: barracudarocktour.it

10.07.2012 Forum, Copenhagen, Denmark

Supporters: X
X Setlist (solo le canzoni con partecipazioni dei componenti dei Pearl Jam): The World's A Mess, It's In My Kiss (w/ Pearl Jam), New World (w/ Mike McCready), Devil Doll (w/ Eddie Vedder)
Setlist: Small Town, Last Exit, Do The Evolution, Love Boat Captain, Corduroy, Present Tense, Push Me Pull Me, Even Flow, Cropduster, Wishlist, Insignificance, Glorified G, Why Go, State Of Love And Trust, Porch
Encore 1: Footsteps, Just Breathe, Given To Fly, Unthought Known, The Fixer, Jeremy, Rearviewmirror
Encore 2: Smile, Habit, Better Man/Save It For Later (The English Beat), Crazy Mary (Victoria Williams), Alive, Baba O'Riley (The Who), Yellow Ledbetter

Durante il set degli X (su "The World's A Mess, It's In My Kiss") sono saliti sul palco tutti i componenti dei Pearl Jam: Stone e Matt ai cori, Ed Vedder all'ukulele, Mike e Jeff hanno ballato e cantato. "The New World" è stata suonata insieme a Mike McCready, mentre "Devil Doll" ha avuto Ed Vedder come special guest. Exene Cervenka, la cantante degli X, ha detto che è raro vedere una band che si comporta in questo modo e che è stato un onore per loro aprire questo tour europeo dei Pearl Jam. L'ultimo show di questo tour si è aperto sulle note di "Small Town". Dopo due pezzi piuttosto tirati - "Last Exit" e "Do The Evolution" (è già stato detto quanto è bella la "nuova" versione del pezzo, con l'assolo di chitarra cantato dal pubblico? n.d.r) - la band ha suonato "Love Boat Captain" mai più suonata in Europa dai tempi dello show al Forum di Copenhagen del 2007. Presenti nel main set anche pezzi rari come "Push Me Pull Me", "Glorified Gun" (video) e "Cropduster" (qui al suo debutto nel vecchio continente). "Wishlist" ha incorporato nel finale una bella improvvisazione. Vedder ha poi elogiato la Danimarca per essere il paese leader al mondo nella produzione di energia eolica, mentre gli Stati Uniti hanno aziende leader in altri settori come la Boeing (con sede a Seattle), che costruisce anche per scopi militari. Eddie ha concluso dicendo che è bello vedere una paese come la Danimarca che sta cercando di fare qualcosa di positivo e che gli Stati Uniti dovrebbero seguirne l'esempio. Durante il primo encore Ed ha ringraziato la crew dicendo che per loro è come una grande famiglia. A seguire, un'indimenticabile versione di "Footsteps" (video). "Smile" (video) è stata dedicata a Dennis Flemion dei Frogs (band con la quale i PJ sono spesso andati in tour negli anni Novanta), tragicamente scomparso il giorno stesso. Dopo "Habit", Vedder ha parlato di come per i PJ sia stato un onore andare in tour con gli X, un sogno diventato realtà. Verso la fine dello show Eddie ha ringraziato il pubblico, specialmente le persone in prima fila che hanno seguito la band per tutto il tour, aggiungendo scherzosamente: "Scrivere canzoni è facile, è andare in tour che è difficile. Visto che la seconda cosa l'avete già fatta, non vi resta che formare una band". Una grande versione di "Baba O'Riley" seguita da una bella "Yellow Ledbetter" hanno chiuso il sipario su questo tour europeo 2012. Curiosità: l'ideatore di "Spawn", nonchè disegnatore di "Spiderman", nonchè regista del video di "Do The Evolution", Todd McFarlane - insieme a MAXX242 - ha creato il bellissimo poster della serata (clicca qui per vederlo).

Poster: 1 / Photo: facebook.com - @PearlJam.com / Recensione: barracudarocktour.it
EDDIE VEDDER 2012 EUROPEAN TOUR
25.07.2012 Carré Theater, Amsterdam, Netherlands

Soundcheck: Unthought Known, Hard Sun
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Can't Keep, Sleeping By Myself, Without You, Broken Heart, Trouble (Cat Stevens), Sometimes, Far Behind, No Ceiling, Guaranteed, Rise, You've Got To Hide Your Love Away (Beatles), Light Today, Man Of The Hour, Thumbing My Way, I Am Mine, Brain Damage (Roger Waters), Dead Man, Unthought Known, Better Man (Lullaby Version), Good Woman (Cat Power), Parting Ways, Porch
Encore 1: Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), Arc
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard)

Prima data di sempre in Europa per Eddie Vedder. La cornice è quella del Koninklijk ("reale") Carrè, magnifico teatro da circa 1800 posti costruito nel 1887 dalla famiglia circense dei Carrè ad Amsterdam. Lo show è stato aperto da Glen Hansard, che in coda all'ultima canzone del suo set ha intonato una breve tag di "Smile" dei Pearl Jam. Alle 21:15 Vedder è salito sul palco, iniziando con un set di canzoni all'ukuele, "Can't Keep", "Without You" e "Broken Heart". Dopo una magnifica versione di "Trouble" di Cat Stevens, Ed si è quindi rivolto per la prima volta al pubblico - dopo aver salutato brevemente in olandese - dicendo che gli sarebbe piaciuto molto studiare le lingue a scuola, ma che ai tempi non immaginava sarebbe mai uscito dagli Stati Uniti. Ha poi raccontato di quando, dopo aver preso un brutto voto a scuola, cercò di fare fessa la sua insegnante consegnandole il testo di "Love Reign O'er Me" degli Who. La "stronza" gli diede C -. Vedder ha poi alternato pezzi tratti dai suoi dischi solisti, "Into The Wild" e "Ukulele Songs", a cover di artisti da lui amati e canzoni dei Pearl Jam. Prima di "You've Got To Hide Your Love Away" ha raccontato di quando Paul McCartney gli diede per sbaglio un pugno in faccia durante una conversazione. Quando il dolore svanì, Vedder era quasi dispiaciuto in quanto: "Hey, mi aveva dato un cazzotto Paul McCartney!". "Man Of The Hour" è stata suonata per l'amico Dennis Flemion dei Frogs, recentemente scomparso. EV ha poi raccontato di come le ali di pipistrello dorate presenti sul palco fossero un dono proprio di Dennis di tanti anni prima. Prima di "Unthought Known" Vedder ha parlato delle libertà che ci sono in Olanda, scherzando su come sia difficile creare musica quando si è strafatti. Nel main set è stata eseguita, per la prima volta in assoluto, un'incredibile versione di "Good Woman" (audio) di Cat Power (da notare che nella versione originale del pezzo, EV appariva ai cori). I primi pezzi dell'encore sono stati suonati insieme a Glen Hansard - "Society", "Sleepless Nights" e la commovente "Falling Slowly" - dopodichè Vedder ha proposto la sua cover di "Open All Night" di Bruce Springsteen e ha chiuso il primo encore con una versione da pelle d'oca di "Arc". Lo show si è concluso sulle note di "Hard Sun", con Ed che ha improvvisato un divertente crowd surfing sulle prime file.

Poster: 1 - Photos: facebook.com/PearlJamOnLine - Recensione: barracudarocktour.it
26.07.2012 Carré Theater, Amsterdam, Netherlands

Soundcheck: Driftin', Parting Ways
Supporter: Glen Hansard
Setlist: Walking The Cow (Daniel Johnston), Wishlist, You're True, Goodbye, More Than You Know (Rose, Eliscu, Youmans), Soon Forget, Elderly Woman Behind The Counter In A Small Town, Driftin', Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Immortality, Just Breathe, Unthought Known, Better Days
Encore 1: BUGS, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Forever Young (Bob Dylan), The End, Rockin' In The Free World (Neil Young)
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard and Mirella), Dream A Little Dream (Gus Kahn, Wilbur Schwandt, Fabian Andree)

Secondo show del tour solista europeo di Vedder. Lo show si è aperto sulle note di "Walking The Cow" di Daniel Johnston. Dopo "More Than You Know" EV ha parlato della lunga storia del teatro Carré, e di come alcuni costruttori negli anni sessanta volessero demolirlo per farci un hotel (cosa che, per fortuna, non è avvenuta). Poi ha detto: "La prossima canzone parla proprio di loro" e ha suonato "Soon Forget". Prima di "Small Town" Vedder ha parlato del suo tatuaggio e di come prima di diventare famoso volesse averne uno simile a quelli dei suoi amici Red Hot Chili Peppers. EV ha quindi sollevato la gamba dei jeans per mostrare con orgoglio il tattoo sul polpaccio, rivelando che fu fatto da Hanky Panky (noto tatuatore di Amsterdam) la prima volta che i Pearl Jam andarono in Europa. Glen Hansard ha raggiunto Vedder sul palco per suonare il basso su "Long Nights". Nel main set, oltre ad una grandissima versione di "Immortality", è stata eseguita anche "Better Days" - EV ha spiegato che tutti gli strumenti nel pezzo erano suonati da lui e che quindi si sarebbe limitato a cantarla con l'aiuto di una tape machine per la parte strumentale. Nel primo encore Ed ha invitato sul palco Mirella - la ragazza olandese che ha fondato la fanzine Bugs nei primi anni Novanta - spiegando che si era rotta una caviglia allo show dei Pearl Jam ad Amsterdam il mese prima. EV ha quindi suonato per lei una STRABILIANTE versione di "Bugs" con un organo presente a lato del palco (da notare che è la terza volta in assoluto che questo pezzo viene eseguito dal vivo, qui il video della performance). "Sleepless Nights" è stata suonata a cappella, in stile busker, senza l'ausilio di microfoni ma solamente con l'ukuele e le due voci di EV e Glen. "Forever Young" è stata dedicata a un paio di membri della crew. Alla fine dello show, prima di una "Hard Sun" suonata in compagnia di Glen Hansard alla chitarra e di Mirella al tamburello, Vedder ha ringraziato tutte le persone che lavorano al teatro Carré. Lo show si è concluso sulle note di "Dream A Little Dream".

Poster: 1 - Photos: facebook.com/PearlJamOnLine - Recensione: barracudarocktour.it
28.07.2012 02 Apollo, Manchester, United Kingdom

Supporter: Glen Hansard
Setlist: Don't Be Shy (Cat Stevens), I Am Mine, Can't Keep, Sleeping By Myself, Without You, Satellite, Sometimes, Picture In A Frame (Tom Waits), Untitled, Off He Goes, Far Behind, No Ceiling, Guaranteed, Rise, Long Road, Better Man (Lullaby Version), Unthought Known, Speed Of Sound, Lukin, Porch
Encore 1: Small Town, You've Got To Hide Your Love Away (Beatles), Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Crazy Mary (Victoria Williams), The End, Arc
Encore 2: Rockin' In The Free World (Neil Young), Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard)

Dopo "Can't Keep" EV ha scherzato col pubblico, dicendo di aver passato più tempo a Manchester negli ultimi due mesi che in tutti i vent'anni precedenti, ma di non essere ancora riuscito a vedere il sole. Prima di "Satellite" Eddie ha parlato dei West Memphis Three svelando che lo squillo di telefono che si sente alla fine di "Satellite" in "Ukulele Songs" è di Lorri, moglie di Damien Echols (uno dei WM3). "Picture In A Frame" è stata dedicata a una coppia di neosposi che era riuscita a trovare soltanto un biglietto per lo show a Manchester. Vedder, come regalo di nozze, ha regalato il biglietto mancante alla coppia, che è anche stata invitata sul palco. "Long Road" è stata dedicata a Dennis Flemion dei Frogs. "Speed Of Sound" è stata presentata come "il pezzo che ho scritto per Ron Wood. Potrei sbagliarla e a lui non fregherebbe, perchè tanto lui non si ricorda niente quando sbaglia". Prima di "Society" EV ha ricordato Chris McCandless e ha ringraziato Glen Hansard per essere l'amico che è. Vedder ha inoltre aggiunto che per lui è un onore avere Glen in tour con lui. Lo show si è concluso sulle note di "Hard Sun".

Poster: 1
30.07.2012 HMV Apollo Hammersmith, London, United Kingdom

Supporter: Glen Hansard
Setlist: Walkin' The Cow (Daniel Johnston), Trouble (Cat Stevens), Can't Keep, Sleepin' By Myself, Without You, More Than You Know (Rose, Eliscu, Youmans), Broken Heart, I Am Mine, Brian Damage (Roger Waters)/Dead Man, Small Town, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Good Woman (Cat Power), Better Man (Lullaby Version), You've Got To Hide Your Love Away (Beatles), Lukin, Porch
Encore 1: Unthought Known, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), The End, Arc
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard)

Prima data londinese per Eddie Vedder. Il set ha nuovamente proposto un mix di canzoni tratte da "Into The Wild", "Ukulele Songs", tracce dei Pearl Jam e artisti amati da Ed come Cat Stevens, Daniel Johnston e Bruce Springsteen. Prima di "Trouble" Vedder, evidentemente infastidito, ha chiesto ai presenti di non utilizzare più i flash. La figlia minore di Ed, Harper, ha portato l'ukulele sul palco al papà prima di "Broken Heart". Scherzando, lui ha commentato: "Le leggi sul lavoro minorile in Inghliterra devono essere parecchio permissive" e ha ringraziato la figlia. L'altra figlia di Ed, Olivia, ha portato una chitarra prima di "Better Man". Sempre scherzando, Ed ha detto: "Se arriva un'altra bambina con una chitarra potrei andare in confusione, visto che ho solo due figlie". Nel main set è stata riproposta la cover di Cat Power, "Good Woman". Vedder ha parlato di quale grande onore fosse per lui suonare all'Apollo Hammersmith, viste le grandi band che si sono esibite lì nel passato. Commentando le tante bandiere che sventolavano tra il pubblico, ha scherzato: "È come alle Olimpiadi, solo che qui i posti sono tutti pieni". Durante il primo encore, in cui ha suonato alcuni pezzi con l'amico e collega Glen Hansard, Ed Vedder ha raccontato come di consueto alcune storielle divertenti.

Poster: 1 (curiosità: si illumina al buio!)
31.07.2012 HMV Apollo Hammersmith, London, United Kingdom

Supporter: Glen Hansard
Setlist: Sometimes, Picture In A Frame (Tom Waits), Just Breathe, Thumbing My Way, Can't Keep, Without You, Satellite, You're True, Driftin', Unthought Known, No Ceiling, Far Behind, Guaranteed, Rise, Long Nights (w/ Glen Hansard), Man Of The Hour, Masters Of War (Bob Dylan), Porch
Encore 1: I'm One (The Who), Parting Ways, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Throw Your Arms Around Me (Hunters & Collectors, w/ Neil Finn), Blue, Red and Grey (The Who, w/ Roger Daltrey), Naked Eye (The Who, w/ Roger Daltrey)
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Neil Finn, Elroy Finn, Myles Robinson, Glen Hansard and others), So You Want To Be A Rock And Roll Star (The Byrds, w/ Neil Finn, Elroy Finn, Glen Hansard, Miles Robinson), Dream A Little Dream (Gus Kahn, Wilbur Schwandt, Fabian Andree)

Prima di "Just Breathe", Vedder ha parlato della cover di questa canzone incisa da Willie Nelson e di come lo stile vocale di Willie gli torni in mente ogni volta che deve cantarla. Prima di "Satellite" ha menzionato i WM3 e ha raccontato di come la canzone parli della distanza fisica che c'era, ai tempi in cui fu scritta, tra lui e la sua fidanzata (poi moglie) e di quella, forzata, tra Damien Echols (uno dei WM3, al tempo in carcere) e la moglie Lorri. Durante lo show Ed ha parlato di un vecchio trio rap femminile californiano, le Yeastie Girls e ha recitato parte di un loro rap dai contenuti 'forti'. Scherzando, si è poi detto pentito, in quanto le sue figlie erano allo show e avrebbe dovuto spiegare loro il significato del rap. Vedder ha poi parlato del caso delle Pussy Riot, band punk rock russa al momento in prigione (maggiori informazioni qui), e ha letto una petizione per chiederne la liberazione al primo ministro Putin. Dopo "Far Behind" Vedder ha raccontato di quando ha quasi accidentalmente ucciso i Kings Of Leon al tiro al piattello. Ha quindi aggiunto di non capire perchè il tiro a segno sia uno sport olimpico ma di non essere sorpreso che gli USA siano vincenti in questa disciplina. Prima di "Rise" ha detto che c'è una canzone dei PIL con lo stesso titolo e ha raccontato della volta in cui ha incontrato in aeroporto il loro cantante, John Lydon, e di quale onore fosse stato per lui. Ha quindi dedicato il pezzo al cantante dei Sex Pistols/PIL. La chitarra usata da EV per suonare "Man Of The Hour", dedicata a Dennis Flemion dei Frogs (recentemente scomparso), è stata portata sul palco da sua figlia Olivia. Nel primo encore Ed ha sollevato una copia del disco "Quadrophenia" degli Who, uno dei sui album preferiti, e ha fatto notare che la foto all'interno era stata scattata proprio all'Hammersmith Apollo. Ha quindi suonato "I'm One" in omaggio alla band inglese. "Throw Your Arms Around Me" ha visto la partecipazione dell'amico e collega Neil Finn, mentre per "Blue, Red and Grey" (video) e "Naked Eye" è salito sul palco il frontman degli Who, Roger Daltrey. Il finale ha visto Vedder, Glen Hansard e Neil Finn insieme sul palco per "Hard Sun" e "So You Wanna Be A Rock N'Roll Star?" dei Byrds. Harper, la figlia minore di Ed, ha premuto il tasto per azionare la tape machine su "Hard Sun". Lo show si è concluso sulle note di "Dream A Little Dream".

Poster: 1
03.08.2012 Sudoeste Festival TMN, Zambujeira Do Mar, Portugal

Glen Hansard setlist (solo le canzoni con Eddie Vedder): Drive All Night (Bruce Springsteen)
Setlist: Can't Keep, Without You, Soon Forget, Elderly Woman Behind The Counter In A Small Town, I Am Mine, Brian Damage (Roger Waters), Sometimes, You've Got To Hide Your Love Away (Beatles), Just Breathe, Setting Forth, Far Behind, Guaranteed, Rise, Better Man, Wishlist, Immortality, Lukin, Porch
Encore 1: Unthought Known, Society (Jerry Hannan, w/ Glen Hansard), Sleepless Nights (Boudleaux Bryant, Felice Bryant, w/ Glen Hansard), Falling Slowly (Hansard, Irglová, w/ Glen Hansard), Open All Night (Bruce Springsteen), Arc
Encore 2: Hard Sun (Peterson, w/ Glen Hansard), Rockin' In The Free World (Neil Young)

Ultimo show del mini tour europeo 2012 di Eddie Vedder. Durante il set di Glen Hansard, Vedder è salito sul palco per duettare sulla bellissima "Drive All Night" di Bruce Springsteen (video). Il cantate dei Pearl Jam ha tenuto un set - iniziato alle 00:30 AM - che è stato accolto benissimo dai presenti e ha alternato canzoni dei Pearl Jam a quelle dei suoi dischi solisti. Si è trattato della prima partecipazione di Eddie Vedder, con un set solista, a un festival. Durante il secondo encore, Ed ha raccontato di aver fatto molto surf negli ultimi giorni. Grande chiusura del tour con "Hard Sun" e "Rockin' In The Free World" suonate insieme a Glen Hansard.

Poster: 1
PARTECIPAZIONI VARIE
26.07.2012 Fest at The Farm, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)

Setlist: Long May You Run (Neil Young), Dead Flowers (Rolling Stones)

Apparizione di Mike McCready all'evento Fest at The Farm di Seatte. Il chitarrista dei Pearl Jam ha suonato alcune cover con altri musicisti della zona.

10.08.2012 The Mural, Seattle, WA (Apparizione dei Brad di Stone Gossard)

Setlist: The Only Way, Waters Deep, Last Bastion, Reason To Be In My Skin, Screen, Every Whisper, Don't Cry No Tears (Neil Young), Criminal, Price Of Love, Sweet Al, The Day Brings
Encore: Jumpin' Jack Flash (Rolling Stones), Buttercup

Data americana dei Brad, side project del chitarrista dei Pearl Jam Stone Gossard insieme a Shawn Smith. Presenti nella line up della serata anche gli Young Evils.

17.08.2012 Slims Last Chance Saloon, Georgetown, Washington D.C. (Apparizione di Mike McCready)

Apparizione di Mike McCready con i Walking Papers, band formata da Barrett Martin (Mad Season, Screaming Trees) e Jeff Angell (Post Stardom Depression, The Missionary Position). Alla serata ha partecipato anche l'ex gunner Duff McKagan. Lo show e' stato un benefit a favore dell'associazione The Heroes Project che supporta il reinserimento nella societa' di veterani ed ex soldati. La setlist del concerto è sconosciuta.

20.08.2012 Private Party, Seattle, WA (Apparizione di Mike McCready)

Setlist: Wild Horses (Rolling Stones)

Mike McCready è apparso insieme a Brandi & The Twins per suonare su "Wild Horses" dei Rolling Stones durante un party privato del politico Jay Inslee. Presente alla serata anche Stone Gossard.

 
Continua >> 2012 Tour Part 3