2008 SHOWS :: PART 1 ::
Tra parentesi vengono segnalati gli autori delle covers proposte dai PJ e gli eventuali ospiti presenti nelle songs. Foto tratte da pearljam.com
25.01.08 Seattle, WA, Showbox (Show degli Harrybu McCage - Matt Cameron)

Setlist: Time Is On My Side (Jerry Ragovoy), Highway Star (Deep Purple), Suck My Kiss (Red Hot Chili Peppers), I Mean You (Thelonious Monk), ??

Prima data del nuovo side project del batterista dei Pearl Jam Matt Cameron. La band ha suonato varie covers, tra le quali la classica 'Suck My Kiss' dei Red Hot Chili Peppers, e alcuni pezzi originali senza titolo che saranno contenuti nell'album degli Harrybu McCage che dovrebbe uscire nel corso del 2008 per la Monkeywrench Records.

Photo: 1
08.02.08 The Kintting Factory, Los Angeles, LA (Apparizione di Mike McCready)
Mike McCready è apparso ad uno show di Dierks Bentley suonando la chitarra su due pezzi.
17.03.08 Rapid City, SD, Red Cloud Indian School (Apparizione di Stone Gossard)

Stone Gossard ha fatto visita agli studenti di questa scuola, che si trova nella riserva indiana di Pine Ridge (South Dakota) ed è frequentata da nativi americani. Durante la sua visita, Stone si è esibito in uno show acustico. Una band locale, i Golden Warrior, lo ha accompagnato in alcune canzoni, tra cui due covers di Hank Williams: "Mind Your Own Business" e "I'm So Lonesome I Could Cry." Gossard è un amico di vecchia data di due residenti del posto, John Red Feather e Karen Weasel Bear, da quando nel 1995 partecipò alla costruzione di una casa per la madre di Red Feather grazie al progetto Habitat for Humanity

Photo: 1
ED VEDDER 'APRIL FOOLS TOUR'
Merchandise & Gadgets > 1 / 2 / 3 / 4 | Posters: 1 / 2
24.03.08 Seattle, WA, Kenyon Hall (Show segreto di Ed Vedder)

Setlist: Walkin' The Cow (Daniel Johnston), Around The Bend, I Am Mine, Dead Man, Society, No Ceiling, Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Broken Hearted, You're True, Goodbye, Trouble (Cat Stevens), Picture In A Frame (Tom Waits), I Won't Back Down (Tom Petty), No More, If You Want To Sing Out, Sing Out (Cat Stevens), Forever Young (Bob Dylan)

Warm-up del tour solista di Ed Vedder tenuto in un piccolo localino a West Seattle, la Kenyon Hall, di fronte a 120 persone. Vedder ha suonato varie covers (da notare 'If You Want To Sing Out, Sing Out' di Cat Stevens suonata con il banjo mai proposta precedentemente live), alcune songs dei Pearl Jam e molte canzoni tratte da 'Into The Wild'. Il singer dei Pearl Jam, che indossava una vecchia t-shirt dei Police, ha suonato per piu' di un'ora in solitaria utilizzando vari strumenti: chitarra, banjo, mandolino e l'ukulele elettrico. Il set, aperto da un'intensissima versione di 'Walkin' The Cow', si è concluso sulle note della celebre 'Forever Young' di Bob Dylan. Altamente interessante il ripescaggio di 'Broken Hearted', di 'Goodbye' (pubblicata sulla colonna sonora 'A Broke Down Melody' del 2006) e di 'You're True', pezzi scritti da Vedder nel 2002 e scartati da 'Riot Act' e raramente eseguiti. Durante lo show, Vedder si è scusato per aver fatto credere ai presenti che lo show fosse in realtà una proiezione di 'Into The Wild' (come era stato pubblicizzato per mantenere lo show 'segreto'), ma che la cosa non lo faceva sentire così male come qualcuno dovrebbe sentirsi per aver mentito sulla guerra in Iraq. Ed ha chiesto ripetutamente ai presenti di mantenere il segreto sullo show fino a mercoledì, per non rovinare la sorpresa dello show della sera successiva.

25.03.08 Seattle, WA, Kenyon Hall (Show segreto di Ed Vedder)

Setlist: Walkin' The Cow (Daniel Johnston), I Am Mine, Dead Man, Society, No Ceiling, I Used To Work In Chicago (Traditional), Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Broken Hearted, You're True, Goodbye, Driftin', Hide Your Love Away (Beatles), Guaranteed, Picture In A Frame (Tom Waits), I Won't Back Down (Tom Petty), No More, Growin' Up (Bruce Springsteen), Forever Young (Bob Dylan)

Secondo warm up di Ed Vedder alla Kenyon Hall di Seattle di fronte a poco piu' di 100 persone in preparazione al suo primo tour solista che ‘partirà ufficialmente' il prossimo 2 Aprile da Vancouver. Bellissima setlist impreziosita da covers già suonate nei passati anni, di alcune composizioni inedite dello stesso Vedder (vedasi ‘Broken Hearted' o ‘Goodbye' suonate l'ultima volta nel lontano 2002 o ‘You're True', proposta in due show solisti di Ed Vedder del 2002 e nella data finale del World Wide Tour 2006 alle Hawaii) e di diversi pezzi della band madre di Ed, i Pearl Jam. ‘Growin' Up', cover di Bruce Sringsteen tratta da ‘Greetings From Asbury Park', è stata dedicata a Matt Cameron, il batterista dei Pearl Jam che ha da poco compiuto 46 anni. I biglietti per questo show, come quello della sera precedente, sono stati venduti all'Easy Street, un negozio specializzato in musica indipendente di Seattle, a 5 dollari l'uno. Per mantenere la massima segretezza sui due shows, i biglietti sono stati venduti come eventi legati alla proiezione del film 'Into the wild'. Ciò nonostante, la voce è sparsa lo stesso ed alcuni fans si sono radunati all'esterno del locale; essendo esauriti i biglietti, il personale dell'Easy Street ha offerto loro del caffè, dopodichè li ha fatti entrare gratis a show iniziato. Vedder ha scherzato molto ed è apparso rilassato e divertito: ha affermato che all'inizio aveva pensato di vendere tutti i biglietti per il suo tour solista a 5 dollari, ma che il suo commercialista gliel'ha sconsigliato. Inoltre, ha ironizzato sul fatto che la band non suona molto a Seattle ultimamente e ha anche scherzosamente preso in giro Dave Matthews. Ha anche parlato di come gli sia dispiaciuto che il film di Sean Penn non sia stato candidato agli Oscars nelle categorie per cui secondo lui meritava, aggiungendo però che non gli importa nulla che le sue canzoni non siano state nominate.

Poster: 1 / 2
02.04.08 Vancouver, BC, The Centre

Supporter: Liam Finn
Setlist: Walkin' The Cow (Daniel Johnston), Around The Bend, I Am Mine, Dead Man, Man Of The Hour, Guaranteed, No Ceiling, Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Goodbye, Broken Hearted, You're True, Diftin', Hide Your Love Away (Beatles), Picture In A Frame (Tom Waits), Trouble (Cat Stevens), I Won't Back Down (Tom Petty), Forever Young (Bob Dylan)
Encore: Society (Jerry Hannan, w/ Liam Finn), Growin' Up (Bruce Springsteen), No More, Porch
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn on drums and Eliza-Jane Barnes on vocals)

Un vecchio tappeto circolare, un cartone vuoto di Corona con un pedale attaccato, un tavolo sormontato dal ritratto di un indiano e da un vecchio due piste, le ali di pipistrello sullo sfondo, uno sgabello, una vecchia valigia: così si è presentato il palco ai 1800 fortunati che hanno assistito alla prima data di questo primo tour solista di Ed Vedder che, molto emozionato, si è rivolto per la prima volta al pubblico solo dopo cinque canzoni: aprendo la camicia, ha mostrato una T-shirt dei Butthole Surfers, rivelando che era la stessa da lui indossata durante il primo show dei Pearl Jam. “C'è qualcosa di speciale nella prima volta,” ha detto, “Che sia bella o brutta, nient'altro è così.” Lo show, che si è aperto con in sottofondo le note di 'Tuolomne', è stato suddiviso in sets. Dopo una sezione dedicata alle canzoni di 'Into the Wild' e ad alcune sue composizioni soliste risalenti al 2002 raramente eseguite, Ed ha proposto un set di covers di artisti da lui amati. Al pubblico Ed ha chiesto, prima di eseguire 'No ceiling': "Se voglio suonarla bene -- è una canzone molto difficile- ho bisogno di completo ed assoluto silenzio." Dopo essersi interrotto su 'Broken Hearted', suonata con l'ukulele elettrico, ha detto, tra gli applausi del pubblico: “Grazie per l'entusiasmo, ma spero non vogliate incoraggiare questo comportamento.” I roadies, vestiti con un camice bianco da dottore, si sono occupati di cambiare gli strumenti, tra cui varie chitarre, un mandolino, e l'ukulele chiamato “Luke”, per Vedder "meglio di un amico, perchè non deve rispondere." Nel corso della serata Vedder ha anche letto un giornale, commentando varie notizie tra cui l'attuale crisi in Tibet. Immancabile una frecciata verso George W. Bush: "Ho letto qualcos' altro nel giornale, oggi. E questo è ciò che mi distingue dal presidente Bush. Io so leggere!". Prima della cover di 'Growin Up' di Springsteen, ha raccontato una barzelletta sporca, commentando poi: "Bruce Springsteen non direbbe mai una cosa del genere, ecco perchè lui è il Boss e io sono solo l'impiegato." Su 'No More', Vedder si è visibilmente commosso. 'Society' ha visto la partecipazione di Liam Finn, supporter del tour, che ha anche suonato la betteria su 'Hard Sun', mentre la sua corista Eliza-Jane Barnes ha fatto i backing vocals. La serata si è conclusa ringraziando il pubblico: “Grazie per essere qui per questo diverso tipo di conversazione.”

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 10 / 11
03.04.08 Vancouver, BC, The Centre

Supporter: Liam Finn
Setlist: Walkin' The Cow (Daniel Johnston), Around The Bend, I Am Mine, Dead Man, Setting Forth, No Ceiling, Guaranteed, Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Goodbye, Broken Hearted, Soon Forget, I Used To Work In Chicago (Traditional), Diftin', Hide Your Love Away (Beatles), Trouble (Cat Stevens), If You Want To Sing Out, Sing Out (Cat Stevens), Porch, Forever Young (Bob Dylan)
Encore: Society (Jerry Hannan, w/ Liam Finn), Lukin, No More, Arc
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn on drums and Eliza-Jane Barnes on vocals)

In questo secondo show del tour, Vedder ha inagurato 'l'esperimento': indossando un camice bianco da dottore ('divisa' che anche i roadies hanno portato per tutto il tour), ha eseguito una magnifica versione di 'Arc', utilizzando un campionatore per generare una serie di loop sovrapposti.

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9
05.04.08 Santa Cruz, CA, SC Civic Auditorium

Supporter: Liam Finn
Soundcheck: Arc, Cant't Keep, Hard Sun (Indio)
Setlist: Walkin' the Cow (Daniel Johnston), Around the Bend, I Am Mine, Dead Man, I´m Open, Man of the Hour, Setting Forth, Far Behind, Rise, No Ceiling, Guaranteed, Millworker (James Taylor), Broken Hearted, Goodbye, You're True, I Used to Work in Chicago (Traditional), Driftin', Hide Your Love Away (Beatles), Trouble (Cat Stevens), Forever Young (Bob Dylan), Porch
Encore: Happy Birthday (to Mike McCready), Society (Jerry Hannan, w/ Liam Finn), Lukin, No More, Arc
Encore 2: Pulling Into Santa Cruz (new song), Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn on drums and Eliza-Jane Barnes on vocals)

La serata ha visto un Vedder particolarmente scherzoso e comunicativo. Nel secondo encore, Ed ha presentato una nuova canzone, dicendo di averla composta invece di andare a fare surf; una canzone con l'armonica che parla di Santa Cruz (> testo/ traduzione). Durante lo show, ha detto diverse volte quanto gli piacesse trovarsi lì e di come il posto non fosse bello solo per l'oceano e per le spiagge, ma che se non fosse stato per Santa Cruz, i surfers non avrebbero mai conosciuto il piacere di fare pipì nella muta da surf (che è stata inventata lì) e che quindi arrivare lì dalla fredda Vancouver era un po' come "quel calore che ti viene addosso quando ti pisci nella muta da surf, senza offesa". Scherzando, ha anche aggiunto di essere venuto lì perchè non aveva trovato un posto adatto a Portland: "Mi piace Portland, è un po' come Seattle, solo meglio, secondo alcuni. Forse hanno ragione, ma sono lieto di essere finito qui." All'inizio del primo encore, ha cantato 'Happy Birthday' per "qualcuno che forse conscete, qualcuno che potrebbe essere in zona", riferendosi a Mike McCready, che quel giorno compiva 42 anni.

Photos: 1 / 2 /
07.04.08 Berkeley, CA, Zellerbach Theatre

Supporter: Liam Finn
Setlist: Walkin' the Cow (Daniel Johnston), Around the Bend, I Am Mine, Dead Man, I´m Open, Man of the Hour, Setting Forth, Guaranteed, No Ceiling, Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Goodbye, Satellite, Driftin', Hide Your Love Away (Beatles), Here's To The State (Phil Ochs), Yeast Power! (Yeastie Girlz), Trouble (Cat Stevens), If You Want To Sing Out, Sing Out (Cat Stevens), Parting Ways, Forever Young (Bob Dylan), Porch
Encore 1: Society (Jerry Hannan, w/ Jerry Hannan), Growin' Up (Bruce Springsteen), Lukin, No More, Arc
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn on drums, Jerry Hannan & Eliza-Jane Barnes on vocals)

Prima di suonare 'Satellite', Ed ha raccontato che è stata Susan Sarandon a fargli conoscere il caso dei West Memphis Three e ad averlo ispirato ad impegnarsi. Poi ha parlato del caso e dell'incredibile storia d'amore tra Damien Echols e sua moglie Lorri Davis, dicendo che è una donna e una combattente incredibile, e rivelando di aver scritto la canzone pensando alla loro storia d'amore. Quindi ha dedicato la canzone a Lorri, presente tra il pubblico. Ed ha raccontato di quando nel '93 assistette ad un concerto dei Fugazi a Berkeley e si trovò a parlare per 45 minuti con un ragazzo che scoprì poi essere Tim Armstrong dei Rancid. Dopodichè, tra l'ilarità generale ha accennato un brano delle Yeastie Girlz (trio rap femminile della scena punk di Berkeley alla fine degli anni'80). A qualcuno tra il pubblico che gridava "Avresti dovuto vincere un Oscar!", Ed ha risposto: "Cosa se ne sarebbe fatto Chris McCandless di una cosa così?". Un altro momento divertente c'è stato quando qualcuno ha gridato "Per chi voterai, Eddie?" e Vedder ha risposto: "Non credo sia giusto parlare delle mie idee politiche..." mentre due roadies portavano sul palco, dietro di lui, un enorme striscione con la scritta 'Obama '08'. 'Society' ha visto la partecipazione di Jerry Hannan, autore del brano, che si è anche unito ai cori su 'Hard Sun'. Al pubblico, particolarmente rumoroso, Ed ha rivolto una perla di saggezza: "Tom Waits una volta mi ha detto che il silenzio è come un foglio di carta bianca, quando vuoi la calma non vuoi guardare una pagina piena di scarabocchi."

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8
08.04.08 Berkeley, CA, Zellerbach Theatre

Supporter: Liam Finn
Setlist: Walkin' The Cow (Daniel Johnston), Around The Bend, I Am Mine, Masters Of War (Bob Dylan), Dead Man, I'm Open, Man Of The Hour, Setting Forth, Guaranteed, No Ceiling, Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Soon Forget, Broken Hearted, Driftin’, Hide Your Love Away (Beatles), Picture In A Frame (Tom Waits), Trouble (Cat Stevens), Forever Young (Bob Dylan), Porch
Encore 1: Society (Jerry Hannan, w/ Jerry Hannan), Pulling Into Santa Cruz, No More, Arc
Encore 2: Bad Acting Hack (new song for Sean Penn, w/ Sean Penn on stage), Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn on drums, Eliza-Jane Barnes and Jerry Hannan on vocals), Yellow Ledbetter (w/ Mike McCready and Liam Finn), All Along The Watchtower (Bob Dylan, w/ Mike McCready and Liam Finn)

Ed ha raccontato di essere "depresso - da momento che non è professionale dire che hai i postumi di una sbronza" e che la sera prima era stato sveglio fino alle 4:30 a parlare della pena di morte con la moglie di Damien Echols dei West Memphis Three, incazzandosi per l'ingiustizia del sistema. Dopo 'Masters of War', si è lamentato del pubblico della sera prima, dicendo che durante 'No more' cantavano come ad una convetion di giovani repubblicani e che si dava la colpa per questo, perchè "se non riesci a far cantare una canzone di protesta alle persone in un campus universitario, non stai facendo bene il tuo lavoro...", così ha pensato che 'Masters of War' potesse servire allo scopo. Prima di 'I'm Open', ha parlato di come alcune persone potrebbero pensare che la canzone abbia a che fare col volere una relazione, forse con una donna o forse con qualcosa di "appena inferiore ad una donna - Dio". Ed ha parlato di come a sua figlia piaccia ballare e cantare le canzoni di 'Into the wild' e di come gli faccia continuamente domande sul loro significato. Prima della canzone su Santa Cruz, ha detto che una delle ragioni per cui il giorno prima era stato sveglio fino alle 4 di mattina è che voleva trovare una parola che facesse rima con Berkeley... scherzando, ha aggiunto che data la scarsa performance del pubblico della sera prima, Berkeley non si meritava una canzone scritta apposta. A chi gli chiedeva di suonare qualcosa di Vitalogy, ha risposto "A spanking it's the only thing I want so much." [rif. a 'Hey Foxymophandlemama, That's Me', n.d.r. ]. Dopo 'Forever Young', qualcuno del pubblico ha gridato: "Che ne dici di Hilary? [Clinton, n.d.r]"... e Ed ha risposto "Hilary? Ma non ho appena suonato 'Trouble' [problema, n.d.r.]?". Poi ha iniziato un discorso molto ironico su come gli artisti e i musicisti come lui non dovrebbero supportare un candidato in particolare, che non è il loro compito (mentre diceva questo, un enorme striscione 'Obama '08' veniva portato sul palco, dietro di lui, mandando il pubblico in delirio). Sempre ironizzando, ha detto che dovremmo ascoltare gli uomini d'affari e i media, perchè loro sanno davvero tutto, a differenza di uno come lui, che parla con migliaia di persone di paesi e culture diverse. Come la sera precedente, 'Society' ha visto la partecipazione di Jerry Hannan. Nel secondo encore, Ed ha invitato sul palco Sean Penn ("l'unico posto in cui puoi fumare in questo edifico è il palco, così... vieni qui e fumiamoci una sigaretta!"), che ha detto "Eddie Vedder ha l'anima che vorrei avere"; dopodichè, Sean ha fatto gli auguri di compleanno alla moglie Robin Wright Penn, presente tra il pubblico. Prima, nel corso della serata, Vedder aveva dedicato loro 'Picture in a Frame' ("per una coppia davvero speciale"). Dopo un brindisi e una sigaretta, Vedder ha presentato una nuova canzone (> testo / traduzione), scritta apposta per Sean Penn (dopo il loro primo incontro 10 anni fa), che è rimasto sul palco ad ascoltarla, divertito. Dopo la consueta 'Hard Sun', con Jerry Hannan special guest, una sopresa: Vedder ha rivelato di aver portato con sè per questo tour un oggetto per ogni membro dei Pearl Jam: la chitarra di Stone, il tappeto di Jeff, le bacchette della batteria di Matt, ma che gli mancava qualcosa di Mike, per cui l'aveva chiamato chiedendogli di spedirgli qualcosa. A quel punto, Mike è uscito sul palco trasportato su un carrello, con addosso il camice bianco, e ha suonato su 'Yellow Ledbetter' e 'All Along The Watchtower'.

10.04.08 Santa Barbara, CA, Arlington Theatre

Supporter: Liam Finn
Setlist: Piano Interlude/Walkin' The Cow (Daniel Johnston), Around The Bend, I Am Mine, Dead Man, Throw Your Arms Around Me (Hunter & Collectors), Setting Forth, Guaranteed, No Ceiling, Her Majesty (Beatles), Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), UCSB Letter (Poem), Goodbye, Broken Hearted, You're True, Driftin’, Trouble (Cat Stevens), I Won't Back Down (Tom Petty), Forever Young (Bob Dylan), Porch
Encore 1: Society (Jerry Hannan), Lukin, No More (w/ Ben Harper)
Encore 2: Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn on drums, Eliza-Jane Barnes and Ben Harper on vocals)

Ed ha cominciato lo show suonando un breve intro al piano da una balconata sulla destra del teatro, dopodichè si è calato con una corda tra il pubblico ed è salito sul palco. E' stata suonata per la prima volta la brevissima cover di 'Her Majesty' dei Beatles. Prima di suonare 'Goodbye', Vedder ha letto una poesia che suo fratello aveva scritto ai genitori quando frequentava l'Università a Santa Barbara. L'ospite della serata è stato Ben Harper, che ha cantato con Vedder 'No More' e i cori di 'Hard Sun'.

Photos: 1 / 2 / 3 / 4
12.04.08 Los Angeles, CA, Wiltern Theatre

Supporter: Liam Finn
Setlist: Walkin' the Cow (Daniel Johnston), Around the Bend, I Am Mine, Dead Man, God Is In Control / Limit Yourself (Traditional), Masters of War (Bob Dylan), I'm Open, Man Of The Hour, Setting Forth, Guaranteed, No Ceiling, Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Soon Forget, Broken Hearted, Driftin', Hide Your Love Away (Beatles), Trouble (Cat Stevens), If You Want To Sing Out, Sing Out (Cat Stevens), I Won't Back Down (Tom Petty), Forever Young (Bob Dylan), Porch
Encore 1: Society (Jerry Hannan, w/ Liam Finn), Throw Your Arms (Around Me) (Hunters & Collectors, w/ Liam Finn), No More, Arc
Encore 2: Growin' Up (Bruce Springsteen), Lukin, Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn and Eliza-Jane Barnes)

Prima di 'Masters of War', Vedder ha accennato due brani tratti da una pubblicità di musica cristiana che aveva visto in TV. Scherzando, ha annunciato di volersi dare al rock cristiano e che questi erano un paio di brani del nuovo album. Prima di 'No Ceiling', un roadie ha portato il Golden Globe vinto per 'Guaranteed' a Vedder, che ha scherzosamente tenuto un discorso di accettazione del premio: "Vorrei ringraziare gli sceneggiatori di Hollywood, che erano in sciopero quando sono stati assegnati questi premi, così non ho dovuto lasciare il sole delle Hawaii. Ero impegnato a scrivere canzoni e a fare surf, i miei shorts erano ancora umidi quando ho ricevuto la telefonata che mi comunicava la vittoria, così ringrazio gli sceneggiatori per non essermi dovuto mettere in ghingheri." Dopodichè, ha messo il Golden Globe tra le ali di pipistrello, si è tolto la giacca e l'ha sbattuta per terra. 'Throw Your Arms (Around Me)' è stata cantata insieme a Liam Finn.

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5
13.04.08 Los Angeles, CA, Wiltern Theatre

Supporter: Liam Finn
Setlist: Walkin' the Cow (Daniel Johnston), Around the Bend, I Am Mine, Dead Man, Thumbing My Way, Man Of The Hour, Setting Forth, Guaranteed, No Ceiling, Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Goodbye, Soon Forget, Driftin', Hide Your Love Away (Beatles), Picture In A Frame (Tom Waits), Trouble (Cat Stevens), Happy Birthday (to his Grandmother Margaret), Porch
Encore 1: Society (Jerry Hannan, w/ Liam Finn), Throw Your Arms (Around Me) (Hunters & Collectors, w/ Liam Finn), Lukin, Arc
Encore 2: Last Kiss (Wayne Cochran, w/ Jack Irons), No More (w/ Ben Harper), Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn, Eliza Jane Barnes & Ben Harper), All Along The Watchtower (Bob Dylan, w/ Liam Finn & Jack Irons)

Vedder ha realizzato una 'video card' per il 90esimo compleanno di sua nonna Margaret, chiedendo al pubblico di cantare 'Happy Birthday Margaret' con gli accendini accesi e di spegnerli tutti nello stesso momento, per ricreare l'effetto delle candeline che si spengono. Ha anche scherzato sull' ormai celebre storia della marmellata di nonna Pearl. In segno di ringraziamento, ha dato del vino al pubblico delle prime file. Gli ospiti della serata sono stati Ben Harper (su 'No More' e 'Hard Sun') e Jack Irons, indimenticato ex batterista dei Pearl Jam e grande amico di Vedder, che ha suonato la betteria su 'Last Kiss' e 'All Along The Watchtower' (con la partecipazione anche di Liam Finn).

Photos: 1 / 2
15.04.08 San Diego, CA, Spreckels Theater

Supporter: Liam Finn
Setlist: Small Town Intro, Walkin' the Cow (Daniel Johnston), Around the Bend, I Am Mine, Dead Man, I'm Open, Man of the Hour, No Ceiling, Guaranteed, Millworker (James Taylor), Far Behind, Rise/Dirty Frank [Tease], Soon Forget, Broken Hearted, You're True, Driftin', Hide Your Love Away (Beatles), Picture in a Frame (Tom Waits), Masters of War (Bob Dylan), Trouble (Cat Stevens), I Won't Back Down (Tom Petty), 'Barry White' Slow Jam [Improv], Porch
Encore 1: Society (Jerry Hannan, w/ Liam Finn), Throw Your Arms (Around Me) (Hunters & Collectors, w/ Liam Finn), Lukin, Arc
Encore 2: No More, I Am a Patriot (Steve Van Zandt), So You Wanna Be a Rock and Roll Star (The Byrds), Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn and Eliza-Jane Barnes)

Verso la fine del set principale, Vedder ha raccontato di aver utilizzato per il tour un campionatore con diverse basi musicali pre-registrate, tra cui alcune davvero terribili. Per dimostrarlo, ha fatto partire una base molto 'Anni '80', su cui ha improvvisato una 'Slow Jam' sullo stile di Barry White, con un testo parlato dal tono ironicamente 'sexy'. Da segnalare il debutto in questo tour di 'So You Wanna Be a Rock and Roll Star', cover dei Byrds raramente eseguita.

16.04.08 San Diego, CA, Spreckels Theater

Supporter: Liam Finn
Setlist: Walkin' The Cow (Daniel Johnston), Around The Bend, I Am Mine, Dead Man, Man Of The Hour, Setting Forth, Guaranteed, No Ceiling, Her Majesty (Beatles), Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Goodbye, Broken Hearted, Soon Forget, Don't Be Shy (Cat Stevens), Here's To The State (Phil Ochs), Hide Your Love Away (Beatles), Trouble (Cat Stevens), If You Want To Sing Out, Sing Out (Cat Stevens), Forever Young (Bob Dylan), Porch
Encore 1: Bad Acting Hack (song for Sean Penn, w/ Emile Hirsch on stage), Society (Jerry Hannan, w/ Liam Finn), Throw Your Arms (Around Me) (Hunters & Collectors, w/ Liam Finn), I Used To Work In Chicago (Traditional), Let My Love Open The Door (Pete Townshend), Lukin
Encore 2: Believe You Me [Tease] (Bad Radio), No More, 'Lucifer's Lament' Slow Jam [Improv], Hard Sun (Indio, w/ Liam Finn, Eliza-Jane Barnes and Emile Hirsch)

Data conclusiva del tour. 'Forever Young' è stata dedicata a Karen, la mamma di Ed, che compiva gli anni ed era tra il pubblico. Nel primo encore, Vedder ha presentato Emile Hirsch, che è rimasto sul palco mentre Vedder suonava la canzone dedicata a Sean Penn. All'inizio del secondo encore, una sopresa: prima di attaccare 'No More', Ed ha suonato alcuni secondi di 'Believe You Me', canzone della sua prima band, i Bad Radio, mai eseguita in precedenza. Come la sera precedente, Vedder ha proposto una 'Slow Jam' molto divertente, accompagnandola con una 'scenetta' in cui due personaggi con le maschere di George W. Bush e del diavolo mimavano atti sessuali. Da segnalare una bellissima versione di 'Let My Love Open The Door', cover di Pete Townshend, padre putativo di Vedder, un omaggio che non poteva mancare in conclusione di questo suo primo tour solista. Su 'Hard Sun', ai cori si è unito anche Emile Hirsch.

Photos: 1 / 2
19.04.08 San Clemente, CA (Show privato di Ed Vedder)

Setlist: Throw Your Arms (Around Me) (Hunters & Collectors), I Am Mine, Betterman, Master Of War (Bob Dylan), Small Town, I Used To Work In Chicago (Traditional), Guaranteed, No Ceiling, Far Behind, Rise, Millworker (James Taylor), Soon Forget, Drifitin', Hide You Love Away (Beatles), I Won't Back Down (Tom Petty), Last Kiss (Wayne Cochran), Porch
Encore: No More (w/ Ben Harper), Indifference (w/ Ben Harper e Kelly Slater), Hard Sun (Indio)

Benefit show privato di Ed Vedder a favore della Kelly Slater Foundation del surfer Kelly Slater, amico di vecchia data del singer dei Pearl Jam. Vedder si è presentato davanti ai circa 300 presenti suonando per 90 minuti in acustico alcune covers, pezzi dei Pearl Jam e songs dalla colonna sonora di 'Into The Wild'. Tra il pubblico erano presenti attori come Sean Penn, Cameron Diaz e Laura Dern, vari pro surfers e membri dell'industria del surf. Nell'encore è salito sul palco Ben Harper per duettare con Ed su 'No More' mentre su 'Indifference' ha cantato, insieme ai due, anche Kelly Slater. Per 'Hard Sun' Vedder ha fatto salire sul palco vari ragazzi presenti allo show.

Photos: 1 / 2 / 3
01.05.2008 Malibu, CA, Performing Arts Center (Apparizione di Ed Vedder)

Setlist: Here's To The State (Phil Ochs)

Ed Vedder ha registrato al teatro Malibu Performing Arts Center in California la sua performance per il progetto televisivo "The People Speak". Il singer dei Pearl Jam ha suonato in solitaria la cover di Phil Ochs 'Here's To The State'. Dopo la performance, ha dichiarato "Non vedo l'ora che arrivi il momento in cui non dovremmo più suonare queste canzoni" in riferimento al fatto che una canzone di sinistra scritta trent'anni fa è ancora terribilmente attuale anche ai giorni nostri.

03.05.2008 Seattle, WA, Showbox (CCFA Benefit con Mike McCready)

Tribute to Jimi Hendix (Shadow Reunion) setlist: Killing Floor (Howlin' Wolf), Voodoo Chile (Jimi Hendrix), Star Spangled Banner (National Anthem), Little Wing (Jimi Hendrix, w/ Kim Virant on vocals), All Along The Watchtower (Bob Dylan), Chinese Rock (The Ramones, w/ Duff McKagan on vocals), I Wanna Be Your Dog (The Stooges, w/ Duff McKagan on vocals)
Flight To Mars (UFO tribute band featuring Mike McCready) setlist: Doctor Doctor, Mother Mary, Too Hot To Handle, Lights Out, Love To Love, Natural Thing, Shoot Shoot, This Kid's, I'm A Loser, Rock Bottom

Annuale show benefico organizzato per raccogliere fondi per la Crohn's and Colitis Foundation of America (CCFA), associazione che ha come uno dei suoi più grandi testimonials Mike McCready. Prima del consueto set dei Flight To Mars (band tributo agli UFO in cui 'milita' lo stesso McCready), il chitarrista dei Pearl Jam si è esibito, nelle insolite vesti di cantante, in un set tributo a Jimi Hendrix, accompagnato dai fratelli Rick e Chris Friel, cofondatori della prima band in cui militò McCready, gli Shadow. Negli ultimi due pezzi del set, sul palco è salito anche Duff McKagan (Guns N' Roses, Velvet Revolver), per cantare due covers, le classiche "Chinese Rock" dei Ramones e "I Wanna Be Your Dog" degli Stooges.

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 10 | Poster: 1
03.05.2008 Seattle, WA, El Corazon (Show degli Harrybu McCage - Matt Cameron)
Seconda data quest'anno per il nuovo side project del batterista dei Pearl Jam, Matt Cameron. Il trio jazz ha suonato brani che saranno contenuti nel loro primo album, che dovrebbe uscire nel corso del 2008 per la Monkeywrench Records.
07.05.2008 Seattle, WA, High Dive (Apparizione di Stone Gossard)

Setlist: Mercedes Benz (Janis Joplin), Half As Much, I'll Never Get Out Of This World Alive, Cold Cold Heart, Lost Highway, I Can't Help It (If I'm Still In Love With You), Weary Blues (From Waitin'), Your Cheatin' Heart, Take These Chains From My Heart, Mind Your Own Business, The Angel of Death, Honky Tonkin', I'm So Lonesome I Could Cry, Moanin' The Blues, Cool Water (Bob Nolan), Ramblin' Man

Show benefico che ha visto Stone Gossard impegnato in una serie di covers in tributo al cantautore country Hank Williams (recente 'passione' musicale del chitarrista dei Pearl Jam), insieme ad un gruppo di musicisti locali esibitisi per l'occasione come 'Hank Williams Choir': Vince Mira, Brad Sinsel (TKO, War Babies), Jeff Fielder (JF & the Dinosaurs, Sera Cahoone), Michael Musburger (Fastbacks), Barbara Ireland, Dejha Colantuono (Rotten Apples), Keith Lowe e Hans Teuber.

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 | Setlist: 1 (Grazie a Daniele)
16.05.2008 Portland, OR, Baptist Curch (Apparizione di Ed Vedder)

Setlist: No More, Long Road

L'attore Viggo Mortensen e alcune personalità locali si sono ritrovati in una vecchia chiesa di Portland per leggere degli estratti da "Voices of a People's History of the United States" di Howard Zinn. Tra gli ospiti dell'evento c'era anche Ed Vedder, che prima ha seguito le letture tra il pubblico, poi è salito a suonare 'No More' e 'Long Road'. Visibilmente commosso, Vedder ha dedicato quest'ultima canzone alla memoria di Rosalyn Zinn (la moglie di Howard Zinn), scomparsa solo pochi giorni prima.

PEARL JAM EAST COAST SUMMER TOUR
Merchandise > 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7
11.06.08 West Palm Beach, FL, Cruzan Amphitheatre

Supporter: Kings of Leon
Soundcheck (10.06.2008): Who You Are, Present Tense, Light Years, Save You, Blood (x3)
Setlist: Oceans, Severed Hand, Save You, God's Dice, Given to Fly, Faithful, Unemployable, Sad, Dissident, Who You Are, Even Flow, Low Light, Gone, Grievance, Glorified G, Do the Evolution, Why Go
Encore #1: Inside Job, Betterman, Comatose, Rearviewmirror
Encore #2: Rains On Me (Tom Waits/Chuck E. Weiss), No More, Alive, Yellow Ledbetter/Star Spangled Banner (Anthem)

Primo show dei Pearl Jam per questo piccolo tour americano. Nel corso del set è stata suonata "Who You Are" (la sua ultima apparizione live risale a 10 anni fa, il 9 Marzo 1998 a Sydney). Durante il secondo encore Vedder, prima di suonare "No More", ha intonato "Rains On Me", cover di Tom Waits.

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 10 / 11 / 12 / 13 / 14 | @PearlJam.com |Poster: 1 |Setlist: 1 / 2
12.06.08 Tampa, FL, St. Pete Times Forum

Supporter: Kings of Leon
Soundcheck: Undone, Love Reign O'er Me (The Who)
Setlist: Sometimes, Corduroy, Why Go, Severed Hand, Small Town, Marker in the Sand, Light Years, Down, Wishlist, Given to Fly, Daughter, Even Flow, Present Tense, Insignificance, Betterman, Do The Evolution
Encore #1: Nothingman, Black, Life Wasted, Porch
Encore #2: Hide Your Love Away (Beatles), Alive, Yellow Ledbetter

Seconda data del Summer Tour 2008 dei Pearl Jam. Setlist abbastanza classica ma non priva di alcune rarità: apertura con "Sometimes", da notare anche l'esecuzione di "Down" e "Light Years", poco suonate negli ultimi tempi.

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 10 | @PearlJam.com | Poster: 1
14.06.08 Manchester, Tennessee, Bonnaroo Festival

Soundcheck: -
Jack Johnson's Set (solo le canzoni con Ed Vedder): Constellations (Jack Johnson)
Setlist: Hard to Imagine, Corduroy, All Night, Why Go, Small Town, Down, Who You Are, Severed Hand, 1/2 Full, Animal, Evenflow, Daughter, Gone, Love Reign O'er Me (The Who), Do The Evolution, Rearviewmirror
Encore #1: W.M.A. (Reworked version), Betterman/Save It For Later (English Beat), Black, Life Wasted, Crazy Mary (Victoria Williams), Porch
Encore #2: No More, Release, Alive
Encore #3: All Along the Watchtower (Bob Dylan)

Prima apparizione per i Pearl Jam al festival Bonnaroo. La band di Seattle ha suonato un concerto ricco di rarità: come opener è stata usata la bellissima "Hard To Imagine", come terza canzone è stata suonata, per la prima volta, "All Night" (out take di "No Code", pubblicata ufficialmente su "Lost Dogs"). Da segnalare, durante il main set, anche la presenza della cover degli Who "Love Reign O'er Me". Il primo encore è iniziato con "W.M.A." che non veniva suonata integralmente dal lontano 1995 (18 Febbraio 1995 a Sendai, Giappone). Nel secondo encore è da segnalare la presenza di "Release", usata normalmente come opener. Questo fantastico show si è chiuso sulle note della cover di Bob Dylan, "All Along The Watchtower".

Curiosità: nel corso della giornata Ed Vedder è stato avvistato nel backstage degli shows di Cat Power, B.B. King e Jack Johnson, con il quale ha anche duettato sulla sua "Constellations".

Photos: bonnaroo.com|pearljam.com| 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 10 / 11 / 12 / 13 | Posters: 1 / 2
16.06.08 Columbia, SC, Colonial Center

Supporter: Kings Of Leon
Pre-set (Ed w/ Kings of Leon): Slow Night, So Long (Kings Of Leon)
Soundcheck: Off He Goes (x3), Education, Undone, Thin Air, All Night (x3), Love Reign O'er Me (The Who), All Or None
Setlist: Can't Keep, Why Go, All Night, Hail Hail, Sad, Severed Hand, Red Mosquito, I Am Mine, Even Flow, Off He Goes, Small Town, Present Tense, Whipping, I Got Shit, Army Reserve, Glorified G, Do The Evolution
Encore 1: Inside Job, Given To Fly, Education, W.M.A., Better Man, Save You, Porch
Encore 2: No More, Footsteps, Alive
Encore 3: Indifference

Setlist che ha presentato diverse rarità come l'opener "Can't Keep", "Red Mosquito", "Off He Goes", la nuova versione di "W.M.A." ed "Education". Uno dei migliori shows dell'U.S. Summer Tour 2008 dei Pearl Jam.

Photos: pearljam.com | TheState.com | Poster: 1
17.06.08 Virginia Beach, VA, Verizon Wireless Amphitheatre

Soundcheck: -
Supporter: Kings Of Leon
Pre-set (Ed w/ Kings of Leon): Slow Night, So Long (Kings Of Leon)
Setlist: Long Road, Corduroy, Severed Hand, All Night, I Am Mine, Small Town, Faithfull, Low Light, Evacuation, Given to Fly, Green Disease, Not For You/Modern Girl (Sleater-Kinney), Sleight Of Hand, Even Flow, Wishlist, Insignificance, Do The Evolution, Rearviewmirror
Encore 1: Comatose, Why Go, Better Man, Jeremy
Encore 2: Guaranteed, Alive, Rockin´ In The Free World (Neil Young, w/ Kings of Leon)

Da notare che nel secondo encore Vedder ha suonato, in solitaria, "Guaranteed" tratta dalla colonna sonora/album solista "Into The Wild".

Photos: pearljam.com | Poster: 1
18.06.08 Philadelphia, PA, Mann Music Center (Apparizione di Vedder allo show dei R.E.M.)
Setlist (solo le canzoni con Ed Vedder): Begin The Begin

Ed Vedder, indossando cappello e occhiali, è salito sul palco dei R.E.M. per cantare insieme a Micheal Stipe 'Begin the begin' durante il concerto della band di Athens a Philadelphia. Poco prima, dopo l'esecuzione di 'Hollow man' (dal nuovo album dei R.E.M., 'Accelerate') Michael Stipe aveva scherzato dicendo che quella era la loro 'Better man' e aggiungendo che i Pearl Jam stavano assistendo allo show (oltre a Vedder, anche Jeff Ament è stato avvistato tra il pubblico).

Photos: 1 / 2 / 3
19.06.08 Camden, NJ, Susquehanna Bank Center

Supporter: Ted Leo and The Pharmacists
Soundcheck: Nothing As It Seems, Rats, Love Boat Captain, U
Setlist: Hard To Imagine, Corduroy, Severed Hand, Do The Evolution, All Night, In Hiding, Small Town, Gone, Who You Are, Unemployable, Even Flow, Light Years, Grievance, Given To Fly, U, Rats, Why Go
Encore 1: Love Reign O'er Me (The Who), Better Man/Save It For Later (English Beat), State Of Love And Trust, Black, Leash
Encore 2: No More, Crazy Mary (Victoria Williams), Porch, Yellow Ledbetter/Star Spangled Banner

Grande setlist (con "Hard To Imagine" come opener) per la prima data insieme a Ted Leo & The Pharmacists come supporter.

Photos: pearljam.com | Poster: 1
20.06.08 Camden, NJ, Susquehanna Bank Center

Supporter: Ted Leo and The Pharmacists
Soundcheck: -
Ed Vedder' Pre-Set: Hide Your Love Away (Beatles)
Set List: Severed Hand, Brain Of J, Animal, Dissident, Low Light, Down, Nothing As It Seems, Green Disease, Love Boat Captain (Intro only), Corduroy, Even Flow, Thin Air, Daughter/War (Edwin Starr), Insignificance, W.M.A., Do The Evolution, Whipping, Better Man, Why Go
Encore 1: Lukin, Comatose, Given To Fly, Rearviewmirror
Encore 2: Footsteps, Once, Alive, Baba O'Riley (The Who)

"Love Boat Captain" è stata abbandonata dopo le prime strofe. Interessante l'esecuzione di "Nothign As It Seems" e di "Thin Air" che non venivano suonata da diverso tempo. Da notare l'esecuzione della "Mamasan Trilogy" (al contrario...) nel secondo encore.

Photos: pearljam.com | Poster: 1 |Setlist: 1
22.06.08 Washington, DC, Verizon Center

Supporter: Ted Leo and The Pharmacists
Soundcheck: Garden (riff), Come Back, You Are, Who You Are, I Am Mine
Set List: Hard To Imagine, Severed Hand, Hail Hail, Do The Evolution, Small Town, Evacuation, Corduroy, I'm Open, I Am Mine, I Got Shit, Daughter, Light Years, Even Flow, Green Disease, You Are, U, Who You Are, Why Go
Encore 1: Comatose, Sad, Given To Fly, Come Back, Grievance, Black, Rearviewmirror
Encore 2: No More, Last Kiss (Wayne Cochran), Crazy Mary (Victoria Williams), Alive, All Along The Watchtower (Bob Dylan), Yellow Ledbetter/Star Spangled Banner

Durante il main set è stata suonata la "You trilogy" composta da "You Are", "U" e "Who You Are".

Photos: pearljam.com | Poster: 1
24.06.08 New York, NY, Madison Square Garden

Supporter: Ted Leo and The Pharmacists
Soundcheck: Wasted Reprise, W.M.A. , Who You Are, All Night, I Believe In Miracles (Ramones), Hide Your Love Away (Beatles), No More
Setlist: Hard To Imagine, Save You, Why Go, All Night, Corduroy, Faithfull, Small Town, Down, Unemployable, Given To Fly, Who You Are , Whipping, 1/2 Full, Even Flow, Present Tense, Daughter, Do The Evolution
Encore #1: Love Reign O'er Me (The Who), W.M.A. , Leash, Spin The Black Circle, Wasted Reprise, Porch
Encore #2: No More, Crazy Mary (Victoria Williams), Comatose, I Believe In Miracles (Ramones, w/ C.J. Ramone), Alive
Encore #3: All Along The Watchtower (Bob Dylan), Indifference

"All Night", "Who You Are" e "W.M.A" sono state suonate insieme ad un coro gospel composto da Fonzi Thorton, Arif St. Michael, Vaneese Thomas. "I Believe In Miracles" è stata suonata insieme a C.J. Ramone, lo storico "secondo" bassista dei Ramones che nel 2001 ha fatto conoscere Vedder e Boom.

Photos: pearljam.com | Poster: 1
25.06.08 New York, NY, Madison Square Garden

Supporter: Ted Leo and The Pharmacists
Soundcheck: -
Setlist: Release, World Wide Suicide, Severed Hand, Corduroy, All Night, Cropduster, Garden, Marker In The Sand, I'm Open, Wishlist, State Of Love And Trust, Even Flow, Who You Are , Rats, Given To Fly, Do The Evolution, Go
Encore #1: Inside Job, W.M.A., Lukin, I Believe in Miracles (Ramones, w/ C.J. Ramone), Better Man/Save It For Later (English Beat), Rearviewmirror
Encore #2: No More, Last Kiss (Wayne Cochran), Why Go, Black Diamond (Kiss, w/ Ace Frehley, Alive, Yellow Ledbetter/Star Spangled Banner

"All Night", "Who You Are" e "W.M.A" sono state suonate, come nella data della sera precedente, insieme ad un coro gospel composto da Fonzi Thorton, Arif St. Michael, Vaneese Thomas. "I Believe In Miracles" è stata nuovamente suonata insieme a C.J. Ramone. "Black Diamond" dei Kiss è stata cantata da Matt Cameron e Mike McCready e dal chitarrista dei Kiss, Ace Frehley. Durante il main set è stata rispolverata "Cropduster" di "Riot Act" e sono anche state suonate "I'm Open" e "Rats".

Photos: pearljam.com | Poster: 1
27.06.08 Hartford, CT, Dodge Music Center

Supporter: Ted Leo and The Pharmacists
Soundcheck: Present Tense
Setlist: Can't Keep, Breakerfall, Last Exit, Gods' Dice, All Night, Small Town, Sad, Brain of J, In Hiding, Big Wave, Not For You/Modern Girl (Sleater-Kinney), Daughter/Another Brick In The Wall (Pink Floyd), Why Go, Jeremy, Gone, Immortality, Porch
Encore #1: Garden, Betterman, Even Flow, Comatose, Leash, Blood
Encore #2: Smile, Do The Evolution, Alive, Fuckin' Up (Neil Young), Yellow Ledbetter/Little Wing (Jimi Hendrix)

... forse la miglior setlist dell' U.S. Summer Tour 2008 dei Pearl Jam. Da notare l'esecuzione di "Immortality", "Garden" e "Smile".

Photos: pearljam.com | Poster: 1
28.06.08 Mansfield, MA, Comcast Center
Supporter: Ted Leo and The Pharmacists
Soundcheck: Wash, Satan's Bed, Habit, Rival
Ed Vedder Pre-Set: Throw Your Arms Around Me (Hunters & Collectors)
Setlist: Hard To Imagine, Why Go, Hail Hail, Comatose, Low Light, Small Town, Corduroy, Faithfull, Off He Goes, Given To Fly, Down, I'm Open, I Got Shit, Even Flow, Do The Evolution, Once, Rearviewmirror
Encore #1: Love Reign O'er Me (The Who), Come Back, Insignificance, Black, Better Man/Save It For Later (English Beat)
Encore #2: No More, State Of Love And Trust, Alive
Photos: pearljam.com | Poster: 1
30.06.08 Mansfield, MA, Comcast Center

Supporter: Ted Leo and The Pharmacists
Soundcheck: Habit
Setlist: Wash, Last Exit, Save You, Severed Hand, Animal, M.F.C., Small Town, 1/2 Full, Corduroy, Given To Fly, Even Flow, Education, Satan's Bed, Whipping, Glorified G, Do The Evolution
Encore #1: Bee Girl, Who You Are, Better Man/Save It For Later (English Beat), Garden, Why Go
Encore #2: No More, Once, Footsteps, Alive, Rockin' In The Free World (Neil Young, w/ Ted Leo)

Ultima data 'ufficiale' per i Pearl Jam dell'U.S. Summer Tour 2008.

Photos: pearljam.com | Poster: 1
01.07.08 New York, NY, Beacon Theatre (Robin Hood Foundation Benefit)

Soundcheck: Harvest Moon (Neil Young), Sleight of Hand , Masters Of War (Bob Dylan), Off He Goes, Who You Are, W.M.A., All Night, Army Reserve, Marker In The Sand
Setlist: (Acoustic Set) Low Light, Small Town, Sleight Of Hand, Harvest Moon (Neil Young)*, Masters Of War (Bob Dylan)
(Electric Set) Down, All Night *, Corduroy, Even Flow, Light Years, Army Reserve *, W.M.A. *, Marker In The Sand *, Wasted Reprise, Wish List, Why Go, Do The Evolution
Encore #1: Undone, Who You Are *, Given To Fly, Black, Crazy Mary (Victoria Williams)
Encore #2: No More, Last Kiss (Wayne Cochran), Alive, Baba O'Riley (The Who)

Il 1 Luglio 2008 i Pearl Jam hanno tenuto un concerto di beneficenza privato al Beacon Theatre di New York; i proventi sono stati totalmente devoluti all'organizzazione benefica Robin Hood Foundation, che si occupa di combattere la povertà nella città di New York (pare che lo show abbia fruttato all'ente benefico ben 3 milioni di dollari).

Le canzoni contraddistinte con il simbolo * sono state suonate con il coro gospel già presente nelle due date del Madison Square Garden della settimana scorsa. La band, all'inizio del set, ha presento 5 canzoni in versione acustica. Poco prima di "No More", Ed Vedder, dal mixer, ha diffuso la canzone "Make A Difference" degli MJ3, una band di giovani ragazzi il cui padre ora sta facendo il miltare (?). Da notare la presenza nella setlist di "Undone", la b-side del singolo "I Am Mine".

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 (Thanks to arrowiss) + http://www.flickr/jlbnyc
10.07.08 Seattle, WA, The Sunset Tavern (Reunion dei Green River ~ show segreto)
Supporter: The Fluid, Press Corps
Soundcheck: Ozzie (X2), P.C.C.
Setlist: Come on Down, 33 RPM, P.C.C., Ozzie, Baby Help Me Forget, Unwind, Leech, Queen Bitch (David Bowie), Together We'll Never, Swallow My Pride, New God, 10000 Things, This Town, Ain't Nothing to Do (Dead Boys)

Il 10 Luglio 2008 al Sunset Tavern di Seattle era in programma uno show dei Fluid con i Press Corps (la band di Bruce Fairweather dei Mother Love Bone e Green River e Dan Peters, Mudhoney) ma a grande sorpresa dei presenti si sono esibiti i Green River nel loro primo vero show di reunion, dopo 21 anni dalla loro ultima esibizione. Tra i presenti in sala: Guy Maddison e Matt Lukin dei Mudhoney, Kim Thayil dei Soundgarden e Jack Endino. I Green River hanno suonato in formazione a sei: Mark Arm alla voce, Stone Gossard, Steve Turner e Bruce Fairweather alle chitarre (!!!), Jeff Ament al basso e Alex Vincent alla batteria. La band ha proposto varie canzoni dall'album "Rehab Doll" e dall'EP "Dry As A Bone" insieme a due inediti (in realtà si tratta di due out takes del primo periodo della band): "Leech" e "Baby, Help Me Forget". 3 ragazzi della crew dei Pearl Jam si sono occupati dei suoni delle chitarre, Bruce Fairweather ha ironicamente commentato a tal proposito: "E' la prima volta che abbiamo tecnici della chitarra!".
"New God" ha creato il pogo piu' sfrenato tra la platea. Stone Gossard, verso la fine dello show, ha chiesto al pubblico: "Chi vuole sentire "10000 Things?" ottenendo un tiepido riscontro. Gossard ha quindi detto, scherzando, "Solo quattro persone la vogliono ascoltare" ed è partita "10000 Things" in origine contenuta sulla storica compilation "Deep Six". Durante il concerto, Stone e Steve Turner hanno avuto diversi problemi con le chitarre. Lo show si è concluso sulle note della magnifica "Ain't Nothing To Do" dei Dead Boys.
Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 10 / 11 / 12 / 13 / 14 / 15 / 16 / 17 / 18
12.07.08 Los Angeles, CA, Pauley Pavilion (Pearl Jam @ "VH1 Rock Honors: The Who")

Setlist: Love Reign O'er Me (The Who), The Real Me (The Who)

I Pearl Jam, introdotti da Sean Penn, si sono esibiti al "VH1 Rock Honors" dedicato agli Who. La band di Seattle ha suonato, con un'orchestra (e con Brendan O'Brien al piano come sostituto a Boom, assente alla serata), la classica "Love Reign O'er Me" e "The Real Me" (quest'ultima non era mai stata suonata live dai Pearl Jam). Altri ospiti della serata sono stati i Foo Fighters (che hanno suonato "Young Man Blues" e "Bargain" insieme a Gaz Coombes dei Supergrass), i Flaming Lips (ottimo il loro medley di pezzi tratto dal disco degli Who "Tommy"), i Tenacious D (che hanno suonato, in acustico, "The Squeeze Box") e gli Incubus che hanno coverizzato "I Can't Explain" e "I Can See For Miles". Gli Who hanno chiuso la serata con un set di 40 minuti iniziato con "Baba O'Riley" e concluso sulle note di "Tea & Theatre". Altre canzoni suonate durante il set della band inglese: "My Generation", "You Better You Bet", "The Seeker" e "Won't Get Fooled Again".

Photos: Backstage & Show
13.07.08 Seattle, WA, Marymoor Park, SP20 Festival (Reunion dei Green River)

Supporting: Wolf Parade
Supported By: Beachwood Sparks, Comets on Fire, Red Red Meat, No Age, Les Thugs, Foals, Kinski, Blitzen Trapper, Grand Archives, The Ruby Suns
Setlist: Come on Down, 33 RPM, P.C.C., Ozzie, Together We'll Never, Baby Help Me Forget, Leech, Swallow My Pride, New God, This Town, Ain't Nothing to Do (Dead Boys)

Reunion show ufficiale dei Green River in occasione del ventennale della Sub Pop, celebrato con un mini festival di due giorni nel corso del quale si sono esibite glorie presenti e passate della storica etichetta di Seattle. I Green River, prima di salire sul palco per un set di circa 40 minuti, si sono stretti in un abbraccio di gruppo. Nel backstage sono stati avvistati anche Dan Peters e Guy Maddison dei Mudhoney, Matt Cameron, il produttore Jack Endino, il batterista Chad Canning e molti altri. Dopo "Baby Help Me Forget", Mark Arm ha detto, "Quella canzone mi spezza il cuore ogni volta," e ha introdotto "Leech" dicendo: "Nel 1984 registrammo un demo e lo facemmo circolare tra i nostri amici. In seguito, i Melvins registrarono questa canzone e se la accreditarono, facendo come i Led Zeppelin e rendendoci i Willie Dixon del grunge. Ma ora che siamo tornati insieme e abbiamo le forze legali combinate della Sub Pop e dei Pearl Jam, schiacceremo quei bastardi!". Mark ha presentato la band dicendo che Jeff e Bruce provengono dai Deranged Diction del Montana, Stone e Steve dai Ducky Boys, Alex dagli Spluii Numa e lui è "il genio del male dietro i Mr. Epp". Sul finire di "Ain't Nothing to Do", il batterista Alex Vincent ha lasciato la sua postazione per fare crowd surfing, con sorpresa del resto della band. Jeff ha quindi preso il suo posto alla batteria per il resto della canzone. Alla fine del set, membri della crew hanno portato sul palco dei grossi cartoni e hanno iniziato a distribuire al pubblico le storiche magliette dei Green River con le scritte “Green River: Death on Ten Legs” / "Ride the Fucking Six Pack".

Photos: 1 / 2 / 3 / 4 / 5 / 6 / 7 / 8 / 9 / 10 / 11 / 12 / 13 / 14 / 15 / 16 / 17
 
Continua >> 2008 Part II